Business Intelligence /

Gli interrogativi per una BI Mobile in azienda

Gli interrogativi per una BI Mobile in azienda

29 Luglio 2011 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
La Business Intelligence è diventata da tempo una componente fondamentale per il business e strumento di lavoro quotidiano per molti manager e professionisti. La diffusione dei dispositivi mobili ha reso la BI una pratica ancora più importante e utile. Ma chi deve utilizzarla? Quali funzioni deve rendere disponibili in mobilità? Quali dispositivi devono essere acquistati? Queste alcune domande sul tavolo dei decisori aziendali.

La scelta del vendor e del dispositivo da adottare dovrebbe essere semplice ma è complicata dal fatto che molti dispositivi mobili sono scelti, acquistati e portati in azienda direttamente dai loro utilizzatori. La scelta matura per motivi e gusti personali per poi trasformarsi in una richiesta aziendale di poter utilizzare lo stesso dispositivo anche per motivi professionali e di lavoro. L'eterogeneità dei dispositivi disponibili rende la vita dei responsabili IT complicata e li obbliga a fare i conti con il fenomeno della consumerizzazione per piegarlo ad obiettivi organizzativi e di business.

Nel caso in cui l'azienda volesse imporre il dispositivo da utilizzare, RIM, Apple e Google (Android) sono i tre marchi da considerare. RIM ha costruito la sua immagine e autorevolezza fornendo strumenti di MDM per i suoi smartphone che hanno reso facile la vita ai responsabili IT. Apple con l'iPad è l'outsider assoluto sia per numero di dispositivi venduti sia per dimensione ed estensione del suo ecosistema applicativo. Google con Android è presente su tipologie di dispositivi diversi e offre alle aziende maggiori opportunità di scelta e di riduzione della complessità gestionale.

Nella realtà difficilmente le aziende riusciranno ad imporre una scelta e sempre maggiori saranno le pressioni degli utenti nel suggerire e/o determinarla.

Se la scelta del device dipende dalle percezioni e dai gusti dell'utente, compito dell'IT azinedale è di farsi carico degli strumenti di amministrazione e gestione dei dispositivi mobili e delle applicazioni. Questi strumenti servono non solo a gestire dispositivi mobili eterogenei ma anche a gestirne la loro diversità in termini di sistema operativo, middleware e ecosistema applicativo.

L'introduzione e l'amministrazione delle applicazioni di Business Intelligence Mobili passano attraverso la scelta di strumenti di MDM, meglio se capaci di gestire dispositivi eterogenei, utili a definire le configurazioni adeguate per la visualizzazione di tabelle analitiche, report, dashboard centralmente in modo da facilitare accesso e operatività dell'utente finale.

La fornitura e l'utilizzo di applicazioni di Business Intelligence in ambito mobile non è semplice e richiede la conoscenza e la comprensione adeguata del nuovo contesto Mobile determinato dall'arrivo dei tablet ( consumerizzazione, Bring Your Own Device, APP Store, ecc. ) e la scelta di strumenti software di MDM per garantire sicurezza, amministrazione e supporto in un ambiente mobile, distribuito e dinamico.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Basefloor S.r.l.

"Basefloor Mobile" è lo strumento quotidiano di lavoro per un efficacie e veloce...

Vai al profilo

Andrea Picchi

Cognitive Interface Designer & iOS Developer

Vai al profilo

Missione Web

La nostra Web Agency è costituita da un team giovane e dinamico che subisce da sempre il...

Vai al profilo

MDeeS

software,house,sviluppo,divertimento,per sempre

Vai al profilo