Lifestyle /

Millennial, sempre pazzi per i social network, compreso Snapchat

Millennial, sempre pazzi per i social network, compreso Snapchat

18 Aprile 2017 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
L'attenzione e il tempo online dei Millennial sono sempre più catturati dalle applicazioni di social networking, innanzitutto Facebook, Instagram e Snapchat. Quest'ultimo è oggetto dell'attenzione dei media per la sua crescita impetuosa e per il modo con cui ha conquistato il favore dei giovanissimi. Un fenomeno prevalentemente anglosassone ma che si sta diffondendo anche in Italia.

Le motivazioni che spingono i Millennial e in particolare i membri della Generazione Z vanno ricercate nella capacità di Snapchat di favorire la spontaneità di chi lo usa e nella funzionalità che impedisce l'obsolescenza dei contenuti scambiati. Video, messaggi e testi si cancellano dopo poche ore che sono stati inviati e scambiati. Si possono salvare, se si vuole, ma non possono essere commentati, è impossibile sapere quanti utenti li hanno visti e non possono essere  segnalati con un MiPaice. Una caratteristica questa che non favorisce alcun culto narcisistico del proprio profilo o l'uso di profili preconfezionati e alimentati appositamente per diffondere una certa immagine di sè.

Liberi dalla supervisione di genitori, insegnanti e  adulti che hanno colonizzato Facebook anche per controllare e curiosare tra le tracce lasciate dai più giovani, grazie a Snapchat i Millannial possono condividere più tranquillamente l loro gesta online con la certezza di non lasciare tracce visibili ai normali naviganti degli spazi digitali da loro frequentati. Queste stracce saranno comunque ben visibili e leggibili dai vari algoritmi che presiedono al funzionamento delle applicazioni digitali, compresa Snapchat, ma questa visibilità è per lo più sconosciuta o ritenuta non preoccupante dalle generazioni dei Millennial. Chi ha contezza di questo tipo di visibilità è più critico di altri anche nei confronti di una applicazione come Snapchat che tanto successo sta avendo anche in Iatlia.

A oggi gli utilizzatori di questa applicazione in Italia sono poco più di un milione, un numero di molto inferiore ai quasi trenta milioni che frequentano il muro delle facce. A usare Snapchat sono soprattutto i più giovani (quasi il 43% ha meno di 18 anni) che lo abitano ogni giorno usandolo in particolare come canale di chat privata, ma anche per l'invio e la condivisione di 'snap' di immagini, foto, video, ecc.

I numeri di Snapchat sono molto più alti in paesi come gli Stati Uniti dove a usare l'applicazione sono giovanissimi e soprattutto ragazze. L'uso di Snapchat, ripetuto nell'arco della giornata,  supera quello di Facebook e di Instagram. Il fenomeno Sanpchat è destinato ad allargarsi ad altre generazioni che stanno scoprendo le specificità dell'applicazione e i suoi benefici. L'ampliamento dell'audience potrebbe far scappare i Millennial da qualche altra parte, ripetendo quanto è successo a Facebook, abbandonato secondo alcuni dai pi+ù giovani per evitare la coesistenza e il controllo di genitori e di adulti. Secondo molte indagini comunque, i Millennial, pur preferendo maggiormente Instagram continueranno a rappresentare il 50% degli utilizzatori di Snapchat.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


NBF Soluzioni Informatiche s.r.l. - Shopping Plus

NBF Soluzioni Informatiche s.r.l. opera nel mondo dell’Information Tecnology ed...

Vai al profilo

Appspa - Sviluppo App Personalizzate

Sviluppiamo l'app personalizzata per il tuo business! L'app che realizzeremo per te ti...

Vai al profilo

PS.Mobile

PS.Mobile, software house di Bologna dal 2001, offre ai suoi clienti progetti...

Vai al profilo

Omigrade s.r.l.

Omigrade è una società nata dall’idea e dalla volontà di un gruppo di...

Vai al profilo