Ambiti di applicazione e Strategie /

Sistemi collaborativi e ritorno sulla partecipazione (ROP)

Sistemi collaborativi e ritorno sulla partecipazione (ROP)

12 Febbraio 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Per chi vive nella parte abitata della rete, Internet è sempre stato un luogo sociale e comunitario, prima ancora di diventare terreno di esplorazione per reti sociali di vario tipo. Social network (reti sociali) e comunità sono due forme di interazione umana molto interessanti da studiare da un punto di vista antropologico. L'elemento più importante per una organizzazione è però comprendere quanto dalla collaborazione in esse possibile si trasformi in benefici e vantaggi reali.

Reti sociali e comunità caratterizzano da sempre la vita degli umani, ben prima delle loro forme online oggi rappresentate da spazi di social network come Facebook, Linkedin e altri. Sia le une che le altre sono strutture sociali robuste che hanno assunto forme diverse nelle varie epoche storiche dell’umanità. Oggi la forma di sui si parla di più e che sembra abbia cancellato tutte le altre, più o meno reali e parallele, è quella online. Gli umani sono naturalmente predisposti ad interagire e collaborare tra loro e a stare insieme. Tra una forma sociale a rete ed una comunitaria ci sono alcune differenze che è utile sottolineare.

Ogni persona ha una sua rete sociale, sia essa reale o online o entrambe. Ognuno di noi è immerso in relazioni sociali con amici, parenti, conoscenti e persone con le quali esistono alcune affinità. I social network online rendoni visibili questi contatti o legami. In una rete sociale le persone interagiscono tra loro a partire da relazioni pre-esistenti e le connessioni sono create una alla volta. Spesso la ragione più comune per partecipare ad un social network è quella di mantenere dei contatti o crearne di nuovi con l’obiettivo di espandere la propria rete di conoscenze. Facebook, Myspace e Linkedin non sono comunità, sono social network.

La comunità è una forma di interazione sociale molto più interessante dal punto di vista antropologico perché è composta da persone che sembrano non avere alcun tipo di relazione. Le comunità sono ciò nonostante strutture sociali robuste perché a tenerle insieme cìè solitamente un interesse comune. Questo interesse varia, può essere un hobby, una marca (Harley Davidson), una passione per qualcosa (libri, golf ecc.), un progetto condiviso, uno stile di vita, una località geografica o una professione. In una rete sociale la connessione che ha stabilito una relazione non si trasforma  necessariamente in un legame. In una comunità la condivisione di una passione e l’urgenza con cui la si vive favorisce legami che nascono spesso dalle azioni e dai contributi dei membri della comunità.

Una comunità può essere partecipata da persone che vivono e abitano in altre comunità, può avere al suo interno sotto-comunità, e anche comunità parallele. Esempi di comunità oggi molto partecipate sono Yelp, Wikipedia, YouTube, Flickr, Digg, e a blogosfera in genere (la parte abitata della rete).

Social network (reti sociali) e comunità online suggeriscono molti temi di riflessione e analisi.

Uno dei più interessanti è quello della partecipazione, soprattutto se riferita a comunità o reti sociali implementate per motivi o a supporto di modelli di business.

CONSIGLIATO PER TE:

Nostalgia della blogosfera

Della partecipazione l’aspetto che ci interessa è quanto essa possa generare benefici e vantaggi. Per verificarlo la formula da usare è simile a quella che si applica alle misurazioni del ritorno sugli investimenti (ROI). La formula da usare prevede di pesare i benefici ottenuti rispetto ai costi e agli investimenti sostenuti.

Più elevato è il ROP (Ritorno in termini di Partecipazione) e più elevato sarà il livello di partecipazione. Una partecipazione elevata si traduce infatti in maggiori opportunità, di tipo relazionale e commerciale.

Prima di pensare ad implementare una rete sociale o una comunità a supporto del business aziendale è utile analizzare attentamente lo spazio in cui collocarla e le persone che verranno coinvolte. Questa analisi servirà a definire gli investimenti da effettuare.

 

I benefici derivanti da una partecipazione attiva da una comunità sono numerosi e giustificano gli investimenti sia da parte delle persone che dell’organizzazione:

  • Riconoscenza e reputazione che deriva dai feedback positivi degi altri membri
  • Soddisfazione personale per il senso di appartenenza
  • Apprendimento di nuove conoscenze e sviluppo di nuova conoscenza
  • Senso di appartenenza grazie alla collaborazione con persone con cui si condividono interessi, passioni e iniziative
  • Aumento di fatturato e profitto grazie alle varie opportunità di collaborazione che nascono dalla vita comunitaria
  • Buone pratiche che contribuiscono a migliorare produttività, efficienza e risultati
  • Condivisione e focalizzazione su obiettivi condivisi
  • Reputazione
  • Produttività commerciale, promozionale

 

Se un’azienda vuole trarre immediati vantaggi dalla partecipazione deve tenere i costi di adesione alla comunità bassi. Più bassi sono e più elevata è la partecipazione.

Massimizzare i benefici, minimizzare gli investimenti, ridurre o eliminare ogni impedimento per una rapida adesione, sono itre capisaldi di ogni progetto sociale, sia esso rete sociale o comunitario.

Le opportunità che possono derivare dalla creazione di spazi sociali sono enormi. Lo sono anche le sfide e i rischi ad esse associate. Per affrontare le prime e ridurre i secondi bisogna dotarsi di una cultura sociale collaborativa e comunitaria. Poi i benefici sono garantiti dalla partecipazione di chi abiterà gli spazi sociali allestiti.

 

Fonte: oer.kmi.open.ac.uk

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Roma4You

Roma4You è un progetto trasversale unico nel suo genere, contraddistinto da...

Vai al profilo

Solair

Tutti hanno diritto al Better Business

Vai al profilo

Padiglio

Padiglio è una rivoluzionaria custodia per iPad, e tablet in generale, che consente a...

Vai al profilo

AnguriaLab

Mobile Apps & WebApps for agencies and companies. Reusable and flexible components...

Vai al profilo