Mercato Italiano /

I budget ICT per il 2013, le previsioni del MIP di Milano

I budget ICT per il 2013, le previsioni del MIP di Milano

04 Dicembre 2012 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Se il 2012 finirà con un segno negativo, il 2013 non si preannuncerà con promesse di miglioramento. A dirlo è il Politecnico di Milano che attraverso i suoi osservatori da tempo ha il polso della stuazione del mercato ICT italiano. I CIO saranno chiamati ad una dupplice difficile sfida, ridurre ulterirormente i budget disponibili e rilanciare il business dell'azienda per approfittare delle nuove tecnologie digitali e Mobile.

Il 2013 è alle porte e si prospetta, ancora un volta, come un anno complicato per tutti i CIO e responsabili IT aziendali alle prese con la necessità di aggiornare e rinnovare le loro infrastrutture ICT. Il mercato, sempre più digitalizzato e Mobile, obbliga al cambiamento ma cambiare è difficile se i budget necessatri non ci sono o sono costantemente ridimensionati a causa delle perdurante situazione recessiva dell'economia attuale. Trovare un equilibrio tra risparmio e innovazione è la sfida vera che attende tutti, singoli individui e/o liberi professionisti, aziende e pubbliche amministrazioni e responsabili IT.

Ad aiutare lo sviluppo del mercato IT e digitale italiano c'è ora l'agenda digitale e l'impegno del governo su una migliore e maggiore utilizzazione della tecnologia come supporto indispensabile allo sviluppo futuro dell'Italia. L'approvazione dell'agenda digitale aiuterà il paese a superare il digital divide che ormai ci sepra dagli altri paesi europei, in primis con paesi come la Germania nei quali la percentuale di spesa IT è il doppio della nostra.

Se l'agenda digitale potrà aiutare il pubbico, le aziende private sono chiamate a fare la loro parte con investimenti adeguati alle nuove tecnologie, ai nuovi bisogni emergenti e a farlo puntando a loro volta su cambiamento e innovazione. Due aspetti non semplici e che richiedono molta creatività a proattività.

I comportamenti e le tendenze che potrebbero caratterizzare il mercato ICT del 2013 è stato investigato dal MIP di Milano con una indagine che ha coinvolto 200 direttori di sistemi informativi e che ha permesso di evidenziare la loro agenda per il futuro. Una agenda che prevede un calo del -1.7%, un valore comunque positivo se si pensa che il mercato IT prevede un calo del 4%.

Interessanti sono le priorità segnalate che indicano dove saranno investiti i budget disponibili:

  • lo sviluppo dei sistemi gestionali e Erp (46%)
  • Business Intelligence e Analytics (44%)
  • Device Mobili e Mobile Apps (35%)
  • Digitalizzazione e dematerializzazione dei documenti(30%)
  • Canali digitali e Social CRM (25%)
  • Cloud (28%)

Tra le sfide principali sono state segnalate la diffusione della Consumerizzazione (40%) del Demand Management (36%.), della Governance internazionale dell’Ict (34%) e i Ruoli per il Cloud Computing (31%).

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


RAD Solutions S.R.L

Distributore GeneXus per Italia e Svizzera

Vai al profilo

Zero Computing S.r.l.

Zero è una web-agency presente sul mercato italiano dal 1992, con l’obiettivo di...

Vai al profilo

Move On

Film al cinema è un applicazione sviluppata da Move On (www.moveon.it) azienda...

Vai al profilo

Surplex GmbH

Surplex è una società leader nella fornitura di macchinari usati, attiva in tutto il...

Vai al profilo