Sezioni
Tu sei qui: Home Notizie Tablet for business? La tastiera virtuale non è per tutti!
Notizie

Tablet for business? La tastiera virtuale non è per tutti!

Mentre non accenna a calare l'interesse per i tablet così come non cambia il coro degli apologeti, alcuni analisti e ricercatori di mercato indicano come la tastiera virtuale non è la soluzione più adatta per chi usa il tablet professionalmente. Un problema che potrebbe rallentare l'adozione dei tablet in azienda e cambiare gli scenari futuri.
Tablet for business? La tastiera virtuale non è per tutti!

Fonte: itechdiary.com

Con un mercato in costante crescita e con una penetrazione dei tablet in azienda che analisti come Deloitte collocano intorno al 25% dei tablet venduti, gli sviluppatori hanno un futuro pieno di nuove opportunità per le loro applicazioni e competenze.

A patto che possa essere affrontato e risolto un problema di cui si parla poco ma che emerge da ogni sondaggio o indagine. Scrivere con la tastiera del tablet può risulatare molto frustrante, soprattutto per coloro che per lavoro sono obbligati a scrivere molto e a lungo. Un problema non da poco che impedisce lo svolgimento di attività importanti in azienda. provate ad esempio ad immaginare la costruzione di presentazioni commerciali e marketing, la stesura di report ecc.

Una recente indagine ha rilevato che il 44% degli utiulizzatori di tablet considerano la scrittura il primo elemento di frustrazione nell'uso del loro tablet e che solo il 23% utilizza il tablet a tutti gli effetti per la scrittura di articoli, report e/o presentazioni. Una percentuale decisamente bassa per garantire produttività ed efficienza aziendale.Il gap esistente è tra rapidità di battuta e accuratezza desiderata. Il risultato non è entusiasmante.

Secondo alcuni analisti se questo problema non viene risolto ( qualcuno ci sta già lavorando ) difficilmente il tablet sfonderà in azienda e ancor più difficilmente andrà a sostituire i personal computer attualmente in uso.

Il problema apre opportunità importanti per sviluppatori e ricercatori. Gli sviluppatori ad esempio potrebbero introdurre novità importanti nell'uso della tastiera del tablet direttamente nelle applicazioni. I vendor ne faranno sicuramente un elemento importante di differenziazione e competizione. La ricerca di una soluzione potrebbe far nascere nuovi modelli di dispositivi o far prevalere alcuni modelli esistenti, ad esempio gli ibridi, rispetto agli altri.

Per i curisosi l'indagine ha evidenziato come elemento di frustrazione secondario dei tablet la durata della batteria. Al erzo posto la connettività!

02/09/2011
Redazione
SHARE THIS
1.14285714286
,
comments powered by Disqus