Ambiti di applicazione e Strategie /

Il tablet 'Me lo porto da casa' (BYOD in salsa italiana) !

Il tablet 'Me lo porto da casa' (BYOD in salsa italiana) !

07 Settembre 2011 Carlo Mazzucchelli
SoloTablet
Carlo Mazzucchelli
share
In rete si parla molto di Bring Your Own Device, ma quanto diffuso è il fenomeno in un paese come l'Italia? I dati raccolti attraverso indagini di mercato descrivono un fenomeno reale e in espansione. In Italia sembra più un modo per le aziende di risparmiare ulteriormente. Una provocazione questa alla ricerca di contraddittorio.

Consumerizzazione e Bring Your Own Device ( Me lo porto da casa) sono due temi su cui in rete si stanno esercitando da mesi molti blogger, giornalisti e opinionisti. La cosa interessante e difficile da scoprire, conoscere e commentare è quanto i due fenomeni siano realmente diffusi nel nostro paese e quanto stiano effettivamente influenzando scelte e processi decisionali IT in azienda. Il dato di fatto da cui si può partire per comprendere il fenomeno sono comunque i dati raccolti da molte indagini di mercato che evidenziano l'allargarsi del fenomeno e un trend di crescita costante anche per il futuro.

Una di queste indagini è stata svolta da Citrix sul tema del Bring Your Own Device ( Me lo porto da casa ) ed ha evidenziato complessivamente che il 92% delle aziende interpellate praticano e gestiscono forme più o meno diffuse di cosnumerizzazione dei dispositivi mobili nelle loro organizzazioni. Il 28% della forza lavoro già possiede un dispositivo non aziendale che utilizza anche per il lavoro svolto in azienda. Questa percentuale crescerà fino al 35% entro il 2013. L'atteggiamento tipico dei CIO si è suddiviso all'inizio equamente tra una negazione del fenomeno e un rifiuto più o meno forte ( " non oso pensare alla sicurezza", "non voglio gestire ambienti eterogenei" ecc.). Oggi prevale una presa d'atto di quanto è già avvenuto e la necessità di andare a definire policy e processi aziendali capaci diridurre il danno o trasformare il fenomeno in una nuova opportunità di business. Il 44% delle aziende intervistate possiede una qualche forma di policy, il 94% sta lavorando per averne una entro il 2013 e l'81 vuole che sia applicata a tutta l'organizzazione.

Il driver predominante che guida le scelte delle aziende sui dispositivi mobili è la produttività associata ad una maggiore/migliore retention dei dipendenti. A seguire si posizione la riduzione dei costi di struttura e una maggiore efficienza della stessa. I rischi percepiti sono i soliti, sicurezza, gestione del software e delle applicazioni, e costi IT per supporto agli utenti e assistenza.

Citrix come estensore del report e committente della ricerca vede nelle sue soluzioni di virtualizzazione del desktop una proposta vanataggiosa per tutte le aziende che oggi adottano i nuovi dispositivi e i tablet in azienda.

Il report di Citrix è disponibile online sui portali web. Qui di seguito riportiamo alcune tabelle che bene illustrano la situazione del mercato sondato nell'indagine.

Rimane la curisosità sul mercato italiano.

Ci rivolgiamo ai nostri interessati visitatori per raccogliere informazioni, casi di studio e opinioni. Potete farlo scrivendo a marketing@solotablet.it

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Terra dei colori

Storia interattiva, destinata sia ai bambini che ai più grandi La storia di...

Vai al profilo

PowerSoftware

App for lifestyle of people !

Vai al profilo

Mobijay

Produzione app per dispositivi mobili

Vai al profilo

eFuture s.a.s.

Azienda digitale dedita allo sviluppo di software desktop (gestionali, utility...

Vai al profilo