Death of expertise

15 Marzo 2018 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
BIBLIOTECA DI TECNOLOGIA - Sembra un libro scritto per le elezioni politiche italiane, almeno se ci si fermasse alle narrazioni mediatiche. Il tema è quello della competenza e del fatto che chi crede di averne ritiene anche di vedersi riconosiuto un ruolo superiore rispetto a quello della gente comune. Oggi però ciò non è più ritenuto vero e perchè percepito come espressione di un elitismo che deve essere combattuto (uno vale uno).

Secondo Michols al contrario avere tutti gli stessi diritti non signifca che tutti dispongano degli stessi talenti, di uguali capacità e conoscenze. In particolare non tutte le opinioni devono essere ritenute valide allo stesso modo. Nella realtà attuale però sembra che il pensiero dell'autore sia condiviso da una ristretta cerchia di persone. Tutti gli altri, anche quando sono incompetenti e ignoranti, pensano di avere uguai diritti, capacità e conoscenze, senza essere consapevoli del fatto che avere forti opinioni su qualcosa non significa necessariamente conoscere qualcosa.

Il libro di Tom Nichols  The death of Expertise è pubblicato da Oxford University Press


 

People are now exposed to more information than ever before, provided both by technology and by increasing access to every level of education. These societal gains, however, have also helped fuel a surge in narcissistic and misguided intellectual egalitarianism that has crippled informed debates on any number of issues. Today, everyone knows everything: with only a quick trip through WebMD or Wikipedia, average citizens believe themselves to be on an equal intellectual footing with doctors and diplomats. All voices, even the most ridiculous, demand to be taken with equal seriousness, and any claim to the contrary is dismissed as undemocratic elitism.

As Tom Nichols shows in The Death of Expertise, this rejection of experts has occurred for many reasons, including the openness of the internet, the emergence of a customer satisfaction model in higher education, and the transformation of the news industry into a 24-hour entertainment machine. Paradoxically, the increasingly democratic dissemination of information, rather than producing an educated public, has instead created an army of ill-informed and angry citizens who denounce intellectual achievement.

Nichols has deeper concerns than the current rejection of expertise and learning, noting that when ordinary citizens believe that no one knows more than anyone else, democratic institutions themselves are in danger of falling either to populism or to technocracy-or in the worst case, a combination of both. The Death of Expertise is not only an exploration of a dangerous phenomenon but also a warning about the stability and survival of modern democracy in the Information Age.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Agorà Telematica

Agorà Telematica è un fornitore specializzato di servizi tecnologici capace di...

Vai al profilo

Doxinet srl

Doxinet è un’azienda capace di adattarsi alle esigenze del mercato, in grado di...

Vai al profilo

New Amuser s.r.l.

Software developer, sono laureato in informatica curriculum " Sistemi e Reti...

Vai al profilo

MDeeS

software,house,sviluppo,divertimento,per sempre

Vai al profilo