Vari /

iPhone contro tutti

iPhone contro tutti

10 Agosto 2015 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
iPhone continua a essere il punto di forza di Apple. Continua a crescere e potrebbe continuare a farlo. A spese di produttori come Samsung e di Android. Per Apple è la fonte principale di fatturato, per la concorrenza un modello da emulare. La crescita non può essere infinita ma perché no?

Il successo di iPhone 6 è un fenomeno commerciale, anche perché elevatissimo è il numero di possessori di iPhone che hanno lasciato lo smartphone che avevano per acquistarne uno nuovo, spesso nella versione allargata 6S. Secondo indagini Apple a voler migrare al nuovo modello è quasi il 90% dei possessori di un iPhone, una percentuale elevatissima soprattutto se confrontata con la stessa propensione all’aggiornamento degli utenti Samsung (50%). La base installata ha superato il mezzo milione di unità vendute ma il fenomeno più interessante scatenato dall’arrivo di iPhone 6 è il numero crescente di consumatori che hanno abbandonato Android per Apple. E’ un fenomeno poco valutato perché la maggior parte degli osservatori si ferma all’osservazione superficiale dei numeri, che per il momento danno ragione a Android.

CONSIGLIATO PER TE:

PC Microsoft & Apple pari sono

Il successo di iPhone e le difficoltà di Samsung, nonostante il rilascio di un prodotto di qualità come il Galaxy S6/S6 Edge, inidcano una difficoltà complessiva del modello aperto (OEM) Android a reggere la competizione con quello proprietario di Apple. Il successo di Android è legato alla diffusione di smartphone di fascia bassa ed ha funzionato finora in un mercato che ha visto crescere l’interesse verso l’oggetto smartphone e ha portato molti consumatori a sperimentare le nuove tecnologie con cautela e con budget controllati. Ora che il mercato è maturo e il consumatore conosce meglio i suoi bisogni e l’offerta, lo scenario complessivo del mercato è mutato. Come capita sempre in ogni mercato maturo, anche per lo smartphone il consumatore va ora alla ricerca di una proposizione commerciale percepita come più adeguata a soddisfare i suoi bisogni e a evitargli problemi.

 

 

Una piattaforma come Android, con la sua frammentazione e senza un unico proprietario motivato a farla crescere con investimenti ma soprattutto con una visione futura, viene sempre più percepita come inferiore rispetto a una piattaforma iOS che è  proprietaria ma proprio per questo più forte per la sua stretta integrazione in termini di hardware, software, accessori e applicazioni. Una integrazione che Samsung ad esempio non può fare totalmente dipendendo dallo sviluppo di Android da parte di Google. L’aggiunta di software di qualità non è sufficiente a garantire grande innovazione e il fatto di usare un sistema operativo che molti altri usano allo stesso modo, obbliga a una competizione sul prezzo che finisce per ridurre i margini e le capacità di investimenti futuri. Un problema che non sembra toccare Apple che anzi dall’iPhone trae le sue maggiori risorse finanziarie per continuare a innovare e a far evolvere la sua piattaforma iPhone in termini di user experience, software, accessori, applicazioni e molto altro.

La crisi di Samsung e l’accresciuta competitività sul mercato di fascia bassa degli smartphone derivata dal crescente attivismo di molte Marche cinesi non fanno che confermare la difficoltà che Android sta incontrando. Non come prodotto, perché Android è comunque una piattaforma di qualità, ma come modello di business sostenibile per i molti operatori che hanno scelto il sistema operativo mobile di Google. Un modello che, vista la percentuale di Android sul mercato, sembra funzionare ma che non tiene conto dei mutati bisogni dei consumatori e non sembra pronto a fornire una risposta alternativa a quella vincente di Apple. Ne è un esempio il successo che iPhone sta incontrando in Cina, il paese nel quale si sono affermate grandi nuove marche come Xiaomi e Huawei.

L'unica consolazione per i nemici di Apple che nessun successo può continuare per sempre....

Peccato che nell'attesa che il fenomeno iPhone si attenui, i concorrenti rischino di perdere fattirato, profitti e soprattutto la possibilità di innovare per rispondere meglio ai favvisogni dei loro clienti.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Andrea Parisse

Enterprise Architect Sono laureato in Informatica e lavoro nel settore ICT di una...

Vai al profilo

Francesco De Simone

Mobile Developer Android/iOS Freelance !

Vai al profilo

Italia Multimedia

Italia multimedia, web agency a Milano, progetta, disegna e realizza Siti Web, Portali...

Vai al profilo

MamoSoftware

Sviluppo software per passione. Ho realizzato il Gestionale AlfaDesk su piattaforma...

Vai al profilo