Windows /

Windows 8, consuntivo 2012 e previsioni 2013

Windows 8, consuntivo 2012 e previsioni 2013

28 Dicembre 2012 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Il rilascio di Windows 8, la piattaforma di sistema operativo pensata da Microsoft per rilanciare il personal computer offrendo al tempo stesso una piena compatibilità con tablet e smartphone, non sembra dare i risultati sperati. I possessori di personal computer non sembrano motivati ad una migrazione rapida e più che al sistema operativo sembrano interessati alle novità che potrebbero arrivare sotto forma di nuovi dispositivi mobili di nuova generazione.

Gli analisti e gli opinionisti sono tutti abbastanza concordi nel dichiarare che il tentativo di Microsoft di rilanciare la propria immagine sul mercato attraverso il rilascio di Windows 8 sia stato, almeno fino ad oggi, un fallimento. L’accoglienza da parte dei consumatori è stata tiepida e non ha portato a nessun tipo di entusiasmo capace di lanciare il nuovo sistema operativo e ad attrarre nuovi utenti rubati alla concorrenza.

Secondo il New York Times  i risultati sono stati peggiori delle attese principalmente perchè Windows 8 richiede una curva di apprendimento piuttosto lunga e capace di intimidire qualsiasi tipologia di utente ma anche perchè i consumatori continuano a preferire e a comperare iPad e a ritardare l’aggiornamento al nuovo sistema operativo sui loro personal computer.

Secondo Microsoft gli aggiornamenti fin qui effettuati sono stati più di 40 milioni ma è ancora presto per una valutazione complessiva dell’andamento di mercato di Windows 8. Il fatto è che Microsoft non sembra essere riuscita nell’intento di uscire fuori dal cono d’ombra nel quale si è ritrovata per non avere capito per tempo la rivoluzione tecnologica che ha accompagnato l’arrivo sul mercato dei nuovi dispositivi mobili con le loro piattaforme di sistema operativo.

La conferma di una situazione non eccellente viene da una stagione di vendite di fine anno che avrebbe dovuto vedere le proposte PC e tablet con Windows 8 caratterizzare lo shopping natalizio e che invece hanno evidenziato che il mercato PC non è più così semplice. Le vendite di questi dispositivi è in contrazione da anni e il 2012 non sembra aver cambiato il trend. La causa può essere la crisi economica che ha ridotto i budget di spesa delle famiglie e degli individui ma ci sono sicuramente ragioni più profonde determinate dal cambiamento del sentiment e dei comportamenti dei consumatori verso le nuove tecnologie.

Se non fosse così non si spiegherebbe come mai una interfaccia utente come quella di Windows 8, che fa da ponte tra personal computer e tablet offrendo consistenza in termine di funzionalità e modalità di interazione con il dispositivo, non è bastata a convincere i consumatori nella scelta di nuovi dispositivi Windows. Anzi sembra quasi che e nuove funzionalità e capacità abbiano in qualche modo disorientato l’utente facendogli rinviare qualsiasi scelta di aggiornamento e/o di acquisto di un nuovo dispositivo.

A frenare la diffusione di Windows 8 è stata sicuramente la impossibilità di procedere all’acquisto di nuovi terminali dotati di display tattili capaci di sfruttare la nuova interfaccia touch del sistema operativo. Sul mercato sono già disponibili dispositivi PC di questo tipo ma l’offerta è ancora limitata e poco competitiva, soprattutto con dispostivi tablet come iPad e Galaxy Tab.

La situazione potrebbe cambiare nel corso del 2013 con l’arrivo di nuovi prodotti che i vari partner storici di Microsoft, da sempre legati al mondo dei PC, porteranno sul mercato. Ma la sostituzione del personal computer sarà comunque condizionata dalla persistenza della crisi che lima i budget delle aziende. La scelta più semplice rimane quella dell’aggiornamento ma anche questa opzione sembra per il momento non essere preponderante rispetto ad altre priorità di spesa finalizzate ad affrontare la crisi in corso.

Se questo è lo scenario anche il 2013 si presenta per Microsoft in salita. Le vendite di PC non cresceranno e nel 2013 verranno confermate molte delle dinamiche che hanno condizionato il mercato IT attuale caratterizzato da una forte ascesa del tablet e una ancor maggiore pervasività dello smartphone. Entrambi i dispositivi sembrano offrire agli utenti le funzionalità e le risorse desiderate e utili a soddisfare i bisogni sia personali che lavorativi non solo sul posto di lavoro ma in mobilità.

Per comprendere bene di quali scenari stiamo parlando quando ci riferiamo a Microsoft, a Windows 8 e alle difficoltà che il nuovo sistema operativo sta affrontando sul mercato è utile ricordare ciò che molti opinionisti e commentatori in rete evitano costantemente di menzionare. Nel mercato dei sistemi operativi il predominio assoluto è sempre di Micorsoft e la fetta di Apple o Linux è minima come illustarto dalla immagine qui sotto riportata.

I dati illustrati sono interessanti perchè indicano quanto sia stato limitato, per il momento, il successo di Windows 8 rispetto alle versioni Windows precedenti e quanto grande sia l’opportunità che Microsoft ha considerando la garndezza del mercato e del market share di cui dispone.

Negli ultimi tre mesi, a partire dal rilascio di Windows 8, Windows 7 ha superato Windows XP evidenziando come molte aziende abbiano deciso di provvedere ad un aggiornamento in più per evitare il passaggio diretto a Windows 8, considerato troppo complesso e oneroso.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


MamoSoftware

Sviluppo software per passione. Ho realizzato il Gestionale AlfaDesk su piattaforma...

Vai al profilo

Computime Srl

Computime, rivenditore Apple dal 1983, Servizi per l'editoria, Software House. La...

Vai al profilo

Startbusiness

SB un’azienda che fa scouting nel mondo ICT (Information Communication Technology...

Vai al profilo

Catalab

CATALAB è il progetto imprenditoriale di una realtà commerciale giovane e dinamica in...

Vai al profilo