Mercato Italiano /

Trasformazione digitale e customer experience

Trasformazione digitale e customer experience

22 Maggio 2018 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Migliorare la customer experience è l’obiettivo principale della trasformazione digitale per metà delle aziende del manifatturiero.
Il 68 per cento delle aziende dei settori ingegneria e manifatturiero si aspetta che il progresso dell’industria 4.0 porterà ad un cambiamento

Roma – 15 maggio 2018 — Il settore manifatturiero italiano ha registrato un buon inizio del 2018, rilevando la crescita maggiore della produzione da inizio 2011 e uno degli aumenti maggiori dei nuovi ordini degli ultimi 18 anni, secondo gli ultimi dati riportati da Markit Economics.[1]

 Riflettendo questa recente ripresa, la ricerca commissionata da Interoute, l’operatore proprietario di una piattaforma di servizi cloud globale, evidenzia infatti che il 68 per cento delle aziende del settore industria e ingegneria nutre fiducia verso questo driver di cambiamento. Questo dato è più elevato rispetto a quelli riscontrati in ogni altro settore, e superiore alla media europea, che è, invece, pari al 61 per cento.

L’obiettivo principale delle aziende del settore manifatturiero, se si parla di digital transformation, è migliorare l’esperienza del cliente. Circa la metà (49 per cento) di queste realtà, infatti, segnala come priorità la customer experience, nel quadro dei programmi inerenti questa trasformazione. Il manifatturiero e il settore ingegneristico hanno dato maggiore peso a questo aspetto rispetto alle aziende di altri settori, come ad esempio quello legale (32 per cento), oppure turismo e trasporti (38 per cento).

Queste aziende hanno sempre più necessità di una dorsale digitale che offra loro una connettività e una rete adatte al supporto di una collaborazione più intensa nel contesto della supply chain, e che consenta di fornire una esperienza di acquisto più piacevole ai propri clienti.

La ricerca di Interoute rivela che i must have per la digital transformation nel settore manifatturiero sono:

  • Piattaforme IT automaticamente scalabili (66 per cento),
  • Messa in sicurezza dell’intera architettura (63 per cento)
  • Evoluzione continua dei processi (59 per cento)
  • Piattaforme digitali in grado di connettere tecnologie legacy e applicazioni cloud (52 per cento).

Grazie all’Industria 4.0, le aziende manifatturiere automatizzano maggiormente la supply chain, e applicano i principi della fabbrica intelligente attraverso lo scambio di dati in tempo reale. Al contempo, le funzionalità dedicate alla customer experience stanno diventando sempre più hi-tech e personalizzate, e questo accresce la necessità di collaborazione con partner e fornitori. Quindi, per favorire la circolazione di nuove idee e velocizzare lo sviluppo dei prodotti, costruttori e ingegneri dovranno co-innovare e gestire in outsourcing alcune aree. Al momento, infatti, più della metà (il 56 per cento) delle aziende del manifatturiero – più che in qualsiasi altro settore economico – ammette di non essere ancora in grado di adattare le strutture aziendali ed innescare il cambiamento, un fattore che rappresenta una delle sfide più ardue della digital transformation.

Un esempio concreto di questo fenomeno è Danieli. In qualità di azienda leader del settore attrezzature e impianti per il siderurgico, tra le prime tre a livello mondiale, è in prima linea nella partita dell’innovazione. Interoute ha dotato Danieli di una rete virtuale privata (VPN) ad alte prestazioni, così da fornire a più di quaranta dei siti di Danieli sparsi per il mondo una connessione costante attraverso ognuno di essi, e trasferendo, inoltre, dati e applicazioni in prossimità dei clienti. Alexander Stewart, Executive Vice President ICT di Danieli ha dichiarato, “Danieli ottimizza la customer experience avvicinando dati e applicazioni, il tutto grazie alla rete di Interoute. Con il supporto di Interoute, abbiamo acquisito una dorsale che permette agli utenti di vivere un’experience positiva, e ai nostri servizi di funzionare orientandosi verso questo obiettivo”

Simone Bonannini, Vice President Southern Europe, CEE e MEA di Interoute, ha commentato, “Il settore manifatturiero è in cerca di soluzioni per rispondere alle esigenze dei clienti con una mentalità “on-demand”, e, di conseguenza, offrire loro un supporto di ultima generazione. Grazie alla digital transformation, aziende del settore manifatturiero e ingegneria possono contare sul livello di servizio, veloce e ottimale, che i clienti di oggi si aspettano. Ad esempio, come consumatori, nel corso della nostra vita assisteremo ad una vera e propria rivoluzione delle supply chain, perché i pezzi di ricambio saranno progettati localmente e spediti solo nelle vicinanze, in un batter d’occhio, migliorando radicalmente la customer experience, perché le richieste verranno evase molto velocemente. Per essere pronte a questo cambiamento, le aziende del settore devono partire da un’infrastruttura digitale che connetta reti digitali e legacy, che sia quindi abbastanza flessibile da accogliere le ultime novità e rispondere al cambiamento.”

I risultati di questa ricerca sono estratti dal report The challenges facing European IT decision-makers engaged in digital business transformation, che analizza i fattori alla base dei processi decisionali in ambito IT, e i metodi utilizzati dai professionisti IT senior per prepararsi ai cambiamenti.

La ricerca

La ricerca ‘The challenges facing European IT decision makers engaged in digital business transformation’ è stata eseguita in modo indipendente da Coleman-Parkes Research per conto di Interoute tra l’agosto e il settembre 2017. I risultati comprendono i feedback di 820 responsabili IT senior di organizzazioni europee con un fatturato annuale compreso tra i 200 milioni e i cinque miliardi di Euro. Il report analizza come le organizzazioni pianificano di agire per affermarsi in un mondo in continua evoluzione. Lo studio ha rivalutato la fiducia delle aziende alla luce dei cambiamenti del clima politico, così come l’impatto di queste incertezze sui processi decisionali in materia di tecnologia, e come la tecnologia è a fianco delle organizzazioni, perché queste ultime possano cogliere le opportunità del futuro.

 

Su Interoute

Interoute è l'operatore proprietario di uno dei più grandi network in Europa e di una piattaforma di servizi cloud globale, che comprende 72.000 chilometri di fibra, 15 Data Center, 17 Virtual Data Center e 51 colocation center. La rete avanzata in fibra ottica dell’azienda collega multinazionali, service provider globali, operatori di telecomunicazioni mobili, enti governativi, OTT (over-the-top) e internet service provider, e partner di canale. Inoltre, collega più di 195 data center di terze parti in Europa, America, Africa, Asia, Medio Oriente. La piattaforma full-service Unified ICT offre servizi alle aziende che cercano connettività e una piattaforma avanzata, scalabile e sicura su cui poter costruire i propri servizi voce, video, computing e data service. Con sedi in Europa e negli Stati Uniti, Interoute possiede e gestisce anche 24 reti metropolitane nei principali centri di business europei. www.interoute.it 

Per maggiori informazioni:

Competence Communication (ufficio stampa)

Chiara Carobello carobello@compcom.it

Valentina Tremolada tremolada@compcom.it

Manuela Lauletta lauletta@compcom.it 


Dichiarazioni previsionali

Il presente comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali. Una dichiarazione previsionale è una qualsiasi affermazione che non è legata a fatti o eventi storici, e può essere identificata dall’uso di parole e espressioni come “secondo le stime”, “intende”, “anticipa”, “presume”, “potrebbe”, “stima”, “prevede”, “è del parere”, “può”, “pianifica”, “potenziale”, “prevede”, “progetta”, “dovrebbe”, “per la conoscenza di”, “sarà”, “sarebbe”, o, in ogni caso, il loro contrario o altre espressioni simili, che hanno lo scopo di identificare una dichiarazione previsionale. Questo si applica, in particolare, alle affermazioni contenenti informazioni sui risultati finanziari futuri, i piani, o le aspettative riguardanti business e management, la crescita o la reddittività futura e le condizioni economiche e normative generali, nonché altre questioni che incidono su Interoute.

Le dichiarazioni previsionali riflettono le attuali opinioni del management di Interoute ("Management") su eventi futuri, che si basano sulle ipotesi del Management e comportano rischi noti e ignoti, incertezze e altri fattori che possono dar luogo a risultati futuri, performance o conseguimento di obiettivi sostanzialmente diversi da qualsiasi risultato, performance o conseguimento futuro espressi o supposti da Interoute, in queste dichiarazioni previsionali.

L’attività di Interoute è soggetta a una serie di rischi e incertezze che potrebbero causare anche una dichiarazione previsionale, stima o previsioni diverse materialmente da quelle espresse o supposte nelle dichiarazioni previsionali contenute nella presente comunicazione. Le informazioni, le opinioni e le dichiarazioni previsionali contenute nella presente comunicazione si riferiscono solo alla presente data di pubblicazione e sono soggette a modifiche senza preavviso. Interoute non si assume alcun obbligo di rivedere, aggiornare, confermare o di rilasciare pubblicamente revisioni delle dichiarazioni previsionali, che riflettano eventi che si verificano o circostanze che sorgono in relazione al contenuto della presente comunicazione.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Visureasy

Visureasy fornisce diversi servizi di reperimento visure, alcune tipologie di visure...

Vai al profilo

Soft! e Oscar

Siamo un Team, con sede in Abruzzo, che si occupa della pianificazione, progettazione e...

Vai al profilo

Creact

Creact si occupa dello sviluppo di soluzioni mobile, web e desktop. Creact dà vita a...

Vai al profilo

Orefice

Società di sviluppo app per mobile android

Vai al profilo