Ambiti di applicazione e Strategie /

Personal Computer, una evoluzione che continua

Personal Computer, una evoluzione che continua

07 Marzo 2014 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
I produttori tradizionali e gli OEM di Microsoft sperano che il personal computer possa attraversare una nuova rivolzione. I consumatori sono più interessati ad una evoluzione convergente verso un dispositivo di personal compting ibrido ma costruito sulle caratteristiche principali del tablet. Due visioni che sembrano contraddittorie ma che in realtà non lo sono. Il PC che verrà sarà frutto di una evoluzione e produrrà una nuova rivoluzione. Le due cosa possono stare insieme tranquillamente!

Sulla convergenza in atto a livello hardware tra personal computer e tablet su SoloTablet abbiamo già parlato a lungo. L'evoluzione del PC prevede una migrazione verso piattaforme sempre più ibride, integrate e multi-piattaforma, capaci di soddisfare i bisogni dei consumatori convertitisi, mentalmente  ed economicamente, al tablet e di non spaventare gli utilizzatori di personal computer che intendono continuare a farlo. L'evoluzione hardware non è però sufficiente e richiede interventi in ambiti diversi legati a come posizionare il nuovo prodotto sul mercato, a cosa installare e mettere a disposizione in termini applicativi e a come dare forma a tecnologie convergenti ma non ancora percepite come vincenti rispetto alla semplicità funzionale e alla personalità di un tablet.

Per competere con i tablet di nuova generazione e per fermarne la crescente espansione il primo intervento possibile è sul prezzo. Una variabile non indifferente nel periodo di crisi che inetressa molti mercati nazionali ma che richiede la compartecipazione e la redistribuzione dei costi collegati in tutta la filiera produttiva, dal produttore di chip e processori, al distributore e rivenditore. Competere sul prezzo non è facile, considerando il successo del tablet nella sua configurazione di fascia bassa, ma è diventato necessario per riaffermare validità e qualità di un marchio, quello del PC, che negli ultimi tre anni ha perso parecchio smalto e lucidità.

 

Fonte: tabletworld.nl

L'evoluzione più urgente e la più ineterssante è quella che interessa le applicazioni e i contenuti messi a disposizione. L'ecosistema applicativo del personal computer è sempre stato ricchissimo di soluzioni e applicazioni per il gioco e l'intrattenimento ma in modo particolare per la produttività individuale e aziendale. Oggi questo ecosistema deve fare i conti con le APP e il loro gradimento da parte del pubblico e dalla cannibalizzazione ad opera del tablet nel segmanto del videogioco, della navigazione web e del commercio elettronico. Come reazione alle tendenze di mercato emergenti alcuni produttori di PC hanno reagito cercando di mettere a disposizione applicazioni e giochi Android anche su piattaforme PC. Le soluzioni idnividuate per farlo come la possibilità di caricare sistemi operativi diversi sulla stessa piattaforma hardware è però una forma arcaica che difficilmente può trovare il consenso e la condivisione del consumatore. Una soluzione troppo complicata e noiosa che contrasta con la rapidità ed immediatezza tipica del dispositivo mobile tablet. Per non parlare della necessità, da parte dell'utente, di impratichirsi e fare uso di interfacce utente diverse.

CONSIGLIATO PER TE:

PC Microsoft & Apple pari sono

L'approccio all'integrazione è stato sperimentato anche da startup attraverso l'impiego di nuove tecnologie che permettono la virtualizzazione, la traduzione binaria del codice in fase di esecuzione e la gestione omogenea della grafica in ambienti differenti. La soluzione, pur apprezzata dai consumatori, rimane complessa e presenta comunque limiti insuperabili legati alla gestione di componenti quali la connettività, il display, Internet, Stampanti. I punti di forza sono la possibilità di gestire in entrambi gli ambienti i sensori del dispositivo (accelerometro, fotocamere, giroscopio, ecc.) di visualizzare videogiochi e applicazioni a schermo intero e di mantenere l'uso di tuchpad e touch screen.

Infine l'evoluzione del PC non può non tenere conto del design e della sua rilevanza nelle scelte dei consumatori. Non è un caso che, almeno nella fascia alta del mercato, il magnetismo e la bellezza dell'iPad siano per il momento ancora imbattuti e facciano la differenza a parità di prezzo, caratteristiche tecniche e funzionalità. L'altro elemento è l'ecosistema applicativo e la disponibilità di nuove APP.

Il design del nuovo personal computer punta sull'ibridazione e la convertibilità e sui cosiddetti 2-in-1 e all-in-one. L'obiettivo è di fornire il meglio dei due mondi, PC e tablet ma farlo in termini di design non è semplice. L'ibridazione non interessa solo il personal computing ma anche l'internet degli oggetti e prodotti come l'auto e la televisione. L'obiettivo è di produrre soluzioni attrattive e capaci di suscitare emozioni anche visive e sensoriali attraverso fattori di forma diversificati che prevedono la trasformazione rapida e conveniente di un dispositivo in modo da soddisfare, anche fisicamente, bisogni diversi. Ad oggi non è ancora emerso il prodotto PC-tablet convertibile capace di diventare la soluzione killer. I produttori continuano ad investire in ricerca e sviluppo e prima o poi troveranno la soluzione gardita ai consumatori e capace di competere con il tablet e le sue proprie evoluzioni.

Le evoluzioni tecnologiche future dovranno comunque fare i conti con una evoluzione ancora più importante e accelerata, quella dei consumatori, ormai abituati all'uso di smartphone e tablet e impossibilitati ad un ritorno al passato. Non solo per una consuettudine alle nuove interfacce tattili, alle nuove funzinalità, ai servizi contestualizzati dei sensori e alle applicazioni ma soprattutto per le opportunità offerte dalle nuove tecnologie di semplicifcare, fluidificare e rendere più flessibili molteplici attività di lavoro e di gestione del tempo libero. In questa evoluzione del consumatre il PC continuerà a giocare un ruolo importante ma non sarà più centrale nelle scelte del consumatore. Lo potrà ridiventare quando tablet e PC saanno sempre più inetegrati e simili come prodotto. A quel punto la scelta di una piattaforma rispetto ad un'altra sarà esclusivamente dettata dall'uso e dalla destinazione di scopo del dispositivo.

 

I produttori tradizionali come Lenovo, ASUS, Acer, Dell, HP e altri sono alla costante ricerca di soluzioni creative e innovative capaci di rilanciare la loro proposizione e offerta e una dimostrazione la si è avuta nei più recenti eventi internazionali di tecnologia che si sono svolti a LAs Vefas (CES) e BArcellona (MWC). I risultati non sono deludenti ma non ancora sufficienti a determinare un cambio di paradigma e una nuova percezione nel mercato del personal computing. La metamorfosi del PC è in corso ma serve molto più che una semplice integrazione tablet-PC o l'aggiunta di periferiche PC ad un display formato tablet. Serve maggiore innovazione e in particolare serve convincere una platea esigente di consumatori che vuole prodotti PC sottili, leggeri, funzionali, emotivamente accattivanti e posizionati economicamente come lo sono i tablet. Infine garndi sforzi devono essere fatti per creare ecosistemi capaci di attrarre sviluppatori e di suggerire modelli di guadagno tali da portare alla creazione di migliaia di nuove applicazioni. La missione di uguagliare l'offerta deli ecossitemi Android e iOS sembra ad oggi ormai impossibile e lo sarà realmente se non arà vinta la battaglia software delle applicazioni con cinvolgimento interessato degli sviluppatori.

Siamo tutti testimoni di un passaggio di era geologica e di potere, dal PC al tablet. Potrebbe però anche succedere  di assistere non alla vittoria dell'uno sull'altro ma ad una evoluzione-rivoluzione congiunta e capace di dare forma ad un nuova ere di pace e di prosperità ma soprattutto di comodità e grandi vantaggi per tutti

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Roma4You

Roma4You è un progetto trasversale unico nel suo genere, contraddistinto da...

Vai al profilo

Bluzz

Bluzz è un marchio che raggruppa professionisti e aziende che operano da più di...

Vai al profilo

Droidcatalogue

Droidcatalogue è un'azienda giovane e tutta italiana. Nata nel 2012 grazie alla...

Vai al profilo

AteneoWeb S.r.l.

AteneoWeb è un circuito di Professionisti (dottori commercialisti, consulenti del...

Vai al profilo