I protagonisti si raccontano /

Torrisi Group cavalca la rivoluzione tecnologica

Torrisi Group cavalca la rivoluzione tecnologica

20 Gennaio 2012 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
SoloTablet intervista l'Ing. Alan Torrisi Presidente e Coordinatore Tecnico di Torrisi Group. Una società che propone lo sviluppo di applicazioni per iPhone, iPad e Android.


SOLOTABLET:
Cominciamo con un breve racconto sul perché avete deciso di investire nel mercato dei tablet. Quali sono state le motivazioni economiche, di mercato e strategiche che hanno mosso le vostre scelte.
Tutto il campo dell’informatica è, almeno nella sua parte “funzionante”, necessariamente alla ricerca continua di soluzioni alternative. Motivi economici e spinta quasi etica sono i principali motori (più uno o l’altro a seconda della realtà della singola impresa), la conseguenza diretta è che nell’insieme di un’area geografica ci sia sempre un mutitasking ansioso di ricerca e test e miglioramento di tutti i servizi possibili. Torrisi Group ha accolto i tablet senza l’entusiasmo che meritavano, non per mancanza di fiducia, ma perché sono stati una innovazione come tante (sappiamo ORA che sono stati ottimi), in contemporanea ad altre tecologie. Oggettivamente i primi testati e realmente appetibili (gli Slate) erano pc portatili con tastiera su schermo e touch resistivo...non il massimo. Dopo iPad, ma solo pe rquestioni modaiole, di massa, tutto cambia. Da una parte per la fiducia e la percezione degli utenti. Dall’altra per le app e per un vero e proprio “nuovo modo” di interagire.

SOLOTABLET: Cosa pensate dei nuovi dispositivi mobili e come li posizionate sul mercato consumer e aziendale?
Il mercato aziendale secondo noi è mal stimato. Nelle aziende lavorano persone, che anche nelle migliori ipotesi non si liberano dalle proprie sensazioni da “utente finale”. Bisogna concentrarsi sulle persone. Oggi tutto è per le persone. Social Networking, User Interfaces, Applicazioni..tutto.
I nuovi dispositivi tenderanno a cambiare tendenze. Prima erano superflui, ora sono di moda, presto saranno obbligatori, come ora è obbligatorio avere un telefonino e un pc, per non rimanere fuori dal mondo (comprese alcune istituzioni). Questo è un panorama che farà felici i produttori, ma è anche spaventoso. Presto, prestissimo, avremo dati in rete, governati da intelligenze artificiali distribuite. E nessuna REALE garanzia di come vengono mossi questi dati.

SOLOTABLET: Secondo alcuni i tablet non possono rappresentare ancora una valida alternativa al personal computer per motivi di sicurezza, integrazione con ambienti IT esistenti, supporto e assistenza. Voi cosa ne pensate?

Attualmente ci sono ambiti in cui, più che impossibile, è molto difficile usare un dispositivo al posto di un altro. Ma c’è sovraffollamento. A breve, brevissimo, avremo un dispositivo solo, con una sorta di appendice indossabile probabilmente. Che potrebbe essere facilmente resa obbligatoria, secondo i maligni...

SOLOTABLET: Molti analisti stanno evidenziando con curiosità e attenzione un passaggio epocale che collocano da qui al 2015. Secondo voi il fenomeno in azienda subirà delle accelerazioni o verrà rallentato dalle problematiche sopra elencate?

Il passaggio sarà più vicino secondo noi e molti altri..Non dopo il 2014 di certo, più probabilmente tra 13 e 14. Le aziende si adegueranno in 3 anni. I tempi di adeguamento sono sempre minori, questo per il motivo di cui sopra, il professionista è prima di tutto una persona. Chi produce e propone, lo sa, lo sa eccome.

SOLOTABLET: Descriveteci le vostre applicazioni e soluzioni evidenziandone i vantaggi, i benefici e gli elementi didifferenziazione rispetto alla concorrenza.

Le nostre applicazioni sono per lo più per uso interno, per pura scelta. Le applicazioni pubbliche create sono sempre state in partenrship. Per quanto riguarda i nostri clienti i tablet son stati usati per automatizzare alcuni processi aziendali, sostituendo vecchi pc fissi touchscreen.

SOLOTABLET: Chi sono i vostri concorrenti principali? Quelli nostrani o i grandi produttori di software che stanno predisponendo piani e programmi per dominare i nuovi mercati?

Certamente i nostrani, per le app nuotiamo nel mare sotto casa, fatto dalle PMI e da progetti a basso-medio budget. Il che è perfettamente in linea con il clima economico che attualmente si respira nella nazione, che d’altra parte incoraggia poco a rafforzare lo sviluppo e aggredire mercati presidiati da realtà più grandi ed esperte.

SOLOTABLET: Avete dei modelli di business particolari utili, come ad esempio il noleggio, a rendere più facile e morbido per le aziende l’introduzione dei tablet nella infrastruttura IT corrente?

Abbiamo delle convenzioni con dei fornitori chiaramente, che per clienti che decidono di migrare alcuni hardware da laptop (magari vecchi modelli in serie) a tablet e adottare software o piattaforme condivise di gestione.

SOLOTABLET: La vostra soluzione è semplice da implementare o richiede interventi e sviluppi aggiuntivi?

Amiamo il coud computing e amiamo le soluzioni multipiattaforma, facili e immediate, che non abbiamo la nettadivisione tra software server, software desktop e software web.

SOLOTABLET: Avete programmi e piani per sviluppi futuri? In particolare per nuove applicazioni, soluzioni verticali, sistemi operativi, piattaforme ecc.?

Abbiamo alcune interessanti novità in fase di sviluppo con la Regione Lombradia, ma sono top secret (almeno per i prossimi tre mesi!)


SOLOTABLET: Cosa pensate del mercato italiano?

In questo momento è una sofferenza chiaramente. Nel resto del mondo occidentale, dove ancora non è così lo sarà, in particolare (ma non solo in Italia) la classe dirigente paneuropea non aiuta di certo, e alcuni imprenditori italiani si salvano più con la fantasia e un pizzico di fortuna che con l’esperienza e l’onestà. Con questo non intendiamo dire che siano molti disonesti, ma che un valore bello e pulito come l’onestà, o come la competenza orami, qui, non basta più. Perché non sono considerati valori nemmeno dalle istituzioni, che paiono non capire cosa significhi lavorare controcorrente
.
SOLOTABLET:
Cosa ne pensate di una iniziativa come SOLOTABLET? Avete idee da suggerire?

Assolutamente nulla da aggiungere, troviamo sia ricca di materiale e spunti da applicare (e cercare di far applicare alle aziende!)

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Appspa - Sviluppo App Personalizzate

Sviluppiamo l'app personalizzata per il tuo business! L'app che realizzeremo per te ti...

Vai al profilo

Zirak Srl

Zirak mobile è una società da anni impegnata nello sviluppo di applicazioni per...

Vai al profilo

INGEGNI Tech S.r.l.

INGEGNI Tech sviluppa applicazioni per il mercato mobile, sviluppando progetti per la...

Vai al profilo