Ambiti di applicazione e Strategie /

iPad Pro e dispositivi Apple in azienda

iPad Pro e dispositivi Apple in azienda

15 Settembre 2015 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Il nuovo iPad pro si presenta come prodotto competitivo del Surface Pro di Microsoft e riaccende i fari sulla presenza di prodotti Apple nelle aziende e nelle grandi organizzazioni. Il loro costante aumento obbliga responsabili e dipartimenti IT a definire policy adeguate e a fornire i necessari servizi di supporto e infrastrutturali, in particolare legati alla gestione e alla sicurezza

Il successo e l’immagine di Apple è prevalentemente legata alla qualità dei suoi prodotti e al loro elevato gradimento nel mercato consumer. La strategia di Apple non aveva definito obiettivi specifici per la penetrazione sul mercato aziendale ma l’introduzione dell’iPad e grazie al successo della pratica BYOD hanno fatto sì che la cosa avvenisse per default. Con effetti e conseguenze concrete sui dipartimenti e i responsabili IT che si sono trovati a dover gestire un nuovo fenomeno, in alcuni casi inarrestabile e con nuove tipologie di problemi.

L’arrivo dell’iPhone nel 2007 ha aperto l’era della mobilità, compresa quella aziendale e del mobile computing. Un mercato dominato dal mitico BlackBerry e dai dispositivi Palm, si è trovato a doversi confrontare con un dispositivo completamente nuovo e innovativo e capace di catturare attenzione e interesse di nuovi utenti, sia nella loro veste di consumatori che di dipendenti aziendali. iPhone e iPad hanno alimentato la pratica BYOD influenzando dirigenti d’azienda e responsabili IT sulle preferenze (le persone sono in genere più felici e produttive se possono usare i dispositivi che preferiscono) dei loro colleghi e dipendenti e obbligandoli ad una riflessione sulle loro scelte informatiche per l’azienda.

 

 

La diffusione dei dispositivi Apple nel mercato  consumer e la loro qualità ha reso facile la loro penetrazione nelle aziende ottenendo spesso anche il supporto dei dipartimenti IT per la loro facilità d’uso che non obbliga a interventi e iniziative formative costose e impegnative ma anche per la loro elevata sicurezza di piattaforma e applicativa.

A rallentare una penetrazione maggiore dei prodotti Apple in azienda è stato il loro costo elevato di acquisto e quello di investimenti necessari per portare in azienda nuovi skill e competenze su nuove tecnologie e ambienti operativi e per dotarsi di nuovi strumenti di gestione e controllo. Un altro punto di debolezza per Apple è stata la percezione, ancora diffusa, di una sua inadeguatezza a comprendere le necessità e le priorità di un mercato diverso da quello consumer e con requisiti IT vincolanti perché legati al business, ad esempio quello della gestione aziendale dei dispositivi con strumenti MDM o EMM.

Il cambio di passo e forse di percezione da parte delle aziende è avvenuto con l’accordo strategico che Apple ha siglato con IBM per l’implementazione di 100 applicazioni aziendali specifiche per settori industriali. La partneship con IBM ha dato a Apple una nuova autorevolezza ma soprattutto la credibilità ci cui ancora difettava in mercati importanti come quello bancario e dei servizi.

Ora il rilascio dell’iPad Pro segna un altro punto a favore di Apple in termini di performance, strumenti produttivi disponibili, ma anche strumenti di MDM grazie alla collaborazione con aziende come MobileIron e VMware con l’obiettivo di rendere più sicure su piattaforma Apple applicazioni importanti come quelle di BI, CRM, ecc.

Un mercato, quello aziendale, da sempre dominato dall’accoppiata Windows di Microsoft e Intel, ora ha l’opportunità di sperimentare nuove tecnologie ponendo a Microsoft nuove e interessanti sfide future.

La battaglia è solo iniziata!

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Mobijay

Produzione app per dispositivi mobili

Vai al profilo

Startbusiness

SB un’azienda che fa scouting nel mondo ICT (Information Communication Technology...

Vai al profilo

Engitel

Engitel è una digital company che si occupa di Web e Mobile sin dal 1995. Realizza...

Vai al profilo

New Amuser s.r.l.

Software developer, sono laureato in informatica curriculum " Sistemi e Reti...

Vai al profilo