Android /

Studio: Android è il meno open tra i sistemi operativi mobili open

Studio: Android è il meno open tra i sistemi operativi mobili open

29 Agosto 2011 Carlo Bongiovanni
SoloTablet
Carlo Bongiovanni
share
Uno studio sull'open source mostra come Android non lo sia quasi per niente

Poche settimane fa l'ente di ricerca VisionMobile ha pubblicato un report che verifica il livello di open-source su otto grandi progetti dichiarati tali. Lo studio - in parte sponsorizzato dall'Unione Europea - riguarda principalmente l'apertura dei progetti, la trasparenza e la facilità di accesso al codice sorgente. Per quantificare tale livello i ricercatori hanno stabilito determinati criteri ed un sistema di votazione a punti.

CONSIGLIATO PER TE:

Tu non sei un gadget

I progetti analizzati comprendono Android, Eclipse, il Kernel Linux, MeeGo, Firefox, Qt, Symbian e WebKit. I progetti sono stati inseriti in una lista denominata "open governance index" basata sulla percentuale di punti ricevuti. Android si è posizionata all'ultimo livello, con un punteggio del 23%. Eclipse (una piattaforma di sviluppo per programmatori informatici) ha raggiunto il gradino più alto con l'84% dei voti; Android è stato l'unico progetto a ricevere un punteggio sotto al 58%.

Questo basso punteggio non sorprende nessuno. Sappiamo bene che la piattaforma di Google è ben lontana dagli standard di apertura che ha dichiarato voler possedere alla nascita del progetto. VisionMobile identifica come problemi chiave i "processi decisionali unilaterali" e "un modello di processo con contributi chiusi".

"La visibilità della roadmap è limitata, non essendoci nessuna roadmap disponibile pubblicamente. Difatti sia lo sviluppo delle nuove funzionalità di Android che la roadmap sono controllate da Google, con poco o nessun aiuto da parti esterne o dalla stessa OHA (Open Handset Alliance - il gruppo riconosciuto di produttori che offrono Android nei propri dispositivi mobili). Attualmente la OHA non ha nessuna funzione, non esiste un'entità formale o legale, non esistono processi di comunicazione tra i suoi membri nè esistono incontri tra gli stessi." dice il report.

I soldi contano

Il reporto conclude affermando che generalmente più il progetto è aperto, maggiore il suo successo. Allo stesso tempo, riconosce che la popolarità di Android contraddice questa conclusione. Il "paradosso" di Android è discusso molto dettagliatamente, fino a suggerire che le chiavi del successo di Android sono state le ingenti risorse finanziarie di Google, e le ingenti risorse ingegneristiche che hanno collaborato ad Android.

Il testo completo del report VisionMobile è disponibile con licenza CC e può essere scaricato dal sito dell'agenzia.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Disruptive Innovation

Management Consulting

Vai al profilo

Fingerlinks

Siamo una startup tecnologica estremamente dinamica. Ci occupiamo di system...

Vai al profilo

WARE'S ME srl

Nata nel 2010, WARE’S ME è una giovane società̀ di servizi, con base a Padova, attiva...

Vai al profilo