Sezioni
Tu sei qui: Home Notizie Kindle e iPad. Ora si che l'avventura inizia ad esser grande!
Notizie

Kindle e iPad. Ora si che l'avventura inizia ad esser grande!

Con l'annuncio dei nuovi modelli Kindle (Kindle standard, Kindle Touch e Kindle Fire) il confornto tra Apple e Amazon diventa concreto aprendo la strada a nuove avventure, per i due vendor ma soprattutto per i consumatori. I prodotti di Amazon sono molto interessanti e competitivi e danno al consumatore una vera opportunità di scelta, soprattutto per il prezzo!
Kindle e iPad. Ora si che l'avventura inizia ad esser grande!

Fonte: economictimes.indiatimes.com

Dopo tanti annunci ora la battaglia può iniziare.

Almeno nelle intenzioni di Amazon, perchè Apple, forte del suo 80% di market share nel mercato dei tablet, non sembra aver prestato molta attenzione a quanto è stato fatto da Amazon per preparare l'evento di ieri 28 settembre che ha visto l'annuncio dei nuovi tablet Kindle.

Dall'annuncio e poi dal rilascio dell'iPad abbiamo assistito a molti altri vendor ( HP con il TouchPad, Motorola Mobility con lo Xoom, e RIM con il PlayBook,.) reclamare una posizione di primo piano sul mercato. Apple ha continuato a macinare record e vendor come Motorola, Samsung, RIm e HTC hanno dovuto rivedere le loro stime e pretese, altri come HP hanno 'quasi' deciso di abbandonare il terreno, altri come Micorsoft stanno continuando nella strategia dei pre-annunci nella speranza di disturbare l'attuale leader di mercato e tenere le posizioni.

“What we are doing is offering premium products at non-premium prices. Other tablet contenders “have not been competitive on price” and “have just sold a piece of hardware. We don’t think of the Kindle Fire as a tablet. We think of it as a service.” Jeff Bezos

La mossa di Amazon sembra essere diversa. Amazon infatti non sembra puntare a fornire una copia dell'iPad e a chiedere ai consumatori di fare una scelta. La strategia punta sull'offerta di un dispositivo semplificato ma potente e che offre le funzionalità di un tablet ad un prezzo molto competitivo di 199 dolari, nella sua versione Kindle Fire. Il primo vero  tablet del più grande magazzino online del mondo è visto da molti analisti cone destinato ad essere l’unico vero sfidante di iPad. La valutazione nasce dal fatto che  Amazon dispone di un'offerta ricca che comprende  hardware a basso costo e una vera suite di contenuti quali  musica, film , spettacoli televisivi, ebook e applicazioni. Grazie ad un Kindle che parla sette lingue (Inglese americano e britannico, Tedesco, Francese, Italiano, Spagnolo e Portoghese brasiliano)  poi sarà più alto il numero di utenti invogliati all'acquisto e facilitati nell'uso dalla possibilità di navigare, leggere, prendere appunti e gestire il proprio tablet in ognuna di queste lingue.

La battaglia verrà decisa dai consumatori e dalla loro capacità di scegliere il miglior tablet in grado di soddisfare le loro personali esigenze, senza lasciarsi condizionare da mode e marchi più o meno conosciuti e potenti.

Non disponendo di un Kindle nuovo è difficile poter fare confronti definitivi ma in base alle informazioni comunicate alcune valutazioni sulle differenze tra i due prodotti sono già possibili e ricche di indicazioni in grado di orientare eventuali scelte e processi di acquisto di un prodotto tablet.

Prezzi a confronto

L'elevato prezzo dell'iPad rende quello del Kindle Fire un saldo da fine stagione! Con un prezzo di 199 dollari/euro il Kindle Fire farebbe risparmiare sull'iPad ben 300 dollari/euro. Un prezzo così competitivo per un prodotto di qualità prodotto da un marchio affermato che da fiducia e garanzia, può diventare il punto di ingresso nel mondo dei tablet per migliaia di persone e consumatori che, pur volendo acquostare un tablet, non possono permettersi finora una spesa di 500 dollari/euro. Altri vendor hanno provato a competere sul prezzo ma alla fine hanno dovuto tenere il prezzo alto ( 499- 800 a seconda delle configurazioni e dello storage fornito ) e simile a quello della Apple semplicemente per garantirsi la possibilità di generare profitto, anche a fronte di market share e vendite minime.

A questi prezzi il consumatore non ha trovato alcun motivo per non scegliere il marchio leader e la magia dell'iPad. L'unica azienda ad aver adottato una strategia di prezzo al ribasso ( 99  e 149 dollari) è stata HP ma il mercato sa come è finita ed ora il nuovo CEO dell'azienda è alle prese con la decisione di uno spin-off completo della business unit che si occupa dei personal computer e dei tablet TouchPad. Il tablet di Amazon nasce con le spalle 'coperte', è ricco di funzionalità, è uno strumento di accesso ad un patrimonio contenutistico tra i più ricchi disponibili e costa solo 199 dollari. Molte motivazioni utili a consumatori indecisi o con portafogli sofferenti ma anche per genitori che a Natale potrebbero dotare i loro figli di uno strumento di gioco, divertimento, istruzione e lavoro.

Natale e le vendite che lo caratterizzano sono il primo banco di prova ricercato da Amazon che spera di intaccare l’egemonia di Apple ( 75% del mercato) nel consumo di contenuti multimediali. Secondo gli analisti di Forrester le vendite di un tablet Kindle andranno tra 3 e 5 milioni nel primo anno. Un valore basso rispetto alle vendite di 29 milioni di iPad da parte di nei primi 15 mesi ma significativo se comparato con altri vendor e come inizzio in attesa che sul mercato arrivi anche il modello Holluywood.

Schermi a confronto

Il confronto è semplice. L'iPad ha un display da 10 pollici, il Kindle Fire attuale di 7. Condiderati i costi per la produzione dei display touchscreen le dimensioni scelte da Amazon per il suo tablet spiegano forse il basso prezzo. Il prezzo favorirà l'acquisto dei tablet di Amazon ma gli utenti che intendono utilizzare il tablet per guardare video/film o per giocare, molto probabilmente continueranno ad optare per l'iPad e, in mancanza di fondi sufficienti per l'acquisto, rinvieranno semplicemente l'acquisto stesso. A suo vantaggio, per diverse tipologie di esigenze e bisogni, le dimenzioni più piccole del Kindle Fire lo rendono molto maneggevole e leggero, facile da tenere in una mano e quindi più facile da utilizzare e trasportare.

Funzionalità a confronto

In termini di funzionalità il Kindle Fire è un gradino al di sotto dell'iPad. Non dispone di una fotocamera e ciò rende impossibili alcune attività interessanti e utili per un utente mobile quali il servizio di video-chat, FaceTime et similia. Il Kindle Fire non dispone neppure del micorofono e ciò impedisce di poter utilizzare strumenti utilissimi come Skype. Infine il Kindle è disponibile solo nella versione Wi-Fi il che significa che un utente potrà navigare la rete e scaricare contenuti solo quando disporrà di una connessione in loco ( provate a pensare ad un paese come l'Italia nel quale il Wi-Fi latita !). Altre differenze significative sono la durata della batteria, 8 ore per il kindle, 10 per l'iPad 2, e lo storage, solo 8GB per il Fire contro i 16GB dell'iPad 2.Sul lato storage fa la differemza il servizio in cloud computing di Amazon.

APP a confronto ed ecosistemi applicativi

Il kindle Fire di Amazon monta una versione modificata di Android, il sistema operativo di Google. Con questo sistema operativo gli utenti Kindle avranno accesso ad uno store che conta oggi circa 250000 applicazioni. Lo store Apple per l'iPad supera le 450000 e mette a disposizione un ambiente robusto e costruito intorno ad un modello di business consolidato.

In sintesi le sei caratteristiche univoche del Kindle

  • Può ospitare ed eseguire applicazioni Flash ( apparentemente anche Microsoft 8 non permetterà l'uso di Flash)
  • Pesa di meno
  • Costa molto meno
  • Carica le pagine web più velocemente
  • Maneggevole e afferrabile con una sola mano
  • Dispone di Mirroring Wireless unitamente a Streaming Media
  •  

    Amazon e le quotazioni di borsa

    L'annuncio di Amazon ha favorito una ulteriore crescita alla borsa di New York e generato molte riflessioni sul futuro di un titolo azionario e di una azienda che certamente punta ad avere un ruolo chiave e, se possibile, una posizione monopolistica nei mercati in cui opera. A chi fosse interessato all'effetto della nuova offerta di Kindle sull'andamento borsistico per effettuare investimenti alcuni analisti suggeriscono di farlo ma con cautela. Viene richiamata l'attenzione su un titolo che è già cresciuto a prescindere dall'annuncio recente, che il margine di profitto sulla componente hardware sarà minimo ( quello di Apple al contrario massimo!) , che il Kindle fire non è un dispositivo general-purpose come l'iPad e che è meglio comunque attendere le reazioni del mercato, non tanto al prodotto quanto alla capacità di Amazon in ermini di customer service, supporto, aggiornamenti ecc.

    Le reazioni del mercato

    Le reazionie e i commenti del mercato sono stati tutti positivi con poche eccezioni:

    • Engadget ha seguito live tutto l'evento comunicando una completa soddisfazione e una valutazione positiva
    • Il Wall Street Journal intravede un cambio di scenario nella competizione sul mercato dei tablet

    Sul versate scettico - negativo

    • Il giornale The Guardian che si fa portavoce delle reazioni degli editori

    Per concludere

    Il successo del kindle lo determinerà il mercato. Il Kindle sarà comunque disponibile solo a partire dal 15 di novembre negli Stati Uniti e poi a seguire in altri mercati nazionali. Sulla carta entrambi i prodotti sembrano ottime alternative per tutti quei consumatori che sono alla ricerca di un personal computer più leggero e portatile di qunto non siano i PC attuali nella loro forma di desktop, aptop, netbook ecc. L'iPad non ha bisogno di dimostrare nulla e può vantare una sua personalità magnetica e una immagine  magica che gli sono state riconosciute fin dal momento del suo annuncio.

    29/09/2011
    Redazione
    SHARE THIS
    2.33333333333
    ,
    comments powered by Disqus