Ambiti di applicazione e Strategie /

Gli stili di vita del cittadino e lavoratore Mobile

Gli stili di vita del cittadino e lavoratore Mobile

05 Aprile 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Il cittadino mobile è da sempre il nomade, per qualcuno lo zingaro. Ma mobili sono sempre stati anche i possessori di camper e roulotte. Oggi con Mobile ci si riferisce al possesso di dispositivi come telefoni cellulari, smartphone e tablet. Le nuove generazioni sono mobili per definizione come ci raccontano i loro stili di vita.

La rete è per definizione un luogo di nomadismo virtuale, oggi praticato online attraverso dispositivi smartphone, phablet e tablet, mobili per definizione, per caratteristiche tecniche e per scopo. In una realtà nella quale il web, i dispositivi, i contenuti, tutto è diventato mobile, si perde di vista il fatto principale, che la mobilità non è una scelta tecnologica (a muoversi siamo noi, non i nostri dispositivi) ma uno stile di vita.

Si ricorre alle nuove tecnologie per semplificare la vita personale e professionale e si pratica la mobilità in modi diversi a seconda dell’età anagrafica, del reddito, del livello di cultura e di educazione scolastica, di appartenenza sociale, ecc. E’ una mobilità ( muoversi implica andare da un punto verso un latro) strana perché più ci si allontana da qualcuno e più si può comunicare,  interagire e collaborare con lui (Facebook, Twitter, Foursquare, ecc.).  Le tecnologie sono diventate abilitanti ma nella realtà siamo noi ad aver cambiato preferenze, comportamenti e stili di vita. Abbiamo scelto la mobilità come stile di vita perché ci piace essere connessi, perché è conveniente, più divertente, non limitato all’età, e applicabile alla vita personale così come a quella lavorativa.

I nuovi stili di vita determinano nuovi contesti che fanno emergere nuovi bisogni e nuove richieste. Per comprendere questi bisogni è necessario riflettere sulla natura antropologica essenzialmente nomade del genere umano e delle varie forme in cui essa si esprime dando forma a nuove esperienze. Ci si muove per esplorare, per migrare, per avventura e per molti altri motivi. Lo si fa per opportunismo, dinamismo, indipendenza, apertura al nuovo, flessibilità e sempre con un elevato grado di adattamento.

La mobilità tecnologica odierna funziona da catalizzatore e strumento in grado di soddisfare il bisogno di relazione e collegamento tra le persone. Per capirla bisogna contestualizzarla di volta in volta, osservando in modo dinamico i comportamenti delle persone, nel loro essere mobili e in movimento. La mobilità contribuisce a definire contesti in costante cambiamento. Cambiano le motivazioni, gli ambienti, le tecnologie usate e le azioni. Cambia soprattutto l’uso che viene fatto delle nuove tecnologie e il loro ruolo nel determinare nuove esperienze utente. L’efficienza e la produttività sono due risultati concreti delle tecnologie mobili. Ma lo stile di vita Mobile va oltre per abbracciare tutte le attività che caratterizzano la vita in mobilità delle persone e che riguardano i nuovi modi di interagire e collaborare con gli altri, la pianificazione di viaggi e vacanza, gli acquisti di beni e servizi, l’ascolto di musica, la lettura e molto altro.

 


Cosa ci dicono le indagini di mercato

Sul tema della mobilità e degli stili di vita ad essa riconducibili le indagini sono tanto numerose quanto è grande l’appetito dei consumatori per i nuovi media mobili. Un appetito che non è più strumentale per soddisfare alcuni bisogni di comunicazione ma permea ogni aspetto della vita moderna.

Secondo una indagine di InMobi il cittadino Mobile è sempre connesso, impegnato nella navigazione del web in famiglia (48%), durante eventi pubblici (45%), in viaggio per spostarsi tra csa e ufficio (60%) o durante attività e radiche di shopping (43%).

Il 75% delle persone coinvolte nell’indagine di inMobi hanno sottolineato il ruolo delle nuove tecnologie mobili nel far loro conoscere qualcosa di nuovo, il  67% ritiene di avere avuto maggiori opportunità e opzioni, il 46% ha fatto acquisti con il suo dispositivo e il 45% ritiene di essere stato influenzato nel processo decisionale di acquisto.

A fare la differenza sembrano essere le numerose APP disponibili e tutte capaci di coinvolgere il consumatore a livelli personali condizionandone sensazioni, emozioni, comportamenti e scelte. L’80% degli intervistati ammette di avere proceduto ad un download o ad una scelta di acquisto perché influenzato da una azione o una promozione mobile che ha suggerito scelte improvvise e rapide.

La tecnologia mobile ha cambiato la percezione della pubblicità da parte dei consumatori. Il 59% si trova a suo agio e ammette di lasciarsi influenzare (66%) nelle sue scelte da consumatore

Per chi fosse interessato a conoscere di più:

Tendenze in formazione, sguardo sul futuro


comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


SPLTEK

SPLTEK, sviluppo di applicazioni su piattaforma Android

Vai al profilo

Creact

Creact si occupa dello sviluppo di soluzioni mobile, web e desktop. Creact dà vita a...

Vai al profilo

iMotion Software

iMotion Software è una realtà attiva nello sviluppo di soluzioni mobile in ambito...

Vai al profilo

Michael Rovesti

Mi chiamo Michael Rovesti sono un developer alle prime armi di Reggio Emilia questa è la...

Vai al profilo