Tecnologia e Impresa /

Informazioni per proteggersi da Heartbleed e salvare il portafoglio

Informazioni per proteggersi da Heartbleed e salvare il portafoglio

11 Aprile 2014 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Il cuore della rete sanguina da due anni e meno male che ora qualcuno se ne è accorto. Heartbleed è uno squalo che si è divorato silenziosamente dati personali e codici applicativi, password, identirà e profili utenti con relative informazioni bancarie. Lo ha fatto superando le barriere erette a difesa di transazioni online e accessi a siti considerti da tutti sicuri e affidabili. Meglio correre ai ripari. Ecco un elenco di indirizzi dove trovare utili informazioni.

Il nome del nuovo bug della rete recentememnte scoperto richiama il battito cardiaco. Ma quello che dovrebbe essere un battito pulsante di vita rischia di diventare quello assente e sanguinante della morte incipiente, quanto meno della morte di conti correnti e depositi finanziari.

La nuova falla è denominata Heartbleed (Cuore Sansuinante), non si sa da dove venga e se qualcuno l'abbia creata per sbaglio o mal-intenzionalmente.

Quello che si sa è che potrebbe avere intereessato due terzi dei server della rete delle reti sui quali si appoggiano grandi applicaioni e portali come quelle di Amazon, Yahoo, Twitter, facebook, ecc.

Che un problema di questo tipo emerga a distanza di tempo non è di per sè una sorpresa così come non lo è l'elevato tasso di fiducia che tutti siamo ormai disposti a concedere alla tecnologia di Internet e alla tecnologia in generale. Ad essa affidiamo in modo cieco e acritico le nostre credenziali e parole chiave da innocenti utilizzatori finali. Ci inventiamo password che riteniamo le più sicure del mondo e ci dimentichiamo che anche loro viaggiano attarverso protocolli su canali e flussi di dati che possono essere intercettati e, nel caso di una falla, scaricati e utilizzati. Ci dimentichiamo sioè che ogni lucchetto richiama sempre qualcuno che vorrebbe aprirlo e troverà sempre qualcuno che ci riuscirà.

 

 

Come hanno scritto in molti Heartbleed può essere pericoloso, meglio quindi cambiare le password di accesso ai propri account in rete, ma è anche importante non lascirsi prendere dal panico.

Meglio invece mettere in campo nuove buone pratiche che mirano ad una gestione più intelligente ed oculate delle passsword in rete, dell'uso delle risorse della rete e della tecnologia. Meglio ancora acquisisre nuove informazioni e consocenze sui rischi associati ad un uso 'sbarazzino' e incosciente della rete e acquisire una cultura utile a prevenire i problemi anticipando attacchi o falle come quelle di Heartbleed che sempre si presenteranno anche in un prossimo futuro.

Considerando l'allarme che il problema ha generato e la quntità di informazioni circolate in rete è inutile aggiungere altra scrittura.

Meglio fornire un elenco dei testi che riteniamo siano utili a chi vuole capire quanto grace sia il problema e cosa fare:

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


NBF Soluzioni Informatiche s.r.l. - Shopping Plus

NBF Soluzioni Informatiche s.r.l. opera nel mondo dell’Information Tecnology ed...

Vai al profilo

Algos

Software house milanese specializzata in sviluppo di applicazioni gestionali...

Vai al profilo

Mobile App

Mobile app offre una serie completa di apps per tablet e smartphone B2B e B2C, la sua b.u...

Vai al profilo

GetConnected Srl

GetConnected progetta e sviluppa applicazioni mobile chiavi in mano, partendo...

Vai al profilo