Vari /

Perché Windows 8 non decolla? Colpa della interfaccia?

Perché Windows 8 non decolla? Colpa della interfaccia?

13 Maggio 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Dal suo rilascio il nuovo sistema operativo di Microsoft è diventato oggetto di numerosi articoli, tutti incentrati sull’illustrare il suo successo o insuccesso. Mentre Microsoft parla di 100 milioni di licenze vendute sono numerosi coloro che ritengono che Windows 8 non abbia ancora trovato piena accettazione da parte della comunità Windows.

A navigare in rete si incorre da alcuni mesi in commenti, articoli, racconti di utenti Windows più o meno delusi che per trovare una ragione all’acquisto di Windows 8 ricordano i successi passati delle versioni precedenti di Windows ( Windows 3.1, Windows 98, Windows XP)e analizzano quelle che invece sono state un insuccesso (Windows 95, Windows ME, Windows Vista).

Tra i numerosi fan di Microsoft sono molti ad interrogarsi su cosa non funzioni, soprattutto perché il prodotto è buono così come è considerata valida l’idea di fornire una interfaccia tattile unificata per telefoni e desktop. Una prima riflessione sulle difficoltà porta proprio all’interfaccia e al fatto che, pur essendo ottima in termini di design, lo è meno da quello funzionale. L’utente Windows abituato ai menu a barre tradizionale farebbero cioè fatica ad adattarsi. E’ come se avesse paura del cambiamento introdotto reputandolo radicale perché ha cambiato il vecchio modo ‘di essere’ dell’interfaccia Windows, l’unica vera cosa che era ritenuta elemento di differenziazione del sistema operativo Windows.

Come reazione e alla rcerca di palliativi, molti utenti Windows 8 hanno scaricato utilità come Pokki, Start8 e Classi Shell con lobiettivo di riportare al presente le abitudini e le funzionalità del passato. Il download di questi programmi è in costante aumento e tale da porre qualche riflessione alla Microsoft su quanto realizzato e sui piani per il futuro.

Il problema non è così irrilevante se si considera la diffusione di Windows come piattaforma nella maggior parte delle aziende. La necessità di formare migliaia di dipendenti alle nuove funzionalità della interfaccia e di intervenire su abitudini consolidate, difficili da abbandonare, può rivelarsi particolarmente costoso. Il costo potrebbe spiegare perché Windows 8 stenti a diventare un aggiornamento software diffuso nelle aziende e il rinvio di alcune scelte e decisioni da parte dell’IT aziendale.

Il problema è rilavante per Microsoft perché molte aziende e i loro dipartimenti IT potrebbero essere inclini a cambiare piattaforma e fornitore. Se si deve imparare qualcosa di nuovo, potrebbe essere la decisione, perché non farlo con una soluzione di Apple!

Se una idea di questo tipo cominciasse a prendere piede, i problemi per Microsoft potrebbero improvvisamente aumentare.

Voi cosa ne pensate?

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Computime Srl

Computime, rivenditore Apple dal 1983, Servizi per l'editoria, Software House. La...

Vai al profilo

gandgapp

Sviluppatore Android

Vai al profilo

Missione Web

La nostra Web Agency è costituita da un team giovane e dinamico che subisce da sempre il...

Vai al profilo

Arsenal S.R.L.

Simulatori e visual simulation immersiva ad elevata interattivita' - con software di...

Vai al profilo