Sicurezza Mobile e Privacy /

Android può diventare il sistema operativo più sicuro di tutti?

Android può diventare il sistema operativo più sicuro di tutti?

11 Aprile 2011 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Interessanti osservazioni sulla recente acquisizione di 3LM da parte di Motorola che potrebbe portare ad una nuova era di sicurezza enterprise per i tablets Android.

Il Motorola XOOM è un tablet impressionante nelle potenzialità se lo confrontiamo con il più comune iPad o con altri tablet che non hanno Honeycomb, il sistema operativo di Google nella versione 3.0. Una differenza chiave a livello di sicurezza è il supporto verso le policies di sicurezza Exchange ActiveSync, un requisito essenziale per qualunque tablet che si voglia adottare all'interno del panorama hw aziendale.

Ma per i tablets Android, in particolare per quelli targati Motorola, questo potrebbe essere solo l'inizio. Circa due mesi fa è stato acquisito 3LM (Three Laws Mobility), compagnia nata da ex-dipendenti Google che si occupa di sviluppo software per applicazioni di sicurezza nell'ambito enterprise. Motorola ha intenzione di iniziare a vendere software 3LM entro la metà del 2011, e senz'altro comincerà ad integrare le soluzioni 3LM all'interno dei suoi tablets e smartphones. Ancora più interessante il fatto che 3LM collaborerà con altri sviluppatori per portare le proprie soluzioni anche sugli altri dispositivi Android. Il portale 3LM mostra tra i partners Sony Ericsson, HTC, Sharp e Pantech.

Giocando con le leggi della robotica di Isaac Asimov, le tre leggi di 3LM sono:

  • Proteggi il tuo utente: Un dispositivo mobile non può danneggiare il proprio utente o permettere all'utente di danneggiare se stesso attraverso codice o contenuti maliziosi.
  • Proteggi te stesso: Un dispositivo mobile deve proteggere sè stesso, l'integrità dei suoi dati e delle sue comunicazioni.
  • Obbedisci: Un dispositivo mobile deve permettere all'utente di usare lo stesso liberamente, fintanto che il suo utilizzo non lo porti in conflitto con la Prima o la Seconda legge.

Il portale 3LM mostra come la compagnia stia sviluppando soluzioni di crittografia enterprise per i dati sul dispositivo e per i dati relativi al traffico, compresi quelli nella memoria interna e nello slot SD. Si parla anche di protezione malware e gestione remota, amministrazione utenti per LDAP e/o Active Directory; installazione remota, lock remoto, disattivazione remota, logiche password avanzate, e altre funzionalità che interessano molto alla sicurezza aziendale.

Alcuni di questi aspetti si trovano già nei dispositivi Android (la crittografia completa dei contenuti in Android 3.0 e la disattivazione remota in Android 2.2). Se però uniamo queste sicurezze a quelle di 3LM potremmo arrivare ad un nuovo livello di sicurezza per le aziende. Alcuni rumours fanno anche intendere che si voglia sviluppare l'equivalente di un Blackberry BES server.

La sicurezza dei sistemi Blackberry è un motivo per cui alcune aziende hanno scelto questa soluzione. Se i futuri dispositivi Android possono raggiungere questi standard, potrebbero anche diventare i prossimi dispositivi mobili da scegliere per la sicurezza.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Bluzz

Bluzz è un marchio che raggruppa professionisti e aziende che operano da più di...

Vai al profilo

New Amuser s.r.l.

Software developer, sono laureato in informatica curriculum " Sistemi e Reti...

Vai al profilo

Posytron

Posytron è una Software Factory specializzata in progetti Web, Mobile, Social Media e...

Vai al profilo

Visual Meta

La più innovativa app per lo Shopping online è ShopAlike.it, la piattaforma...

Vai al profilo