Ambiti di applicazione e Strategie /

Cosa vuole il lavoratore mobile

Cosa vuole il lavoratore mobile

21 Febbraio 2014 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Sicurezza, aggiornamenti continui, applicazioni, ottimizzazione e supporto tecnico, sono solo alcune delle cose che il lavoratore mobile vorrebbe avere dalle organizzazioni e aziende per le quali lavora. I dipartimenti IT devono confrontarsi con un cambiamento culturale e una forza lavoro composta da lavoratori della conoscenza consapevoli dei benefici e vantaggi delle nuove tecnologie e poco disposti a continuare con infrastrutture e servizi IT tradizionali. Il problema è quanto le aziende siano pronte a soddisfare i loro bisogni.

Una indagine di Aruba svela l'importanza di mettersi al passo con una nuova generazione di lavoratori della conoscenza caratterizzati sempre più dal tipo di dispositivo mobile che usano e dal loro approccio al lavoro in mobilità. Per i dipartimenti IT aziendali, comprendere ed allearsi con questa generazione mobile è la chiave per poter continuare a giocare un ruolo startegico in azienda e per sostenere al meglio le strategie e le attività future, sempre meno centrate su dispositivi come desktop e PC e sempre più su quelli mobili.


L'indagine di Aruba descrive una generazione Mobile composta in maggioranza di persone all'inizio della loro carriera professionale, che possiedono tre o più dispositivi mobili (62%), e pensano di essere maggiormente produttivi lavorando da casa che dall'ufficio (57%). Il 45% crede di essere più efficiente lavorando prima delle 9 del mattino e dopo le 18 e il 37% vede le ore lavorative da remoto aumentare nel corso dei prossimi 12 mesi. E' una generazione di persone cos' legate al loro dispositivo mobile da rinunciare volentieri alla pausa caffè e alla televisione. Tutta la loro vita è costruita intorno ai dispositivi mobili e pretendono che i datri di lavoro agiscano di conseguenza dando loro modo di scegliere le modalità preferyite di lavoro, pur nel rispetto di nuove policy aziendali.


In termini tecnologici le loro preferenze vanno a:

  • il 58% preferisce una connettività Wi-Fi
  • il 51% sostiene che il dispositivo mobile li aiuta nella gestione della loro vita lavorativa
  • il 53% preferisce lavorare  da casa due/tre giorni a settimana ed è disponibile a rinunciare per questo al 10% dello stipendio
  • il 32% rinuncerebbe ad un aumento del 5% sullo stipendio in cambio di dispositivi mobili forniti dall'azienda
  • il 38% preferise poter portare il proprio dispositivo mobile al lavoro rinunciando ad un ufficio con finestra
  • il 53% è disposto a far scegliere il suo dispositivo mobile all'azienda
  • il 45% vuole poter connettere i dispsoitivi mobili alla loro auto
  • il 20% si aspetta dispositivi indossabili nei prossimi cinque anni
  • il 20% risponde a email di lavoro con dispositivi BYOD
  • sono più propensi ad acecdere ai social network
  • il 63% continua a dare molto valore al tempo di cui possono disporre quando spengono i loro dispositivi mobili
  • non mostrano grande pazienza verso colleghi o policy aziendali che rendono complicata la loro vita mobile

 

CONSIGLIATO PER TE:

Workplace mobili e flessibili

I dati raccolti dall'indagine di Aruba descrivono molto bene la generazione #GenMobile e i suoi bisogni.

Le aziende e i loro dipartimenti IT sono chiamati a dare soddisfazione a questi bisogni garantendo al tempo stesso connettività diffusa, sicurezza, applicazioni e servizi di supporto tecnico.

E' il solo modo per confrontarsi con la nuova cultura Mobile ma anche per trarne immediati benefici e vantaggi aziendali.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Marialuisa Moro, scrittrice

Una restauratrice di quadri, una tela con il ritratto del marito scomparso che la...

Vai al profilo

ARKEBI

Prof. arch. Emiliana Brambilla

Vai al profilo

Zirak Srl

Zirak mobile è una società da anni impegnata nello sviluppo di applicazioni per...

Vai al profilo

Codermine srl

Azienda di sviluppo web, mobile (android, ios e windows phone) e IOT (internet of...

Vai al profilo