Ambiti di applicazione e Strategie /

Sviluppo APP, dove si guadagna

Sviluppo APP, dove si guadagna

08 Febbraio 2012 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Uno studio di IDC condotto su 350 utenti ha evidenziato quali sono le opinioni emergenti sul livello di servizi offerti dai grandi marchi a chi sviluppa applicazioni Mobile. La scelta del vendor/provider viene fatta principalmente in base alla notorietà del marchio. QT&T, Verizon e IBM i vendor preferiti.

L'indagine è stata particolarmente utile perchè ha evidenziato quali siano i criteri che determinano la scelta di un vendor/provider rispetto ad un altro da parte di realtà impegnate nello sviluppo e nel testing di applicazioni mobili.

Per lo sviluppo prevale il bisogno di competenze elevate per lo sviluppo di interfacce utente di qualità, la necessità di continuare ad essere innovativi e rapidi nello sviluppo, l'utilità di framework in grado di ridurre i costi di sviluppo e il bisogno di un supporto per monetizzare gli investimenti nel canale mobile rivolto lle aziende.

Per la fase di testing serve personale qualificato in grado anche di comunicare, una grande flessibilità nel predisporre i servizi di testing necessari all'impresa, e la capacità di implementare processi industriali efficienti per l'erogazione dei servizi.

Il successo di un provider/vendor nell'erogazione di servizi legati allo sviluppo di applicazioni mobili si misura sia sulla competenza tecnica sia nella capacità a comprendere modelli e bisogni legati al business. Molte aziende che hanno deciso di definire una strategia Mobile sono oggi alle prese conla necessità di giustificare gli investimenti necessari con  adeguati modelli ROI per decidere se e quanto sviluppare in casa o in outsourcing.

L'offerta nell'ambito mobile si va arricchendo di soluzioni enterpise da parte di grandi player come IBM che ha da poco rilasciato Endpoint Manager, una piattaforma software per la gestione e la messa in sicurezza di dispositivi mobili come smartphone, tablet e laptop. IBM ha anche manifestato l'intenzione di acquisire le soluzioni di Worklight, Worklight Studio, un ambiente integrato di sviluppo e  il Worklight Server. L'interesse di IBM è per la piattaforma di sviluppo Worklight utile sia pe ril mercato consuemr che aziendale e un SDK per dispositvi diversi quali iOS, Android, BlackBerry e Windows Mobile.

 

Il mercato delle applicazioni mobili sta diventando sempre più interessante per tutte le realtà che sono interessate a fornire strumenti e servizi per lo sviluppo alle aziende. Proposte innovative stanno arrivando da società come Apkudo e Verivo Software, Appcelerator e perfino  Facebook.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Temovo

Siamo un’azienda italiana che guarda al business in maniera internazionale. Ci...

Vai al profilo

PowerSoftware

App for lifestyle of people !

Vai al profilo

Aidilab srl

Nata nel 2010 come startup dell’Interaction Design Lab (IDA) dell’Università di...

Vai al profilo

D-One Software House

Sviluppo applicazioni personalizzate per iPad e iPhone

Vai al profilo