Soluzioni editoriali /

Distillando il web in cerca della giusta notizia

Distillando il web in cerca della giusta notizia

18 Aprile 2011 Carlo Bongiovanni
SoloTablet
Carlo Bongiovanni
share
Un'analisi di come si sta evolvendo l'informazione sui nuovi media, e delle applicazioni da usare per poterla raggiungere.

Il Web può anche essere il posto più incredibilmente fornito di informazioni che il mondo abbia mai conosciuto, ma è lontano dall'essere perfetto. Per un solo motivo: milioni di informazioni su miliardi di siti chiedono di essere lette, dalle buone alle scarse, il più delle volte poste in siti che portano solo alla distrazione, invece che alla lettura rilassata che i vecchi giornali ci avevano reso semplice.

In breve, il Web avrebbe bisogno di qualche modifica, il che corrisponde esattamente a ciò che cerca di fornire una nuova categoria di applicazioni personalizzate. Utilizzando meccanismi come le raccomandazioni dagli amici e dalle abitudini personali di lettura, queste apps selezionano articoli ed altri oggetti che potrebbero interessarti. Dopodichè le estraggono e le ridisegnano, presentando testo e immagini in una maniera più simile ad una stampa su carta che ad un sito web.

CONSIGLIATO PER TE:

Il futuro incerto del giornalismo

Questo trend è iniziato con il primo iPad, ma si è spostato velocemente su tutti gli altri tablets in circolazione. La prima applicazione che si è fatta notare è stata Flipboard: dopo aver permesso l'accesso al tuo account Facebook e/o Twitter, questo viene elaborato scoprendo i feeds dei tuoi amici e riportando articoli, foto, e altri oggetti che sono stati condivisi. Ti permette anche di scegliere macrocategorie come Stile / Sport / etc., o di aggiungere siti personali, e foto da Flickr e Instagram. Ogni cosa è organizzata e presentata con sezioni sfogliabili ed un layout stile magazine cartaceo.

La tipografia è curata, le immagini sfavillano, e ad esempio leggere Facebook su Flipboard è più semplice che leggere Facebbok su Facebook.

Quando apparve Flipboard per la prima volta, è stato l'unico a far notizia. Adesso è solo il concorrente con una storia più lunga in un caos di applicazioni che cercano di fare la stessa cosa. Un'altro rivale è Taptu, è stato rilasciato per iOS pochi giorni fa. Alla stessa maniera di Flipboard, ti permette di creare delle sezioni denominate "streams" che disegnano il fluire delle informazioni su tutto il Web. Ma ti permette di customizzare ogni stream (flusso) in una maniera di cui Flipboard non è capace. Ad esempio se ti piace la politica, puoi scegliere l'argomento già disponibile in Taptu, e da lì aggiungere o togliere ogni sito che vuoi. O puoi anche costruire una lista di preferiti dal nulla.

Quello che manca a Taptu è la maniera con cui Flipboard presenta le informazioni. Non le rende più semplici da leggere. Un'altra applicazione che ha problemi di presentazione è Zite, un'altra applicazione che utilizza un altro algoritmo per mostrarti ciò che ti interessa. Piuttosto che basarsi interamente sulle raccomandazioni delle persone che hanno condiviso quell'articolo, Zite cerca di capire che argomenti ti interessano, analizzando la tua cronologia di letture. Questo approccio funziona abbastanza bene, riempe le pagine con oggetti che mi interessano e che potrei non aver individuato facilmente.

 

Recentemente sono sorte molte polemiche poichè una serie di testate giornalistiche hanno fatto causa a queste applicazioni per il fatto che rubavano gli articoli dai loro siti, riformattandoli e togliendo ogni cenno pubblicitario, quindi facendo concorrenza agli stessi siti senza nessun riconoscimento per loro. In risposta adesso alcune (Zite) di queste applicazioni hanno mantenuto le loro funzionalità mostrando però le pagine originali senza nessuna modifica allo stile, mostrando nuovamente queste pagine illeggibili con una tipografia difficile ed immagini piccole. Altre (Flipboard, Taptu) si sono alleate con i newspaper, creando dei contratti ad-hoc con quelle testate. Altre ancora hanno inserito un blocco che permette di leggere alcuni paragrafi dell'articolo, e per continuare la lettura si deve passare al sito originale.

La maggior parte del mio tempo sul tablet o sullo smartphone è dedicato alla lettura. Queste applicazioni sono indispensabili anche se ognuna di loro ha qualche difetto, e penso sia solo una questione di tempo prima che arrivi quella che prenderà i lati migliori di ognuna di queste. Se anzi l'avete trovata prima di me, provate a segnalarla nei commenti!

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


ArsETmedia Srl

MOBILE MEDIA APPLICATIONS ET SOLUTIONS Sviluppo applicazioni, giochi, eBooks su iOS...

Vai al profilo

Doxinet srl

Doxinet è un’azienda capace di adattarsi alle esigenze del mercato, in grado di...

Vai al profilo

ARKEBI

Prof. arch. Emiliana Brambilla

Vai al profilo

SellSmart

L’applicazione di sales force automation più indicata ai bisogni commerciali delle...

Vai al profilo