Lifestyle /

Stili di vita 2016

Stili di vita 2016

17 Dicembre 2015 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Secondo Brittani Dremann il 2016 vedrà il ritorno all'essenziale. Un ritorno che non significa una regressione ma piuttosto la capacità di guardare al mondo da una propsettiva diversa, guidata da maggiore consapevolezza e apprezzamento della bellezza della natura che ci circonda. La tendenza è ad una maggiore semplificazione e riduzione del surplus informativo per liberarsi dalla schiavityù dei dispositivi tecnologici che ci inondano di informazioni e che si seguono ovunque e in ogni momento. Il 2016 vedrà un ridimensionamento del potere della tecnologia e un suo maggiore adattamento ai bisogni reali della vita di ognuno.

Come sarà il 2016? Il recente aumento dei tassi operato dalla Banca Centrale Americana sembra comunicare ottimismo sulla ripresa economica e confermare la lontananza dalla crisi che nel 2008 ha causato la crisi attuale. L’ottimismo si intravede nei trend e stili di vita identificati come emergenti in molti ambiti ma soprattutto in quelli del consumo, della moda e dell’automobile. Nel suo annuale report sui trend ‘Looking Further with Ford’, Ford ad esempio ha evidenziato l’emergere di una maggiore determinazione a guardare al futuro per determinarlo in modo positivo. Il sentimento di disillusione verso molti aspetti della vita sociale, politica, economica e del lavoro continua a essere elevato ma è forte la voglia di lasciarsi alle spalle un periodo critico che ha prodotto frustrazione, criticità, demoralizzazioni e problemi, anche di tipo economico. Le manifestazioni di ottimismo che emergono indicano un aumento della fiducia e della resilienza, due atteggiamenti che possono facilitare il ritorno alla creatività, alla innovazione e alla imprenditorialità.

Fonte: Brittani Dremann

L’indagine condotto dal team di Ford ha rilevato un cambiamento nella percezione e visione di temi come il consumo, il lavoro, la salute. Emerge una attenzione maggiore verso la tecnologia e l’innovazione, spesso associata alla prima. Il cambiamento è dettato dai nativi digitali e in particolare dalla generazione dei Millennial alla ricerca di emergere e affermarsi prima ancora di integrarsi, puntando tutto sull’autostima e su un narcisismo non necessariamente negativo. L’approccio e gli stili di vita dei Millennial trova espressione sui network sociali e online con comportamenti che denotano la ricerca costante di visibilità, voglia di affermarsi e di condividere i successi personali con altri. Le persone più adulte puntano al contrario a preservare la qualità della vita costruita nel tempo e a salvaguardarne i benefici e i vantaggi.

I trend emergenti sono stati individuati dallo studio di Ford in quanto segue:

  • Ricerca di nuovi eroi: la ricerca non guarda alle leadership esistenti come quelle politiche ma si rivolge a persone che nel quotidiano sono capaci di ispirare e fare da modelli per i loro comportamenti individuali e quotidiani
  • La vita come un coltellino svizzero: non serve avere di più, più beni e più prodotti, conta molto di più sapere usare al meglio quelli che si hanno
  • Manca il tempo: ci sono troppe cose da fare e sempre meno tempo per farle, bisogna correre ai ripari
  • Una vita più semplice: la ricerca della semplicità porta ad apprezzare le soluzioni tecnologiche che offrono nuovi servizi di assistenza e aiuto personale, meglio se adattabili agli stili di vita personali
  • La consapevolezza come moda da coltivare: il pensiero critico e più consapevole è sempre più una necessità sia per comprendere la complessità crescente della vita odierna sia per trovare soluzioni creative alle numerose problematiche che caratterizzano i tempi da fine dei tempi attuali
  • Una età senza limiti: l’incremento medio delle aspettative di vita ha cambiato il panorama della vita sociale e sta determinando nuovi modi di guardare alla vecchiaia e l’abbandono di vecchi stereotipi
  • Personalizzazione: tutti hanno diritto a tutto ma non esiste un’unica soluzione per tutti
  • Non tutto è per tutti: emergono comportamenti e scelte non condivise per prodotti che nessuno vuole ma che hanno lo stesso diritto di esistere e affermarsi degli altri
  • Flessibilità: in un mercato del lavoro precario si cerca di ridare significato e reinventare la parola flessibilità
  • Esperienza utente: i produttori sono obbligati a centrare sempre più la loro strategia sul cliente e a focalizzare sforzi, budget e strategie sulle loro esperienze di acquisto e di utilizzo dei prodotti

Il 2016 sarà caratterizzato più del 2015 dalla tecnologia e dall’impatto che avrà sulla cultura e sul modo con cui si evolverà. Conta sapersi adattare ma anche saper sfruttare le novità tecnologiche per innovare.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Alternative Apps

Alternative Apps design and develop applications for iPhone/iPod and iPad.

Vai al profilo

Twinbo snc

Twinbo è un'azienda giovane e dinamica, specializzata nello sviluppo di applicazioni...

Vai al profilo

Digital E Srl

Digital E da più di 20 anni è una delle maggiori società nel campo dell'education e...

Vai al profilo

Aidilab srl

Nata nel 2010 come startup dell’Interaction Design Lab (IDA) dell’Università di...

Vai al profilo