Ambiti di applicazione e Strategie /

2015: le tecnologie indossabili entrano in azienda

2015: le tecnologie indossabili entrano in azienda

28 Ottobre 2014 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Tecnici dotati di Google Glass utili a sfogliare manuali di manutenzione, addetti al call center capaci di interagire con schermi alla Minority Report con semplici movimenti delle mani, sistemi biometrici indossabili per superare accessi protetti e controllati. Solo alcuni dei molti esempi di nuovi dispositivi indossabili che potrebbero arrivare nel 2015 in azienda.

Il mercato delle tecnologie indossabili è per il momento ricco di descrizioni e previsioni, meno di prodotti e reali opportunità di mercato. Grazie a Google e alle numerose iniziative implementate per il lancio lungo dei suoi Google Glass, oggi il mercato è maggiormente consapevole e dotato di maggiori conoscenze su una proposizione tecnologica che è destinata nei prossimi 5-10 anni a rivoluzionare il nostro modo di interagire con la tecnologia.

Prodotti e tecnologie indossabili sono diventati un argomento alla moda nel mercato tecnologico e industriale. Molti lo associano alla Internet degli oggetti e ne vedono una evoluzione parallela e integrata e quando ne parlano si limitano a focalizzare la loro attenzione sulle soluzioni di Google e Apple. La realtà di mercato è molto più interessante e propone una sguardo più attento su prodotti che in molti ambiti stanno permettendo numerose forme di sperimentazioni e applicazioni ricche di spunti per nuove evoluzioni future.

 

Prima delle campagne di Google, gli amanti della fantascienza e della lettura hanno potuto scoprire le mille e una possibili applicazioni delle nuove tecnologie indossabili. Dal Neuromante di Gibson al protagonista di Minority Report di Philip Dick, la letteratura fantascientifica è piena di innovazioni tecnologiche capaci di sucitare interesse e curiosità ma anche di prevedere ciò che è possibile realizzare. Molte delle tecnologie indossabili di cui si parla sono riferite al mercato di massa composto da consumatori già abituati a dotarsi di tecnologie Mobile e predisposti, anche mentalmente, a possederne di altre. Poco si parla invece di tecnologie indossabili applicate al mondo del lavoro e in ambiti lavorativi nei quali potrebbero favorire nuova efficienza e maggiore produttività.

Dispositivi con tecnologie indossabili sul mercato: Pebble, Google Glass, LG G Watch, Motorola Moto 360, Samsung Gear Live, Qualcomm Toq, Sony Smartband, Apple iWatch, Bionyms's Nymi, Fitbit, Garmin Vivofit, GOQii, Jawbone Up, Nike FuelBand, Polar, Ringly, ecc.

Dietro la scena e fuori dalla lente dei media molte aziende stanno creando e progettando nuovi prodotti indossabili destinati ad un mercato aziendale e business. Sono prodotti nuovi, finalizzati alla produttività, anche se in alcuni casi implementazioni di idee che hanno già avuto sperimentazioni precedenti e non sempre di successo come l'utilizzo di monitor speciali e portatili da usarsi in mobilità. In alcuni casi si tratta di nuove tecnologie destinate a fornire delle piattaforme di sviluppo (Android Wear, Salesforce Wear) per creare applicazioni ad hoc per prodotti tecnologici indossabili come Pebble, Fitbit, Samsung, Philips, ecc.

I nuovi prodotti, le tecnologie e le piattaforme di sviluppo o di sistema operativo sono destinate a produrre un impatto forte su organizzazioni aziendali grandi e piccole. Un impatto che a oggi può essere difficilmente valutato nei suoi benefici e vantaggi ma soprattutto capacità 'disruptive' rispetto a modelli di business, processi aziendali e modi di operare tradizionali. Non è un caso che le aziende più innovative stiano già guardando alle nuove tecnologie allo scopo di migliorare la prosuttività sul posto di lavoro e l'efficienza organizzativa.

Anche se ancora poco numerosi, i casi concreti di applicazione delle tecnologie indossabili evidenziano i vantaggi possibili (produttività in aumento del 10%) e suggeriscono nuovi investimenti futuri e nuove soluzioni, diverse da quelle fin qui speriementate come macchine fotografice mentate sui caschi di tecnici e operai di cantiere, occhiali intelligenti usati per risolvere problemi in tempi più rapidi, strumenti medicali, braccialetti con display, copricapi o cuffie wireless, ecc.

I nuovi gadget tecnologici indossabili vengono paragonati allo smartphone attuale e indicati come una sua evoluzione futura tendente alla sua sostituzione futura. Difficile che ciò avvenga ma il successo dello smartphone è la metafora perfetta per illustrare cosa avverrà con le nuove tecnologie indossabili in termini di accesso alla informazione, opportunità di interazione e collaborazione, produttività, efficienza, facilità e rapidità nello svolgimento di un compito lavorativo, interfaccia utente.

 

I Google Glass di Google, ma anche altri come il Moto di Motorola,  sono un esempio concreto di ciò che può avvenire con nuovi prodotti indossabili e miniaturizzati ma capaci di interagire verbalmente con i loro proprietari, di interagire attraverso modalità diverse dalle attuali come tastiere virtuali, di visualizzare grandi quantità di dati su display piccoli ma percepiti come grandi (in un meeting un rappresentante commerciale potyrebbe inquadrare un cliente presente alla riunione e visualizzarne la scheda disponibile sul CRM aziendale) e di comunicare telefonicamente o in teleconferenza come si fa oggi con uno smartphone o personal computer. I google Glass continuano a essere in una fase di sviluppo Beta e semplici oggetto di sperimentazioni ma le loro potenzialità in termini di applicazioni e soluzioni sogno ogni giorno più chiare e testate.

Le nuove tecnologie indossabili sono l'evoluzione di quelle Mobile e possono facilmente trarre vantaggio dalla loro diffusione e pervasività. Cambiano le dimensioni dei nuovi prodotti, gli ambiti di applicabilità e le Applicazioni (APP). Migliorano le esperienze di consumo dei consumatori, quelle lavorative di professionisti e dipendenti aziendali e offrono nuove opportunità di business che possono trarre vantaggio dalla facilità con cui si accede alle informazioni per trasformarle in strumento di business.

Secondo le numerose previsioni fin qui pubblicate il mercato delle tecnologie indossabili è destinato a crescere costantemente fino a valere nel 2018 quasi 9 miliardi di dollari (secondo ABI Research nel 2018 i miliardi saranno 18). Facile prevedere che poche aziende vorranno rimanere al di fuori dei nuovi mercatii che si creeranno e che molte appronteranno piani e budget appropriati per investigare gli sviluppi e i progetti possibili e rimanere in questo modo competitivi.

Da questi progetti e nuovi sviluppi nasceranno nuove tecnologie e applicazioni che già nel 2015 arriveranno sul mercato sotto forma di prodotti, indossabili dalle persone o integrati in altri strumenti tecnologici di uso comune come la macchina, la stampante, il telefono, il computer, ecc.

I possibili ambiti di nuove applicazioni di prodotti con tecnologie indossabili sono numerosi, ne elenchiamo solo alcuni:

  1. Dispositivi per il Customer Service, montati su caschi o suporti frontali appositi,  utili a tecnici e controllori per accedere a informazioni utili allo svolgimento del loro lavoro senza dover impiegare le mani per cercarle, organizzarle e usarle. Caschi simili sono già in dotazione di lavoratori che operano in ambiti industriali particolari come il trasporto aereo ma sono solo una esemplificazione di quanto potrebbe essere fatto in futuro grazie a nuove tecnologie e applicazioni
  2. Nuove tipologie di display virtuali e strumenti per interagire con essi, nelle modalità già illustrate in film come Minority Report nel quale Tom Cruise interagisce con uno schermo trasparente senza toccarlo ma con semplici movimenti delle mani.
  3. Nuovi dispositivi per la sicurezza che indossari possono permettere l'accesso a luoghi protetti grazie a sensori biometrici capaci di profilare la persona e verificare le sue credenziali di accesso
  4. Dispositivi medicali utilizzabili da chirurghi durante interventi in sala operatoria o dispositivi per monitorare la salute del paziende ricoverato o sotto intervento
  5. Sicurezza. Dispositivi intelligenti come Snapshot di una società di assicurazioni americana. Inegrato nell'auto è capace di raccogliere informazioni dettagliate sul modo di guidare e le abitudine del proprietario dell'auto allo scopo di valutare se offrire uno sconto sulla polizza assicurativa.

 

 

L'arrivo di prodotti con tecnologie indossabili nelle aziende avverrà nella stessa modalità che ha caratterizzato l'ingresso e poi la diffusione dei dispsitivi mobili. Accanto alle pratiche BYOD nasceranno nuove partiche WYOD (Wear Your Own Device) che porterà ad una consumerizzazione delle tecnologie indossabili in azienda e a una loro maggiore penetrazione e applicazione.

Così come il BYOD ha obbligato le aziende e i loro dipartimenti IT a rivedere procedure, processi e policy aziendali, anche il WYOD non avverrà in modo indolore e contribuirà a mettere ulteriormente sotto pressione responsabili IT per problemi legati alla connettività (rete, wireless, ecc.) all'accesso, ai dati, alla infrastruttura, alla sicurezza e alla necessità di nuove applicazioni. Nasceranno nuove istanze legate alla privacy e agli aspetti legali ma soprattutto alle nuove partiche e ai nuovi comportamenti degli utenti.

Tecnologie indossabili: previsioni 2015

Tutte le analisi condotte in questo scorcio di fine anno 2014 indicano in crescita il segmento di mercato delle tecnologie indossabili. E' una crescita che molti analisti vedono costante e altri altalenante a causa dello stato dell'arte della evoluzione attuale della tecnologia e del mercato.

NPD DisplaySearch Reports (Wearable Device Market growth 2014 – 2020) ad esempio vede una crescita cospicua nel corso del 2015 seguita da un declino e poi da una crescita graduale e costante per gli anni a seguire. I dispositivi venduti nel 2014 dovrebbero attestarsi sui 50 milioni di pezzie qausi raddoppiare nel corso del 2015. A dominare il mercato saranno paesi emergenti e in particolare mercati come quello cinese.

Secondo Accenture i due mercati che cresceranno di più e in modo esplosivo sono quello della Internet degli oggetti e delle tecnologie indossabili. Il secondo crescerà più rapidamente e interesserà un numero crescente di consumatori disposti, già nel 2015, a acquistare un prodotto tecnologico indossabile. Il mercato subirà una accelerazione solo a patto che i nuovi prodotti perdano la loro valenza modaiola (da geek), diventino più facili da usare e abbiano una durata (batteria) in termini energetici più lunga di quella attuale. Su 2000 intervistati da Accenture solo il 3% si dichiara già disponibile all'acquisto di capi di vestiario con tecnologie indossabili integrate ma il 16% sta pensando all'acquisto di caschi tecnologici dotati di display.

Secondo Statista il mercato continuerà a crescere fino ad attestarsi nel 2018 a 12,6 miliardi di dollari.

Canalys definisce il mercato delle tecnologie indossabili attuale in una fase adolescenziale ma con vendite nel corso del 2014 che potrebbero raggiungere 17 milioni di unità. Il 2014 è l'anno nel quale le tecnologie indossabili entrano in modo stabile nel mercato al consumo. Il 2015 sarà l'anno del primo exploit con una crescita più che doppia nel 2015, trainata principalmente dai cosiddetti gadget/dispsoitivi intelligenti.

Analisi simili possono essere trovate facilmente in rete. Tutte descrivono scenari tra loro simili in volumi di vendità, fatturati, diffusione e pervasività nel mercato.

 

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Minitec2

Specialista in reti e sicurezza sistemi Windows Linux mac tablet, assistenza tecnica...

Vai al profilo

Italia Multimedia

Italia multimedia, web agency a Milano, progetta, disegna e realizza Siti Web, Portali...

Vai al profilo

Consoft Sistemi S.p.A.

Web & Digital Technology, Big Data, IoT & Telemonitoring

Vai al profilo