Soluzioni editoriali /

Gli editori e la rivoluzione del libro digitale

Gli editori e la rivoluzione del libro digitale

08 Settembre 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Gli editori stanno facendo i conti con la rivoluzione digitale. Guardare allo scenario italiano è fuorviante anche se le problematiche e le sfide sono le stesse di tutti i mercati. Negli Stati Uniti l’evoluzione verso la tecnologia digitale ha ricevuto una forte accelerazione che cambierà il futuro del libro e dell’editoria.

Per anni molti editori, soprattutto quelli più grandi, hanno cercato di rallentare quella che, anche ai loro occhi, era ormai una rivoluzione in atto dagli esiti certi. La situazione sembra ora essere cambiata, almeno negli Stati Uniti, il paese da dove sono partite tutte le rivoluzioni tecnologiche degli ultimi trenta anni.

Le novità che indicano un cambiamento sono il rilascio, da parte di Amazon, del programma Kindle MatchBook che permette di offrire uno sconto du un ebook per Kindle se il lettore acquista anche la versione cartacea. Un servizio simile è stato intorodotoo da Oster (Netflix for Books) unitamente a HarperCollins, uno dei cinque più grandi editori americani. I titoli disponibili saranno limitati ma Oyster sta trattando programmi simili anche con gli altri editori. La competizione permetterà un allargamento dell’offerta e porterà in pochi anni ad avere la maggior parte dei libri disponibili in forma digitale e sotto forma di servizio.

Se questo è lo scenario, dopo aver archiviato o messo in soffitta videocassette, DVD e CD, lo faremo anche con i libri di carta che diventeranno disponibili in formato elettronico.

 

Le novità in arrivo sul mercato sono destinate a preoccupare molti lettori accaniti e amanti del libro cartaceo ma il cambiamento non è di per sé negativo. Alcuni libri, speriamo molti, di qualità continueranno ad essere disponibili in forma cartacea ed a poter essere tramandati nella loro forma tangibile da nonni a nipoti. In cambio moltissimi libri, anche quelli già letti e riletti, saranno usufruibili  in formato elettronico e utilizzabili con strumenti capaci di offrire nuove modalità e funzionalità per interagire con il testo in modo intelligente, divertente ed utile. I libri ritenuti importanti per la propria personalità ed esperienza potranno in ogni caso essere acquistati anche su carta e come tali conservati.

La rivoluzione del libro avrà altre ricadute importanti, non tutte positive ma neppure tutte negative. Facile ipotizzare che, se il libro diventa un servizio, gli autori potrebbero finire per vedere il loro lavoro sottopagato, esattamente come succede oggi ai musicisti che lavorano con Spotify. Al tempo stesso,  molti autori potrebbero decidere di pubblicare le loro opere in modalità Creative Commons e gratuitamente.  Questo vantaggio per i lettori non è il solo. I servizi come quello di Amazon permetteranno di avere accesso a biblioteche immense a costi limitati, e nulla vieterà comunque di continuare ad acquistare libri cartacei e ad arricchire le proprie librerie di casa con linri più o meno belli e più o meno importanti da conservare e tramandare.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Connexxa

Vai al profilo

Albegor.com

Professionista con lunga esperienza nel settore mobile, fin dalla comparsa sul mercato...

Vai al profilo

Terra dei colori

Storia interattiva, destinata sia ai bambini che ai più grandi La storia di...

Vai al profilo

Sanmarco Informatica

Conoscenza, consapevolezza, spirito di gruppo, sono le parole che riassumono il nostro...

Vai al profilo