Ambiti di applicazione e Strategie /

Strategizzare il futuro, non è cosa per tutti!

Strategizzare il futuro, non è cosa per tutti!

06 Dicembre 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Abituati come siamo alla melma italiana, facciamo fatica a comprendere importanza e ruolo di uno sguardo lontano e prospettico. Eppure chi sa formulare delle strategie e le fa camminare su solide basi, finisce per emergere ed affermarsi quasi sempre. Ma quanti sono quelli che ce la fanno? Una riflessione sul mercato delle APP.

Punto di partenza di questa riflessione è l’osservazione di quanto poche siano state finora  le realtà aziendali che hanno avuto successo con le loro applicazioni mobili. La maggior parte delle aziende o dei singoli sviluppatori che si sono cimentati nello sviluppo di nuove applicazioni è finita per incrementare la popolazione del cimitero degli zombie e non ha saputo generare alcun vantaggio economico o profitto.

Le aziende o singoli sviluppatori che hanno sviluppato applicazioni di successo devono questo successo alla loro creatività e capacità/competenza ma anche al fatto di aver saputo definire una strategia vincente. La fortuna e il fatto di trovarsi nel posto giusto al momento giusto non può spiegare tutto. Ma allora come ci sono riusciti e cosa hanno messo in campo per implementare una strategia di successo?

E’ probabile che ci siano riusciti focalizzandosi sulle loro competenze e abilità migliori, ma forse hanno anche applicato una metodologia consistente,  e vincente, capace di trascinare tutta l’azienda dopo averne verificato cultura e disponibilità alla nuova avventura.

Nel mondo del mobile, così come in molti altri ambiti, la metodologia deve essere flessibile e rifuggere da approcci rigidi e lineari. La strategia non è una formula e neppure un progetto ma un viaggio che da forma e contenuti ai vari elementi utili al perseguimento di obiettivi e risultati ad essa collegati.

Il viaggio inizia con la diagnosi della situazione corrente e la valutazione delle motivazioni e delle ragioni utili a decidere di partire. Diagnosi e valutazione aiutano a prevedere una destinazione e un possibile punto di arrivo e ad eleborare scenari diversi per esplorare possibili alternative ( punto sul Mobile o non lo faccio? E se lo faccio che strada prendo?).

A seguire si passa immediatamente all’elaborazione di un piano di attività e azioni. A collegare l’inizio e la fine di questo piano e percorso c’è la capacità di monitorare costantemente e in modo circolare il lavoro fatto per adattarsi a nuovi bisogni ed esigenze insorgenti e per aggiornare quanto già fatto. Il successo non è associabile alle singole fasi dello sviluppo ma alla capacità di tenerle tutte insieme e di ripartire ogni qualvolta ce ne sia bisogno senza perdere di vista destinazione e scopo del viaggio.

L’approccio che meglio funziona è quello di prendere sempre un po’ di tempo per individuare meglio le problematiche e le criticità in modo da identificare più rapidamente e in modo più efficace quali scelte compiere. In parole povere, meglio non correre se la velocità finisce per irrigare i muscoli e togliere il respiro!

Saperlo fare non è da tutti. La pressione che viene dai clienti e/o dal mercato è sempre forte e sembra spingere sempre verso nuove accelerazioni. Riuscire a farlo significa saper rallentare e aprire nuove riflessioni o conversazioni utili a dare forma alle nuove idee e necessità, anche considerando le azioni e le strategie delle aziende concorrenti o impegnate in mercati condivisi.

Riuscire a pianificare con attenzione un piano strategico di azioni è fondamentale per il risultato ma anche per la sua capacità di influenzare poi la cultura, le strategie, il management e le organizzazioni dell’azienda. Il successo dipende spesso dalla determinazione nel perseguirlo ma anche dalla curiosità verso cose nuove.

Le fasi di pausa e riflessione sono utili alla creazione di contenuti che possono servire in seguito a dare sostanza alle comunicazioni e descrizioni dell’applicazione e per interagire con le audience target identificate. Stimolare internamente nuove conversazioni e dibattiti serve a far emergere i concetti e i valori chiave da comunicare e ad identificare strumenti e canali più adeguati per le attività di promozione e marketing.

 

Fonte: www.flickr.com

Avere una buona idea fondata su valide elaborazioni teoriche non è sufficiente se ad esse non seguono buone pratiche. Una strategia è vincente se non rimane incompleta e se non giace inoperativa per mancanza di un piano e delle necessarie azioni. Le buone pratiche e l’esecuzione di un piano richiedono la motivazione e l’impegno concreto delle persone coinvolte e la loro abilità nel farlo in modo originale e vincente.

La limitatezza di scopo di una applicazione può far pensare ad azioni tattiche o a strategie di corto respiro. Ma se l’applicazione rientra nella volontà di muoversi su nuovi mercati, allora la strategia deve avere un respiro più ampio. Ragionare su una sola o semplice applicazione e fare un piano promozionale della stessa per la settimana dopo la sua pubblicazione è relativamente semplice. Molto più complicato è ragionare sul futuro, tenendo conto anche del possibile insuccesso dell’applicazione pubblicata e del disappunto che ne può generare.

Definire strategie vincenti in un mercato sempre più globale e complesso, fatto di priorità che cambiano continuamente e di agende piene di appuntamenti che si sovrappongono in modo conflittuale, non è cosa per tutti. Riuscire a farlo, anche nel piccolo di una realtà aziendale di piccole dimensioni, può fare la differenza per il futuro dell’azienda e maggiori guadagni, oltre che per la immagine, l’autorevolezza e la conoscenza della marca.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Andrea Parisse

Enterprise Architect Sono laureato in Informatica e lavoro nel settore ICT di una...

Vai al profilo

Solair

Tutti hanno diritto al Better Business

Vai al profilo

Michael Rovesti

Mi chiamo Michael Rovesti sono un developer alle prime armi di Reggio Emilia questa è la...

Vai al profilo

D'Uva Workshop

E' un'azienda che produce audioguide, videoguide, totem multimediali, applicazioni e...

Vai al profilo