Cloud Computing /

Il tablet è la chiave per il cloud computing

Il tablet è la chiave per il cloud computing

04 Aprile 2012 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Il tablet è metafora di molte cose ma è soprattutto la chiave di accesso al cloud computing. Con le sue caratteristiche di connettività e la sua trasportabilità in mobilità, il tablet diventa lo strumento di lavoro ideale per applicazioni residenti nella nuvola, sempre disponibili e capaci di erogare servizi ad utenti in mobilità.

Un tablet senza connettività e senza applicazioni sarebbe un gadget inutile, o quasi!  La connettività trasforma il tablet nel dispositivo migliore per l'accesso alle risorse disponibili in rete e per l'uso di applicazioni di nuova generazione residenti nella nuvola e sempre disponibili grazie alle infrastrutture di cloud computing oggi disponibili.

Senza lo storage e la capacità di elaborazione in cloud, il tablet sarebbe uno strumento limitato perchè poco capiente in termini di storage e quindi poco adatto ad ospitare applicazioni per un loro utilizzo in mobilità.

Il cloud computing fornisce una risposta adeguata sia per la disponibilità di risorse utili all'archiviazione, memorizzazione e gestione dei dati sia per le molte funzionalità legate alle attività produttive e operative in azienda quali l'inserimento degli ordini, la gestione del CRM e della Business Intelligence.

CONSIGLIATO PER TE:

Verso ambienti Multicloud

Il come e il dove della nuovola non è vincolante. Il cloud può essere privato o pubblico, inetrno all'azienda o esterno ma ciò che conta è la sua capacità a rendere disponibili agli utenti dati e applicazioni e agli amministratori fuznionalità che permettono la gestione e il controllo in modo da garantire accessi, privilegi, sicurezza, e soprattutto piena operatività 24x7.

La nuvola è ormai in grado di offrire servizi altrimenti indisponibili, come ad esempio la condivisione, in fase di creazione e modiifca di documenti, tra utenti diversi, come succede con le Google Apps. E soprattutto di farlo anche senza avere con sè un personal computer.

Il cloud permette di immagazzinare grandi quantità di dati e di poterne poi disporre sempre e ovunque attraverso smartphone e tablet usati in mobilità. I dati non sono solo i contati telefonici e gli eventi di un'agenda ma anche dati e nformazioni aziendali che servono alla operatività manageriale, commerciale e organizzativa di un'azienda o organizzazione.  Il cloud sostituisce molti data center aziendali fornendo un servizio continuativo e sempre accessibile, anche da dispositivi 'consumerizzati' e personali.

I consumatori possono sfruttare il cloud computing grazie alle molte offerte di servizi dei gestori telefonici che solitamente offrono buone garanzie di sicurezza, anche se non sempre di connettività e prestazioni. Ma il cloud è sempre più la soluzione ideale per le aziende che vogliano ridurre costi gestionali di infrastruttura IT e avere maggiore flessibilità nell'erogazione di servizi e soluzioni.

Il cloud computing in Italia stenta a decollare anche se stanno crescendo le società che lo offrono e le sperimentazioni. Le barriere rimangono quelle della sicurezza e protezione dei dati e quello della condivisione delle risorse.

Problemi e barriere esistenti non fermeranno l'evoluzione in corso, evoluzione sempre più accelerata dal ruolo chiave giocato dal dispositivo tablet e dal suo essere elemento abilitante alle nuove applicazioni e infrastrutture in cloud.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Aidilab srl

Nata nel 2010 come startup dell’Interaction Design Lab (IDA) dell’Università di...

Vai al profilo

Minitec2

Specialista in reti e sicurezza sistemi Windows Linux mac tablet, assistenza tecnica...

Vai al profilo

mareatek

Vai al profilo

Codermine srl

Azienda di sviluppo web, mobile (android, ios e windows phone) e IOT (internet of...

Vai al profilo