Windows /

Comincia per Microsoft una nuova fase. Windows 8 ma soprattutto un ecosistema applicativo.

Comincia per Microsoft una nuova fase. Windows 8 ma soprattutto un ecosistema applicativo.

31 Ottobre 2012 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Microsoft non vuole sbagliare. Prima, durante e dopo il rilascio di Windows 8 la parola chiave è stata Applicazioni. Microsoft sa che la battaglia si vince sulle applicazioni e punta alla creazione di un nuovo ecosistema Windows 8 capace di catalizzare l'attenzione di consumatori, aziende e sviluppatori e il loro coinvolgimento nello sviluppo di nuove applicazioni e nella rapida migrazione/integrazione di quelle esistenti.

Il mese di ottobre chiude il sipario sul palcoscenico degli annunci di Microsoft. Non solo Windows 8 ma anche tablet Surface e da ultimo Windows Phone 8. Il nuovo sistema operativo vedrà declinazioni in vari stili e personalità da parte dei molti partner hardware di Microsoft e andrà alla conquista di nuovi e importanti market share in competizione con piattaforme già ampiamente affermate come iOS e Android.

I rpodotti e le piattaforme lanciate da Microsoft sono strumentali ad una strategia ampiamente anticipata e annunciata che ruota intormo alla creazione di un ecosistema applicativo. Un ecosistema nuovo rispetto a quelli esistenti perchè Windows 8 è multi-piattaforma ed è disponibili sia sui personal computer (desktop, netbook, notebook) che sugli smartphone e i tablet. La specificità dei nuovi dispositivi, dettata dalle nuove interfacce utente di Windows 8, è di essere dotati di display tattili e di poter sfruttare al meglio, ma soprattutto sui dispositivi mobili, la nuova interfaccia Metro introdotta da Microsoft. Una interfaccia che obbligherà gli utenti ad apprendere nuove modalità funzionali e di interazione con il loro dispositivo, che suggerirà alle strutture IT la migrazione rapida delle applicazioni alle nuove funzionalità di interfaccia e che contribuirà in termini di maggiore produttività ed efficienza operativa.

La nuova sfida di Microsoft è ambiziosa e al tempo stesso critica. Si base infatti sull'ambivalenza stessa del nuovo sistema operativo, pensato e sviluppato con in testa target di mercato e bisogni diversi. Da un lato Microsoft vuole conservare l'enorme patrimonio acquisito negli anni in termini di base installata e presenza nelle organizzazioni IT delle aziende. Dall'altro vuole perseguire nuove opportunità di meracto con una proposta consumer attrattiva e competitiva alla pari di quella Apple. La propensione consumer è dimostrata dal nuovo sistema operativo, dall'ingresso nel meracto come produttore hardawre ma anche dalle applicazioni Xbox per la musica, l'integrazione con le piattaforme sociali e le soluzioni di intrattenimento e gioco.

Il ritardo accumulato da Microsoft sul meracto delle nuove tecnologie mobili e delle nuove piattaforme di sistema operativo è riscontrabile nel numero limitato di applicazioni per ora presenti sullo store di Windows 8. Sono poche le applicazioni consumer, ancora meno quelle business (ma lo store di Windows Phone 8 contiene già 120000 applicazioni). Senza contare le lacune funzionali tipiche di un sistema operativo in fasce che deve confrontarsi con gli accorgimenti e le funzionalità già implementate da piattaforme che da più tempo hanno potuto confrontarsi con i bisogni e le richieste degli utenti utilizzatori.

La sola eccezione riguarda la disponibilità su tutte le varie piattaforme Windows 8 della suite Office 2013.

L'esiguità nelo numero delle applicazioni e una proposta in termini di servizi ancroa da costruire definiscono per il momento un ecosistema applicativo Windows 8 facilmente attaccabile dalle piattaforme iOS e Android. Ma la volontà e gli investimenti Microsoft in questa direzione sono elevati e un sistema operativo multipiattaforma come Windows 8 faciliterà lo sviluppo di nuove applicazioni, la crescita dellìofferta di servizi per l'integrazione dell'esistente con il nuovo.

A determinare il successo dell'ecosistemna di Windows 8 sranno comuqneu gli utenti, sviluppatori e aziende. Gli sviluppatori daranno un contributo fondamentale nel momento in cui intravederanno benefici, vantaggi e guadagni concreti. Le aziende lo daranno se la nuova proposta di Microsoft si dimostrerà essere economica, facile da implementare e generatrice di nuova produttività ed effiucienza aziendale.

Per facilitare il contributo delle audience di rifrimento al successo di Windows 8, Micorsoft deve abbandonare il suo approccio tradizionale di stampo IT e puntare tutto sulle esigenze e sulle user experience degli utenti. Non è detto che una straegia multipiattaforma sia ciò che gli utenti chiedono o desiderano. Molto più importante, nell'era della consumerizzazione dell'IT, per l'utente la facilità con cui può lavorare, la validità e semplicità dell'interfaccia utente e la disponibilità di applicazioni specifiche per ogni ambito di lavoro o attività. Poco importa se l'interfaccia touch a mattonelle è le stessa per accedere a soluzioni e servizi cloud diversi e se il passaggio a Windows 8 non sarà rapido come vorrebbe tanto e con urgenza la Microsoft.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Italia Multimedia

Italia multimedia, web agency a Milano, progetta, disegna e realizza Siti Web, Portali...

Vai al profilo

MSG applicationconsulting

Vai al profilo

Third Millenium

Software house dedicata allo sviluppo di App per il mondo mobile

Vai al profilo

DUECI

Il mondo Apple per le aziende e gli ambienti di produzione - Sviluppo software su...

Vai al profilo