Il tablet da solo non basta

08 Giugno 2011 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
I tablet stanno diventando dei driver formidabili di business per i molti produttori di personal computer che, dopo l’introduzione dell’iPad di Apple, hanno deciso di rivedere i loro piani e le loro strategie produttive per incorporare nella loro proposizione una nuova categoria di device. Ma il dispositivo in sé non farà la differenza. Servono strategie, visioni e programmi utili a ridefinire i contesti nei quali i nuovi device verranno utilizzati e serve una migliore comprensione della loro rilevanza nel definire e determinare nuove tendenze in ambito informatico in azienda.

Produttori come Dell che hanno costruito il loro successo sul personal computer sia nel mercato consumer che business non possono non tenere conto dei dati raccolti da analisti quali Forrester che evidenziano uno ‘shift’ forte dai dispositivi attuali al tablet tanto da far prevedere per il 2014 un vero e proprio sorpasso nel mercato consumer e un 25% di tablet rispetto ai PC in quello business. Per lo stesso motivo Motorola non solo ha rilasciato il tablet Xoom ma ha anche creato una Business Unit ad hoc Mobility per riempire di strategie, servizi e risorse un nuovo programma di ricerca e sviluppo. L’aumento esponenziale previsto di acquirenti e utilizzatori di tablet definirà nuovi ecosistemi nei quali i produttori possono sperimentare nuovi bisogni, forme di utilizzo e comportamenti utili a posizionare e ad arricchire i nuovi dispositivi per il mondo business. Per farlo il tablet non può essere il prodotto finale di un semplice processo produttivo ma il fulcro di una strategia che mentre utilizza al meglio la tecnologia disponibile fa della user experience e delle applicazioni i cardini di tutte le iniziative e programmi futuri. Obiettivo finale è soddisfare nuovi bisogni ma per farlo il dispositivo hardware da solo non è sufficiente.

La compresenza di così tanti produttori nel mercato dei tablet è una chiara dimostrazione delle molteplici opportunità di business che esso è in grado di offrire. Il mercato è immenso ed aperto a proposte diverse perché diversi sono i segmenti che lo compongono. All’offerta di tablet slate, ibridi, convertibili, Chromebook, UltraBook ecc. si affianca la ricchezza e la numerosità delle applicazioni, sia per uso personale che professionale. La differenza verrà fatta dalla qualità offerta e dalla capacità di integrare in modo trasparante la componente personale e quella business. Nasceranno nuovi ambiti di business legati ad usi fino ad oggi impensabili perché proposti su device ingombranti, pesanti e poco ‘mobili’, Il tablet può diventare strumento di apprendimento, di presentazione, di divertimento, di intrattenimento.

Benché il tablet non possa sostituire i PC esistenti in tempi rapidi, produttori come Dell, Lenovo, Nokia ecc. stanno tutti complementando la loro offerta con una proposta tablet o di nuove generazioni di personal computer più sottili, leggeri, potenti e trasportabili.


2011 Predictions for Netbooks & Tablets di minipcpro

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


MG SoftDroid

Programmatore neofita, realizza App Android indirizzate agli studi prevalentemente...

Vai al profilo

Orefice

Società di sviluppo app per mobile android

Vai al profilo

Visual Meta

La più innovativa app per lo Shopping online è ShopAlike.it, la piattaforma...

Vai al profilo

ePERFECTMAGAZINE

eMAGAZINE - " cose che non leggi altrove" il FREE magazine che ti racconta di arte, moda...

Vai al profilo