Sicurezza Mobile e Privacy /

Tablet più sicuri grazie alle lezioni apprese nel 2012?

Tablet più sicuri grazie alle lezioni apprese nel 2012?

25 Gennaio 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
La sicurezza Mobile non può non partire dalle lezioni apprese durante l'arco del 2012. L'impatto sarà maggiore quanto più grande sarà la presa di coscienza da parte di utenti finali e imprese che la sicurezza è un problema reale che tende ad aggravarsi. Le soluzioni disponibili sono numerose ma il mercato è ancora nella sua fase adolescenziale e aperto per scorribande più o meno pericolose. La sicurezza sarà un tema caldo per tutti il 2013. Believe it or Not!

Le strategie, le policy aziendali e le buone pratiche BYOD (Bring your own device) hanno aiutato molte aziende a fronteggiare con successo i pericoli insiti nelle tecnologie Mobile e nel risparmiare, proteggendo la sicurezza dei dispositivi e delle applicazioni e salvaguardando la produttività delle persone.

Tuttavia la pervasività dei nuovi dispositivi e il proliferare di milioni di APP non permettono di abbassare la guardia. Gli scenari 2013 non permettono di sentirsi tranquilli. Questo nonostante le molte soluzioni disponibili, le pratiche imposte e l'accrecsiuta sensibilità organizzativa e individuale ai problemi e ai rischi esistenti.

A regalarci una fotografia veritiera della realtà che si prospetta è Trend Micro con una delle sue indagini finalizzate ad investigare in che modo, la presenza di piattaforme diverse, di sistemi operativi e di modelli di sicurezza eterogenei, possano rendere complicato, se non impossibile difendere noi stessi dai prossimi attacchi alla nostra sicurezza da parte di malware prossimi venturi.

L'ultima indagine di Trend Micro ha evidenziato che le pratiche BYOD in azienda continueranno a rappresentare per tutto il 2013 un problema reale e  il malware è più diffuso sulle piattaforme Android. Gli attacchi più pericolosi saranno quelli portati alle risorse in cloud e alla nostra vita sempre più digitale.

Se il rischio è elevato, il 2013 può essere l'anno perfetto per consolidare le difese e identificare i rischi potenziali prima di procedere ad una diffusione generalizzata delle nuove tecnologie in azineda. Operazione questa sempre più necessariua per sostenere i nuovi modelli di business, le nuove organizzazioni mobili e la crescita.

Le soluzioni disponibili sono ormai numerose e favoriranno l'implementazione di soluzioni legate alla sicurezza da parte delle aziende: secondo Gartner Gruop entro il 2017 saranno il 65%.

Il rapporto di trend Micro indica 10 rischi principali (download) che interesseranno sia i consumatori che le imprese e le organizzazioni:

  • il pericolo più grande nel 2013 deroverà dal malware e da applicazioni Android non sicure
  • il malware passerà dalle piattaforme PC a quelle Andorid
  • l'emergere di nuovi stili di vita digitale faranno emergere nuove tipologie di rischi e in luoghi inaspettati
  • bisognerà fare attenzione alla criminalità digitale proveniente dai paesi africani
  • l'adozione lenta di windows 8 nelle aziende significherà che ad essere esposti ai problemi relativi alla verifica sul campo della sicurezza del sistema operativo saranno innanzitutto i consumatori
  • i criminali digitali attaccheranno soprattutto i servizi e i dati residenti sul cloud, soprattutto perchè sistemi di protezione tradizionali non sono adeguati a proteggere i dati e lo storage in cloud
  • l'utilizzo di dispositivi diversi da parte dei consumatori renderà più difficile applicare sistemi di sicurezza adeguati
  • aumenteranno gli attacchi collegati a motivazioni politiche e ideologiche
  • il malware evolverà gradualmente ma si presenterà in forme sempre più subdole e sofisticate
  • aumenteranno i budget investiti sulla sicurezza ma ci vorranno ancora due/tre anni prima di poter disporre delle misure e soluzioni adeguate a garantire una protezione certa

 

Sull'argomento e sulle problematiche identificate da Trend Micro si possono trovare in rete alcuni utili articoli dei quali è suggerita la lettura:

 

Il 2012 è servito a far prendere piena coscienza dei rischi alla sicurezza di dati, informazioni e asset aziendali derivanti dai nuovi malware e dai criminali digitali che utilizzano le nuove tecnologie per i loro attacchi. I grossi player del mercato come Google, Facebook, Instagram ecc. sono intervenuti per proteggere meglio i loro ambienti applicativi sociali ma così non hanno fatto molte realtà aziendali e tanto meno sono cambiate le abitudini degli utenti finali nella gestione accurate di loro dispositivi e delle credenziali per l'accesso.

Il problema principale deriva dalla compresenza, nelle mani di un solo utente, di dispositivi con piattaforme di sistema operativo diverse. Ogni piattaforma obbliga a mettere in campo misure di sicrezza diversificate, soprattutto perchè i nuovi dispositivi sono sempre connessi ed esposti ad attacchi esterni provenienti dalla rete. Attacchi che possono trarre vantaggio da ogni operazione dell'utente, dal download di una applicazione alla semplice telefonata e all'accesso ad internet.

Problema non secondario è anche il possesso da paret dell'utente di un personal computer con il quale condivide dati e informazioni dai suoi dispositivi mobili. I virus e il malware che hanno infettato il dispoitivo mobile può essere facilmente distribuito ogni qualvolta i dati vengono condivisi tra le diverse piattaforme.

Infine gli attacchi non vengono necessariamente solo da PC e dispoitivi mobili. I criminali digitali si sono fatti intelligenti ed usano oggi anche dispoitivi come i TV set, le console per il gioco e i player DVD.

Probabile che una protezione completa sia praticamente impossibile ma aziende e individui dovrebbero porre la sicurezza in cima alle preoccupazioni per il 2013 e agire di conseguenza investendo e dotandosi degli strumenti di protezione necessari e adottando nuovi comportamenti e nuove pratiche aziendali.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Aidilab srl

Nata nel 2010 come startup dell’Interaction Design Lab (IDA) dell’Università di...

Vai al profilo

The Box Srl

The Box S.r.l. nasce dall’esperienza dei suoi soci fondatori e di Arka Service S.r.l...

Vai al profilo

Zirak Srl

Zirak mobile è una società da anni impegnata nello sviluppo di applicazioni per...

Vai al profilo

NBF Soluzioni Informatiche s.r.l. - Shopping Plus

NBF Soluzioni Informatiche s.r.l. opera nel mondo dell’Information Tecnology ed...

Vai al profilo