I protagonisti si raccontano /

Le APP armoniche di Turutu e la collana Ditamatte per bambini

Le APP armoniche di Turutu e la collana Ditamatte per bambini

24 Maggio 2016 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
L’arrivo dell’iPad e la pervasività dei nuovi dispostivi tecnologici hanno cambiato l’esperienza di gioco dei bambini aprendo nuove opportunità ludiche, pedagogiche e di apprendimento. Permettere ai bambini di giocare con un dispositivo tecnologico può essere una scelta giusta ma deve essere accompagnata da pratiche pedagogiche appropriate e dalla scelta intelligente delle APP da utilizzare. La collana Ditamatte di Turutu offre a genitori e adulti APP per tutte le età, per passatempi solitari e familiari.

Il mercato delle APP non è più effervescente come al suo inizio ma continua a presentare sorprese e novità, in particolare in alcuni segmenti di mercato. Uno tra i segmenti più dinamici e interessanti è quello delle APP per bambini, come testimoniato anche dai numerosi articoli sul tema pubblicati su questo portale.

Dal suo osservatorio privilegiato e informato SoloTablet ha incrociato le APP armoniche di Turutu. Raccolte in una collana denominata Ditamatte queste APP si rivolgono a bambini dai tre anni in su e pensate per giocare da soli o insieme ai fratellini, agli amichetti, a mamma e papà.

In occasione del rilascio di una nuova APP della Collana denominata Pirati SoloTablet ha intervistato , titolare di Turutu.

Ci può presentare Turutu, la sua storia, i suoi protagonisti, gli obiettivi, la visione e la finalità?           

L’idea che sta alla base della nostra attività è nata praticamente con l’uscita di iPhone e iPad. Turutu è una attività di famiglia, nata dalla volontà di scoprire le potenzialità di questi nuovi strumenti. La nostra formazione ed esperienza lavorativa ci permette di realizzare le app con la necessaria professionalità: dalla definizione dei contenuti, alla grafica, allo sviluppo vero e proprio fino alla comunicazione e marketing.

Dispositivi così intuitivi richiedono app intuitive: questa è la ricerca dell’armonia che è anche il nostro motto “harmonic apps”, cerchiamo di trovare le soluzioni più semplici, sia nella grafica che nel funzionamento. Osserviamo come giocano i bambini, come reagiscono e cerchiamo di capire come utilizzare le nuove tecnologie come integrazione dei mezzi educativi più tradizionali. Così la tecnologia diventa strumento di arricchimento dell’esperienza sensoriale che è alla base dell’apprendimento soprattutto per i più piccoli.

 

Cosa ha motivato la vostra scelta di puntare su applicazioni per bambini e su un mercato di nativi digitali in erba per fornire loro strumenti ludici e pedagogici?        

Gli smartphone ma soprattutto i tablet, con la loro semplicità ed immediatezza d’uso, sembrano essere fatti apposta per i bambini: lo schermo è un libro aperto dove le pagine si sfogliano da sole. Una grande fonte di idee e critico molto severo è stato sicuramente nostro figlio che ci ha permesso di capire l’utilità di questi dispositivi in campo ludico e pedagogico. Lasciamo giocare lui ed altri bambini con le app per capirne l’efficacia ed individuarne i problemi.

Giocando scoprono ed imparano, questo è ovviamente l’obiettivo di ogni genitore: fornire il materiale che fa crescere i propri figli, sviluppare la creatività ed incuriosirli. Uno strumento che contemporaneamente contiene stimoli visivi, audio e tattili aiuta un bambino sviluppare molte capacità; sempre a patto che venga utilizzato correttamente e come integrazione degli stimoli forniti dall’interazione con i coetanei, con i giocattoli ed i libri cartacei.

 

Ci può fornire la vostra visione del mercato italiano delle APP. La nostra esperienza ci dice che pochi sviluppatori hanno realmente tratto profitto dallo sviluppo di APP per dispositivi Mobili e che l’entusiasmo iniziale è fortemente ridimensionato.  Qual è la vostra percezione, esperienza e valutazione? In che modo questa percezione ha influenzato le vostre scelte di mercato orientando le scelte di sviluppo?         

Devo dire che il nostro entusiasmo è rimasto sempre lo stesso anche se il mercato delle app, in Italia, così come nel resto nel mondo non è facile. La qualità media delle app si è alzata notevolmente nel corso degli anni ma i prezzi di vendita imposti dal mercato sono rimasti gli stessi se non diminuiti. Noi cerchiamo di proporre prodotti di qualità con un attento controllo dei costi permesso anche dalla natura snella della nostra struttura.

 

Quali sono i progetti/APP da voi realizzati che hanno avuto successo e quali gli errori che hanno impedito un loro successo maggiore?      

Una app che sta dando buoni risultati è sicuramente Enigmistica Cruciverba. Abbiamo studiato a lungo una interfaccia ottimale sia per il piccolo schermo dell’iPhone che per quello più grande dell’iPad e siamo molto contenti dei risultati ottenuti. Quando realizziamo un’app cerchiamo sempre di sfruttare al meglio le possibilità offerte da questi dispositivi, in Enigmistica abbiamo aggiunto la possibilità di ascoltare il brano musicale collegato alla definizione. A volte il brano musicale è fondamentale per risolvere la definizione altre volte è un semplice completamento della stessa.

Altra app di cui siamo soddisfatti è la fiaba dei Tre Porcellini. E’ stata anche selezionata da Apple per essere messa in evidenza per le sue qualità e caratteristiche. Secondo noi, un errore commesso con la fiaba dei Tre Porcellini è quello di non aver saputo sfruttarne immediatamente il successo sviluppando altre app con gli stessi protagonisti che probabilmente avrebbero potuto incontrare il gradimento degli utenti.

Ci può descrivere le APP che compongono il vostro portafoglio d’offerta raccontandone i punti di forza o di debolezza e per quali motivi un utente dovrebbe scaricarle dallo store? Che tipo di feedback avete ricevuto dai committenti e/o dai clienti-utenti e quali piani di sviluppo avete per il futuro?

Abbiamo effettuato qualche sperimentazione in vari ambiti ma la focalizzazione maggiore è sui giochi enigmistici e sulle app educative per bambini. Come dice il nostro motto, facciamo app armoniche, che per noi significa intuitive e semplici, controllate attentamente, con grafica leggera e delicata. Un utente può essere sicuro di trovare materiale professionale e ben progettato. Il feedback degli utenti è per noi essenziale per il continuo miglioramento delle nostre app.

Teniamo sempre in grande considerazione le email ed i commenti alle nostre app anche se talvolta è difficile far arrivare agli utenti le motivazioni che portano a certe decisioni. Per fare un esempio, alcuni utenti lamentano che l’app Enigmistica Cruciverba è gratuita con solo due schemi gratis mentre gli altri sono a pagamento. La produzione di contenuti di qualità richiede un grande impegno e noi pensiamo che la disponibilità di schemi gratuiti consenta agli utenti di toccare con mano la validità del nostro prodotto prima di decidere di acquistarlo. Abbiamo quindi deciso di puntare sul modello freemium per questa app e siamo molto convinti di questa scelta.

Per il futuro intendiamo continuare con la produzione di contenuti di tipo enigmistico per le app già esistenti e per altre che usciranno in futuro e con la realizzazione di altre app per bambini della collana di Fiabe.

 

Ci può descrivere la vostra collana Ditamatte e quali sono le idee e la visione che la caratterizzano?            

Ditamatte è un album digitale da colorare, ha come obiettivo lo sviluppo delle capacità di coordinamento base occhio-mano e soprattutto nella nuova versione, di cui per ora abbiamo rilasciato Pirati e Principesse, permette di sviluppare fantasia e creatività. Come in altre nostre produzioni siamo partiti da quando permesso dagli strumenti fisici, in questo caso carta e penna, ed abbiamo aggiunto possibili interazioni grazie all’uso degli strumenti digitali. In Ditamatte Pirati e Ditamatte Principesse, per esempio, ci sono delle vernici “speciali” animate che rendono molto divertente ed unico il disegno. Con questa collana volevamo realizzare una app semplice ed immediata per regalare ore di divertimento ai bambini più piccoli.

 

Quali e quante sono le APP che compongono la Collana e a chi sono rivolte? Sono APP puramente ludiche o si prestano anche per pratiche di tipo pedagogico finalizzate all’apprendimento?      

Sono molte le app che fanno parte della collana Ditamatte con disegni tematici dedicate per esempio a Navi, Aerei, Dinosauri, Cuccioli, Pirati e Principesse.

Possiamo dividere le app della collana Ditamatte in due gruppi: quelle più ludiche con disegni tematici e quelle più specificatamente educative come Ditamatte Numeri, Ditamatte Alfabeto e Ditamatte Forme. Con queste app educative i bambini possono imparare le forme ed i suoni delle lettere dell’alfabeto, dei numeri e delle geometrie di base. Essendo app localizzate in molte lingue (Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Tedesco e Cinese) possono essere utilizzate anche per imparare i suoni di lettere, numeri e forme in queste lingue. 

Tutte le app della collana Ditamatte sono progettate in modo che il bambino anche più piccolo riesca ad utilizzarle senza l’aiuto degli adulti anche se noi suggeriamo sempre la presenza dei genitori per seguire il bambino nella scoperta di questo mondo digitale.

 

In che modo le vostre APP si differenziano sul mercato da proposte simili e quali sono le motivazioni che dovrebbero portare un bambino o un loro genitore al download?         

Come detto abbiamo osservato a lungo i bambini mentre interagiscono con le app: sono abituati a provare a toccare ovunque sullo schermo per vedere cosa succede. Le nostre app sono semplici ed intuitive anche per i bambini più piccoli. Le informazioni dedicate ai genitori e la condivisione sui social media sono accessibili in modo sicuro. Le nostre app contengono solitamente pochi tasti di comando e proponiamo versioni solo a pagamento per evitare di esporre i bambini a contenuti pubblicitari. Quando realizziamo una nuova app cerchiamo di fornire un prodotto divertente che coinvolge i bambini ed educativo in modo da garantire ai genitori sul fatto che i loro figli giocheranno imparando.

Tutte le nostre fiabe per esempio hanno una funzionalità che aiuta il bambino ad imparare a leggere: man mano che il racconto viene letto dallo speaker professionista, le parole vengono evidenziate in modo da aiutarlo a seguire il racconto. In Ditamatte Numeri quando si finisce di colorare un disegno, vengono visualizzate delle palline colorate che rimbalzano sullo schermo: il loro numero è pari al numero che si è appena colorato. In questo modo il bambino può divertirsi facendo rimbalzare le palline sullo schermo ma anche imparare il concetto di quantità. Il nostro obiettivo nelle app per bambini è la presenza di un aspetto pedagogico-educativo, molto importante sia per il bambino che per i genitori.

 

Quali sono i modelli di business e di monetizzazione che avete adottato? 

A seconda del tipo di app e del suo target utilizziamo modelli di business differenti: abbiamo app gratis con banner pubblicitari, app gratis con acquisto in-app ed app a pagamento.

Noi crediamo fortemente nel modello a pagamento, soprattutto per le app dedicate ai bambini, per dare la certezza ai genitori che potranno lasciar utilizzare tranquillamente l’app ai bambini senza avere brutte sorprese. Nell’ultima app di Enigmistica abbiamo invece scelto di fornire l’app gratis con qualche schema incluso in modo da dare all’utente la possibilità di verificare la validità del nostro prodotto prima di procedere all’acquisto.

 

Cosa fate dal punto di vista marketing per far conoscere le vostre APP per i bambini?          

La nostra pagina Facebook è il punto centrale della nostra comunicazione: è il blog in cui sono presentate le nuove app ma permette anche di seguire quanto stiamo realizzando e abbiamo intenzione di utilizzarla sempre di più per questo scopo.

Un altro strumento molto importante è la comunicazione a riviste online e blog di settore riguardo l’uscita delle nostre app.

 

Quali APP avreste voluto sviluppare e perché non lo avete ancora fatto? Se state sviluppando o progettando altre APP ci può fornire delle anticipazioni?          

Fin dall’inizio avremmo voluto proporre una app di Enigmistica per bambini unendo in questo modo le nostre due produzioni principali ma per ora abbiamo dato priorità ad altri progetti. Da tempo volevamo inoltre proporre nuovamente una fiaba con animali come protagonisti.

Per ora non possiamo anticipare nulla perché siamo nella fase iniziale del processo creativo e dobbiamo ancora compiere alcune scelte di base.  Sulla nostra pagina Facebook forniremo aggiornamenti puntuali sul percorso di sviluppo dai primi storyboard fino alle tavole complete. Dal punto di vista più tecnico, per questa fiaba svilupperemo un motore completamente nuovo in swift che sarà la base per le fiabe successive e grazie al quale contiamo di riuscire a velocizzare di molto il processo produttivo. Il nostro obiettivo è di lanciare questa nuova fiaba in tempo per Natale.

 

In quali segmenti di mercato siete focalizzati e quali mercati pensate di perseguire in futuro?   

Il settore che ci vede maggiormente impegnati lo definirei quello dell’intrattenimento intelligente. Per gli adulti abbiamo due app di Enigmistica che hanno avuto e continuano avere un buon riscontro tra gli utenti: continueremo sicuramente su questo filone.

Per i bambini abbiamo tutta una serie di app e sicuramente proseguiremo con lo sviluppo di app divertenti ed educative. Come detto prima ci piacerebbe poi unire i due mondi proponendo una app di Enigmistica per bambini.

 

Quali saranno in un prossimo futuro le novità tecnologiche capaci di cambiare il mondo così come hanno fatto in passato l’iPhone e poi il tablet? In che modo evolverà il mercato delle APP da una prospettiva tecnica (sviluppo)?       

La nuova frontiera tecnologica è sicuramente l’IoT, dispositivi connessi di varie forme e dimensioni atti ad eseguire i più svariati compiti, accendere le luci, comandare il riscaldamento, aprire porte, ecc. Le app sono e saranno sempre più un punto centrale di controllo di questi dispositivi connessi.

Per quanto ci riguarda più da vicino, troviamo interessante la possibilità di far funzionare una app su i più svariati dispositivi, dagli “indossabili”, agli smartphone e tablet che rimarranno ancora per molto elementi fondamentali nell’intrattenimento e nel settore educativo, fino agli schermi più grandi dei televisori. Su quest’ultimo punto sicuramente realizzeremo app anche per bambini che sfruttino l’Apple TV di ultima generazione. Per ora abbiamo una sola app che può essere eseguita su tutti i dispositivi iOS, Positive Mantra, che permette di ascoltare o leggere frasi positive e motivazionali accompagnati da una rilassante musica di sottofondo.

 

SoloTablet ha cambiato verso e grafica ma soprattutto si è attrezzata per essere uno strumento a supporto di chi sviluppa e innova.          

Troviamo molto interessante l’attenzione che SoloTablet dedica ai noi sviluppatori con la possibilità di parlare della nostra attività in interviste come questa oppure la possibilità di avere una sezione dedicata alle app prodotte.

Apprezziamo inoltre il taglio editoriale di SoloTablet più attento agli sviluppi e tendenze tecnologiche generali che alla presentazione dei singoli dispositivi. Anche l’aspetto grafico in linea che i nuovi dettami minimalisti appare secondo noi moderno e facilmente fruibile.

Altro aspetto da rimarcare è la presenza molto discreta di contenuti pubblicitari che sempre più invadono le pagine delle riviste online.


Chi fosse interessato al download:

Enigmistica Cruciverba
I tre porcellini
Ditamatte Pirati


 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Omigrade s.r.l.

Omigrade è una società nata dall’idea e dalla volontà di un gruppo di...

Vai al profilo

Sanmarco Informatica

Conoscenza, consapevolezza, spirito di gruppo, sono le parole che riassumono il nostro...

Vai al profilo

Startbusiness

SB un’azienda che fa scouting nel mondo ICT (Information Communication Technology...

Vai al profilo

Cosmobile Srl

Sviluppiamo applicazioni native per dispositivi mobili, in particolare smartphone e...

Vai al profilo