I protagonisti si raccontano /

2014 - Le previsione fatte dai protagonisti del mercato italiano [Albegor.com]

2014 - Le previsione fatte dai protagonisti del mercato italiano [Albegor.com]

30 Dicembre 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Una intervista a Davide Orlando di Albergor.com che conferma la potenzilaità del mercato Mobile e dell'esistenza di numerose opportunità ancora inesplorate e tradotte in soluzioni, applicazioni e business. C'è la consapevolezza della ciris economica ma anche l'ottimismo di chi sa intravedere tra le pieghe del caos gli elementi emergenti e la loro capacità atrattiva. Una visione ottimista per un futuro diverso da quello attuale.

Il 2014 potrebbe essere l’anno della svolta. L’economia europea potrebbe ripartire, le aziende potrebbero ricominciare a guardare con ottimismo al futuro e investire maggiormente in innovazione Mobile e i consumatori potrebbero disporre di maggiore liquidità per acquistare nuovi gadget tecnologici e applicazioni.

Per verificare la validità di una percezione e di una previsione, SoloTablet ha scelto di far parlare i protagonisti della scena italiana con una serie di interviste che verranno pubblicate gratuitamente sul portale www.solotablet.it .

Intervista a Davide Orlando di Albegor.com

 


 

Come vede il mercato italiano Mobile attuale, in termini di maturità, opportunità, difficoltà, resistenze, dinamicità, innovazione, ecc?
La mia opinione è che nell’attuale mercato italiano legato al Mobile ci sia un potenziale di crescita più grande di quanto già non dicano i numeri e le statistiche. Le tecnologie hardware e le soluzioni software ci sono e sono a portata delle tasche delle PMI che compongono la stragrande maggioranza del tessuto imprenditoriale italiano.

Pensiamo ad esempio alla tendenza BYOD (Bring Your Own Device) che sta portando notevoli benefici ai lavoratori nomadici e alle rispettive aziende, in tutti i settori.

Paghiamo però lo scotto degli effetti di una pesante crisi e di anni di mancate riforme strutturali, il che incide sulla propensione da parte delle aziende ad investire in soluzioni innovative che potrebbero agevolare l’innovazione di prodotto o di processo.

Chi già opera sui mercati internazionali risente meno della debolezza del sistema Paese, ma è evidente che il clima generale di sfiducia e l’alto livello di tassazione tendano a ridurre al minimo i budget per le soluzioni che esulano dalle spese ordinarie, quali ad esempio app realizzate ad-hoc oppure azioni di comunicazione e marketing sui social network.

 

Ci può raccontare il consuntivo del 2013? I risultati fin qui ottenuti sono allineati con le aspettative iniziali? Quali sono stati i problemi principali che avete incontrato, quali i successi ottenuti?

Il mio consuntivo del 2013 è positivo, grazie soprattutto al completamento della prima parte di un progetto di valorizzazione dei beni culturali che ho curato per la Provincia di Como.

Si è trattato di creare un itinerario multimediale dedicato all’architettura Razionalista nel territorio del Lago di Como, tra le città di Como, Cernobbio e l’area della Tremezzina: un vero “museo a cielo aperto” finora conosciuto bene solo dagli storici e dagli appassionati di architettura.

Il fulcro di questa prima parte è stata la pubblicazione di una app universale per piattaforma iOS, quindi per iPhone, iPad e iPod Touch. Il design si è basato sul modello di utilizzo di una audioguida, speakerata in tre lingue, italiano, inglese e tedesco, arricchita da foto storiche e attuali, nonché da disegni originali provenienti dagli archivi degli architetti Terragni, Cattaneo e Lingeri.

La difficoltà, che è diventata un punto di forza, è stata il presentare all’utilizzatore – cittadino o turista – un tema di eccellenza specifico del territorio lariano come l’architettura Razionalista in maniera semplice e accattivante.

Lavorando insieme a diversi collaboratori, abbiamo combinato in maniera “olistica” testi redatti secondo le tecniche di storytelling e letti da speaker professionisti (per l’italiano spicca la voce di Luca Grandelis, ben conosciuta dai lettori di SoloTablet), con un importante apparato fotografico e un’interfaccia utente intuitiva.

Il valore del risultato finale doveva essere superiore alla somma algebrica delle singole componenti.

Il lancio dell’app verso la fine della stagione turistica ci ha consentito di avere più tempo per programmarne la promozione per la stagione successiva, a partire da eventi come la BIT 2014.

Pur trattandosi di un tema culturale specifico, abbiamo avuto un riscontro positivo, grazie ai media online che hanno dato visibilità al progetto.

Video-articolo di QuiComo: http://www.quicomo.it/12/04/razionalismo-comasco-ecco-lapp-per-un-tour-in-40-minuti.html

Intervento alla trasmissione Angoli di EspansioneTV: http://www.youtube.com/watch?v=uUhWsrtdkUA

Quali sono le sue previsioni per il 2014 in termini di sviluppo del mercato Mobile Italiano?

In ambito B2B, la maggior parte delle PMI rimarrà a guardare, ahimè. Come già evidenziato da altri professionisti intervistati da SoloTablet, chi potrà rinnoverà parzialmente il proprio parco dispositivi impiegati, più per obsolescenza che per desiderio di innovazione.

La vera innovazione in termini di soluzioni e servizi su Mobile, sia in ambito B2B che B2C, avverrà grazie alle piccole e piccolissime startup di giovani e meno giovani italiani che si mettono in gioco senza aver nulla da perdere.

O meglio, con il coraggio e l’entusiasmo necessari a vedere nella parola “crisi” più un’opportunità di cambiamento che scenari di depressione economica.

Quali saranno secondo lei i protagonisti del 2014 e su quali di essi converrebbe investire?

I produttori di dispositivi mobili continueranno a darsi battaglia come han fatto quest’anno, a suon di nuovi modelli di smartphone e tablet. Un vantaggio competitivo lo avranno senz’altro i produttori che riusciranno ad integrare al meglio i propri prodotti con l’ ”internet delle cose”.

Apple potrebbe averlo con gli iBeacons nel settore del proximity marketing, mentre i dispositivi con NFC di Samsung e altri produttori potrebbero averlo per i pagamenti elettronici in mobilità.

Seguo inoltre con interesse la crescita della quota di mercato di Microsoft-Nokia con il sistema operativo Windows Phone, il terzo incomodo nel settore, dato che professionalmente ho iniziato proprio grazie ai primi palmari Pocket PC di Microsoft (nella foto lo smartphone Armani-Samsung-Microsoft con Windows Mobile).
Assisteremo insomma al processo di “continuous innovation” a cui in grandi produttori di smartphone ci hanno abituato finora.

 

Quali saranno i prodotti che segneranno il mercato mobile del 2014?

E’ interessante il fatto che prodotti potenzialmente “disruptivi” come i Google Glass abbiano trovato una loro prima sperimentazione in Italia proprio nel settore dei beni culturali, presso il Museo Egizio di Torino.

E’ un bell’esempio di realtà aumentata “indossabile”, con potenzialità notevoli per i produttori di contenuti adatti in tali contesti.

Gli smartwatch rimarranno gadget per gli appassionati, almeno fino all’arrivo della prima killer application che li renderà irresistibili da usare per il grande pubblico.

 

Con quali successi e casi di studio vi preparate ad affrontare il 2014 e in quali ambiti state investendo per arricchire il vostro portafoglio d’offerta?

La prima parte del 2014 è già tracciata per me e i miei collaboratori. Completeremo la seconda parte del progetto dedicato al Razionalismo, affiancando all’app iOS la versione Android ed una serie di servizi, quali l’audio in podcast e audioguide a noleggio, in maniera tale da fornire un servizio completo e accessibile a tutti, non solo a coloro che viaggiano col proprio smartphone o tablet sempre in tasca.

Nel settore della valorizzazione dei beni culturali attraverso le tecnologie Mobile si può fare molto a mio parere, ma esiste un “digital divide” notevole che ostacola l’adozione di queste soluzioni innovative da parte della maggior parte delle istituzioni culturali, pubbliche e private.

Solo poche e prestigiose grandi istituzioni sono in grado di attrarre sponsor e permettersi sperimentazioni come quella con i Google Glass presso il Museo Egizio di Torino.

Se riusciremo a proporre una soluzione software specifica per il settore, in grado di abbattere tale “digital divide”, i lettori di SoloTablet saranno i primi a saperlo.

Nella macro-area lombarda interessata da Expo2015 seguiremo inoltre con attenzione le iniziative dedicate alla promozione del territorio e delle eccellenze nel settore della cultura, dell’artigianato e dell’enogastronomia.

La sfida in quest’ambito, per rendere attrattivo il territorio al turista in visita ad Expo al fine di prolungarne la permanenza, è quella di legare le iniziative digitali, come quella dedicata al circuito del Razionalismo, con una cultura dell’accoglienza a misura di turista.

In questo senso è emblematica l’iniziativa “La cultura del sorriso” lanciata da Confcommercio Como per migliorare la gentilezza e la disponibilità di chi lavora nel mondo del turismo. Perché non bastano le bellezze paesaggistiche – e le app che le raccontano - a rendere accogliente un territorio.

 

Può ricordare ai nostri lettori la vostra proposizione commerciale ( APP, soluzioni e servizi)?

Sviluppo soluzioni software personalizzate, sia su commissione che di mia iniziativa, in particolare per smartphone e tablet.
Tra le soluzioni dedicate al mercato consumer, segnalo la suite di app (Mac, iPhone e iPad) dedicate ai collezionisti di Euro monete: http://euromonete.albegor.com

Tra le soluzioni dedicate alla promozione del territorio e alla valorizzazione dei beni culturali, segnalo i progetti commissionati dalla Camera di Commercio di Como e dalla Provincia di Como:

http://giardini.albegor.com

http://razionalismo.albegor.c

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Marialuisa Moro, scrittrice

Una restauratrice di quadri, una tela con il ritratto del marito scomparso che la...

Vai al profilo

EiS Srl

Operiamo in ambito ICT come System Integrator presentando un’offerta costruita ad...

Vai al profilo

MDeeS

software,house,sviluppo,divertimento,per sempre

Vai al profilo

Codermine srl

Azienda di sviluppo web, mobile (android, ios e windows phone) e IOT (internet of...

Vai al profilo