Lifestyle /

Tecnologie indossabili: videocamere installate sui vestiti per garantire la sicurezza personale

Tecnologie indossabili: videocamere installate sui vestiti per garantire la sicurezza personale

24 Ottobre 2014 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Si chiama Aposematic Jacket ed è destinata a fornire uno strumento di difesa personale a persone in movimento e in luoghi non presidiati o a rischio. Per ora si tratta di un concept ideato da due artisti coreani. E' un esempio delle potenzialità applicative delle nuove tecnologie indossabili e indica quanti bisogni reali possano essere soddisfatti. In questo caso il bisogn bisogno è quello della sicurezza individuale e personale.

Lo scenario nel quale è stata collocata l'idea creativa dei due artisti coreani Shin Seung Back e Kim Yong Hun è quello tipicamente cittadino. Contesti metropolitani nei quali milioni di persone si muovono affrontando anche i rischi e i perisoli derivanti da tassi di criminalità tradizionalmente più elevati che in altri contesti non urbano. L'idea è però applicabile anche a contesti non cittadini.

Nei contesti cittadini strade, incroci, piazze e palazzi sono sempre più monitorati e tenuti sotto controllo elettronico da sistemi elettronici e di videosorveglianza finalizzati alla prevenzione dal crimine, alla protezione dei cittadini e a garantire livelli elevati di sicurezza. Obiettivi della vidosorveglianza sono solitament la qualità della vita sociale, la salvaguardia della salute fisica delle persone e il pronto intervento delle forze addette alla protezione e alla sorveglianza.

I due artisti coreani hanno pensato però di fornire una proposta e una soluzione a coloro che si trovano a muoversi in contesti urbani non ancora protetti e sorvegliati elettronicamente e ni quali non sono presenti videocamere.

Aposematic Jacket, 2014, lens, Raspberry Pi, camera, Wi-Fi module, battery pack and fabric, 15 x 60 x 70 cm

 

La soluzione l'hanno trovata nelle tecnologie indossabili e nelle fotocamere digitali sempre più piccole e potenti e sempre connesse. Ne è derivato un concept basato su una giacca, denominata Aposematic Jacket, completamente rivestita di micro-fotocamere collegate al web.

La giacca è letteralmente ricoperta da 50 piccole fotocamere, collegate ad un un'unica batteria nascosta che dà loro l'energia necessraia che puntano in ogni direzione e che possono entrare in funzione immediatamente appena si presenta una situazione di rischio o pericolo.

L'attivazione deve essere fatta da chi indossa la giacca e viene fatta con un pulsante apposito collegato all'intero sistema di fotocamere colegato a Internet attraverso Wi-Fi e capace di trasmettere fotografie e immagini a 360° di quanto sta succedendo ad un server remoto.

 

Per il momento la proposta è una semplice idea artistica che difficilmente troverà una qualche forma di realizazzione. difficile infatti pensare che una persona acquisti un abito Armani o Ermenegildo Zegna e poi lo rovini con l'aggiunta di micro-fotocamere che, nela forma di bottoni, trasformerebbero il vestito in una specie di puntaspilli.

L'idea è però intrigante perchè suggerische che le nuove tecnologie indossabili possono trovare ambiti di applicazione molti diversi e fornire al consumatore nuovi servizi, vantaggi e benefici in aree fin qui inimmaginabili. Qualcuno potrebbe evidenziare, come ha già fatto con altri gadget tecnologici come i Google Glass, che questo tipo di tecnologie siano invasive e a doppio taglio. Anche le fotocamere della Aposematic Jacket forniscono infatti un servizio di sorveglanza e protezione ma al tempo stesso comunicare e immagazzinano in un server informazioni di contesto che possono essere usate per violare la privacy delle persone.

L'idea della giacca tecnologica è sul tavolo e darà forma a realizzazioni concrete nei prossimi anni. Le sorprese potrebbero essere numerose così come lo potrebbero essere vantaggi e benefici e le applicazioni.

Aposematic Jacket (panorama image sent to the Web), 2014

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Terra dei colori

Storia interattiva, destinata sia ai bambini che ai più grandi La storia di...

Vai al profilo

Mobijay

Produzione app per dispositivi mobili

Vai al profilo

CREALAB SRL

CREALAB è una società italiana che offre servizi e consulenza nell'ambito del settore...

Vai al profilo

Andrea Picchi

Cognitive Interface Designer & iOS Developer

Vai al profilo