Segnalazioni dal mercato /

Dell’annuncio di Apple si ricorderà l’assenza di sorprese.

Dell’annuncio di Apple si ricorderà l’assenza di sorprese.

28 Ottobre 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
L’evento del 22 di Ottobre di Apple sarà ricordato per il rilascio della nuova meraviglia tecnologica dell’iPad Air ma soprattutto per l’assenza di sorprese. Una realtà inusuale per Apple e che marca la differenza oltre che la distanza tra l’azienda che fu di Steve Jobs e l’attuale di Tim Cook. Le anticipazioni avevano praticamente già raccontato quasi tutto e l’evento è servito a darne pubblica conferma.

Se si vuole leggere l’evento in profondità le novità non sono mancate. Con il ricorso alla denominazione Air è stata introdotta una linea di discontinuità con i modelli della linea iPad precedente. Questa demarcazione lascia spazio sul mercato anche a questi ultimi, creando al tempo stesso un nuovo mercato di fascia alta legato completamente alla qualità del prodotto e alle sue caratteristiche tecnico-professionali. Quanto a lungo poi Apple decida di tenere l’iPad di vecchia produzione sul mercato lo scopriremo dopo il periodo dello shopping natalizio. Altra novità è l’aggiornamento dell’iPad Mini con il Retina display da 2048x1536 pixel di risoluzione. Queste novità non sono riuscite comunque a far dimenticare l’assenza di una qualche sorpresa reale e capace di entusiasmare ancora le schiere di consumatori, vecchi e nuovi, che da sempre associano al marchio della Mela il potere di meravigliare e sorprendere.

CONSIGLIATO PER TE:

PC Microsoft & Apple pari sono

Dall’evento di Apple è emersa chiara la volontà  di puntare sempre più sul tema della produttività e del ruolo del tablet come strumento di lavoro per l’impresa. Questa volontà è una conseguenza anche della necessità che Apple deve affrontare, quella di essere maggiormente competitiva con agguerriti contendenti nel mondo Android ma soprattutto Windows. Microsoft è da sempre riconosciuta come azienda capace di fornire soluzioni professionali finalizzate alla produttività e come tale rimane il termine di benchmarking di Apple per la conquista di un mercato ancora difficile da conquistare. Per provarci Apple ha deciso di regalare iWork e iLife sui nuovi dispositivi iOS7 ma la decisione sembra più una mossa sulla difensiva che un atto di generosità o di forza. Microsoft sta lavorando alla versione del suo Office per iPad e sul fronte Android, anche Google sta potenziando la sua offerta QuickOffice sulla produttività.  Apple non poteva stare a guardare e con le scelte ultime ha comunicato in modo chiaro il suo interesse per il mercato business e aziendale.

 

Fonte: http://blog.laptopmag.com

Che la battaglia non sia che agli inizi e che il risultato non sia per nulla scritto, lo dimostra l’annuncio in contemporanea del tablet Windows RT di Nokia e l’inizio della distribuzione dei nuovi Surface 2 e Surface Pro 2. Con i nuovi Surface Microsoft punta ad anticipare e soddisfare meglio gli aumentati bisogni degli utenti business fornendo loro maggiore potenza, maggiore durata di batteria e soprattutto maggiori servizi ( skype, SkyDrive, ecc.). Una strategia che punta alle medie e grandi aziende ma soprattutto a quelle piccole.  L’evento del 22 ha visto anche l’annuncio di novità sul fronte desktop/PC. Un fronte nel quale Microsoft continua a dominare incontrastata.

Le vendite dei nuovi iPad stanno già andando a gonfie vele ma la percezione è che qualcosa stia cambiando sul mercato dell’innovazione. Apple non è stata capace di sorprendere, neppure con l’introduzione del software per il controllo delle credenziali di accesso tramite la rilevazione delle impronte digitali, introdotto recentemente sui nuovi iPhone 5S. Nessuna novità è stata raccontata sul fronte della Web TV, sull’iWatch, su eventuali tastiere e accessori esterni, ecc. Senza sorpese il rischio è che anche gli eventi Apple finiscano per diventare ‘normali’ e sempre più simili a quelli degli altri. Il tutto in un  contesto nel quale concorrenti come Samsung dimostrano una elevata capacità di sorprenedere e una versatilità progettuale e di prodotto insuperabile.

Nel frattempo Microsoft sembra avere trovato il ritmo e l’approccio giusto per raddrizzare un periodo lungo fatto di ritardi e fallimenti. Il nuovo Durface 2 è sul mercato, Nokia da poco acquisatta ha rilasciato un suo Tablet e soprattutto stanno arrivando i primi risultati in termini di volume di vendite, fatturato e guadagni sul fronte tablet.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Minitec2

Specialista in reti e sicurezza sistemi Windows Linux mac tablet, assistenza tecnica...

Vai al profilo

Italia Multimedia

Italia multimedia, web agency a Milano, progetta, disegna e realizza Siti Web, Portali...

Vai al profilo

Cosmobile Srl

Sviluppiamo applicazioni native per dispositivi mobili, in particolare smartphone e...

Vai al profilo

Hello-Hello LLC

Hello-Hello is an innovative language learning company that provides state-of the art...

Vai al profilo