Lifestyle /

Pokèmon Go, la killer application per la Realtà Aumentata

Pokèmon Go, la killer application per la Realtà Aumentata

22 Luglio 2016 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Grazie al rumore mediatico e alla forza dei Pokèmon, la nuova applicazione Pokèmon Go rischia di diventare la killer application della Realtà Aumentata. Tutte le novità wearable e di Realtà Virtuale sembrano al momento sparite dall’orizzonte per fare posto a interfacce tecnologiche di interazione con la realtà che sembrano trovare grande adesione nel pubblico dei consumatori.

A inizio anno in molti si sono dedicati a prevedere il successo di nuovi prodotti di Realtà Virtuale e una loro rapida adozione anche da parte di un pubblico più largo. Nella realtà a catalizzare l’attenzione è ora un’applicazione di Realtà Aumentata che sembra avere superato in un baleno la classica curva di adozione superando il Chasm di Moore per godere del gradimento di una larga maggioranza. Il successo di Pokèmon Go ha spostato l’attenzione verso la Realtà Aumentata e i suoi benefici, sia in ottica ludica e di divertimento sia di utilizzo concreto nelle attività di tutti i giorni.

La Realtà Aumentata è una tecnologia in circolazione da tempo ma il gioco dei Pokèmon di Nintendo l’ha trasformata in pratica diffusa che spingerà al successo altre applicazioni simili. Esattamente quanto successe con l’arrivo dell’iPod. MP3 esisteva ben prima che Apple lo inventasse ma è diventato popolare grazie all’arrivo del lettore di Apple. Ora altre applicazioni di Realtà Aumentata come Layar, che fornisce informazioni aumentate su ogni prodotto la cui etichetta è scannerizzata tramite uno smartphone, o Ingress, un gioco simile a Pokèmon Go troveranno la strada spianata e il gradimento di un numero maggiore di consumatori.

Secondo Moore la maggior parte dei prodotti non supera il Chasm, la voragine che li inghiotte perché non sono stati in grado di uscire dalla ristretta cerchia di innovatori che hanno deciso di sperimentarli prima di altri e perché curiosi interessati di ogni novità tecnologica. Molti prodotti di Realtà Aumentata non sono mai usciti dalla nicchia di innovatori e per questo sono rimasti prodotti high-end incapaci di raggiungere, anche per il loro prezzo, audience allargate. I nuovi prodotti che danno forma a queste nicchie di mercato sono spesso anticipatori di tendenze emergenti. Indicatori di nuove fasi di evoluzione tecnologica che segnalano cosa stia emergendo sul mercato e servono a richiamare investimenti e interesse da parte di produttori che decidono di competere con soluzioni simili.

Il passaggio di una nuova soluzione tecnologica (Internet, Mobile, tablet, lettore musicale, ecc.) dalla nicchia ristretta degli innovatori e degli early-adopter al mercato passa solitamente attraverso il successo di uno specifico prodotto, di un’applicazione o soluzione in un mercato verticale, ad esempio quello del gioco. Il successo di questi prodotti favorisce la discesa dei prezzi e l’avvicinamento alla soluzione di un numero maggiore di consumatori. Al tempo stesso permette ad altri attori del mercato di intravedere l’opportunità di un ritorno sugli investimenti in nuove soluzioni che giustifica l’implementazione di nuovi prodotti.

Il successo di Pokèmon Go non è quindi casuale ma arriva a conclusione di un’evoluzione delle soluzioni di Realtà Aumentata che ha visto sperimentazioni numerose e varie in ambiti di mercato e settori industriali e merceologici diversi. Ad esempio quella di Google con i Google Glass. E’ quanto è successo alle soluzioni di Realtà Virtuale, oggi accessibili a molti per il loro prezzo più basso, anche se ancora in attesa della Killer application che le possa lanciare definitivamente.

E’ presto per dire se e quanto la Realtà Aumentata abbia effettivamente superato il Chasm di Moore. E’ probabile che serviranno ancora alcuni anni prima che possa essere considerata una soluzione mainstream o standard di mercato. In attesa che prodotti come HoloLens di Microsoft, oggi in genere di fascia alta e rivolti ancora a un pubblico di innovatori o consumatori con budget disponibili e disposti a spenderli per soluzioni non ancora mature, conquistino il mercato, applicazioni come Pokèmon Go possono far aumentare la conoscenza della proposizione che caratterizza la Realtà Aumentata e fornire strumenti per una sperimentazione effettiva delle sue potenzialità future. Oggi in un ambito di gioco, di intrattenimento e divertimento, domani in ambiti diversi e molto più interessanti perché legati alle attività personali, professionali e lavorative delle persone.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


100 Things App e giochi per Bambini Genitori e Nonni

La vita di per sé è la favola più fantastica! (Andersen) Anche noi da bravi danesi...

Vai al profilo

UnlockYourBrain GmbH

UnlockYourBrain GmbH è una start-up con sede a Berlino. Crediamo fortemente nel...

Vai al profilo

Fabrizio Bernasconi

Sviluppatore freelance iPhone, iPad, iPod touch dal dicembre 2008. Collaboro con...

Vai al profilo

Padiglio

Padiglio è una rivoluzionaria custodia per iPad, e tablet in generale, che consente a...

Vai al profilo