Lifestyle /

Smartphone e tablet per nativi digitali, PC per Baby Boomers

Smartphone e tablet per nativi digitali, PC per Baby Boomers

07 Maggio 2015 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Gli osservatori del mercato delle nuove tecnologie continuano a interrogarsi sul futuro del personal computer e la sua eventuale sostituzione da parte di smartphone e tablet. L’interrogativo è capzioso. Ciò che interessa di più è l’uso che delle due tipologie di piattaforma viene fatto da parte di consumatori di generazioni tra loro molto diverse.

In termini generazionali si potrebbe dire che i Baby Boomers amano e continueranno a preferire il PC mentre le varie componenti generazionali dei nativi digitali sono più orientate al tablet e allo smartphone. I primi sono consapevoli delle potenzialità dei nuovi dispositivi ma preferiscono affidarsi alle funzionalità del PC perché le conoscono meglio e le praticano da sempre. Molte cose da loro fatte con un PC possono essere fatte, in modi diversi e con APP diverse, anche con uno smartphone ma i Baby Boomers considerano più efficiente la semplicità offerta dal personal computer. Ad esempio usare una foto ricevuta via email per arricchire la pagina personale del muro delle facce.

I nativi digitali non si pongono molti interrogativi su quale piattaforma utilizzare e quale sia meglio. Sanno che le funzionalità per fare ciò che vogliono fare ci sono sia su PC che su smartphone e usano in modo pragmatico la piattaforma che meglio soddisfa le loro esigenze, tutte basate sulla connettività e sull’estrema mobilità. Smartphone e Tablet sono per loro perfetti per consumare contenuti, partecipare a eventi, divertirsi e comunicare. Se devono produrre testi o lavorare il PC è la scelta ideale ma solo se lo strumento smartphone o tablet non permette di farlo in modo efficace e efficiente.

 

Fonte: www.123rf.com


Il problema non è più quale tipo di piattaforma sia la più intelligente. PC e dispositivi mobili come smartphone e tablet lo sono entrambi. La differenza è ciò che possono fare e come possono essere utilizzati per farlo.

Una differenza grande sta nel disegno di base delle piattaforme di sistema operativo. Quello del personal computer ruota intorno al concetto di file system e agli strumenti applicativi che permettono di gestirlo per trovare contenuti e file, modificarli e elaborarli navigando negli archivi che si sono nel tempo costituiti. Quello dei dispositivi mobili è molto diverso. Si basa anch’esso sul file system ma tiene l’utente lontano da esso. E’ possibile scaricare APP che mostrano i file su cui o con cui lavorano ma l’utente è generalmente tenuto all’oscuro della struttura di file sottostanti e non ne ha un accesso diretto. Tutti è centrato sulla esecuzione di APP e sulla semplicità di accesso e esecuzione da parte dell’utente. Nel tempo sono state aggiunte alcune funzionalità per scammbiare dei contenuti tra applicazioni diverse, ma tutto è reso possibile in modalità semplici che usano icone e movimenti tattile sul diaplay per copiare e incollare ad esempio una immagine o una email ma sempre senza alcuna visibilità della struttura sottostante e della cartella a cui quel contenuto appartiene.

Se poi l’utente volesse eseguire su quel contenuto elaborazioni più complicate, meglio usare un PC. In attesa di una convergenza tra le varie piattaforme e l’affermarsi di dispositivi mobili, sempre connessi e integrati in termini di funzionalità, smartphone, tablet e PC continueranno a coesistere servendo bisogni diversi e offrendo la loro ricchezza in termini di modi diversi per soddisfarli, più o meno efficacemente.

IDC e gli altri analisti di mercato nel frattempo continueranno a raccogliere dati di mercato che permetteranno ai fan dei dispositivi mobili di sostenere la morte del PC e ai Baby Boomers amanti del PC la sua insostituibilità.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Engitel

Engitel è una digital company che si occupa di Web e Mobile sin dal 1995. Realizza...

Vai al profilo

Michael Rovesti

Mi chiamo Michael Rovesti sono un developer alle prime armi di Reggio Emilia questa è la...

Vai al profilo

Wemotic

Wemotic è una nuova realtà operante nei settori dell’IT e della Comunicazione nata...

Vai al profilo

foolix

Foolix è una società di consulenza e sviluppo software specializzata nello sviluppo...

Vai al profilo