Segnalazioni dal mercato /

Magia, libri e il primo iPad della storia

Magia, libri e il primo iPad della storia

15 Dicembre 2011 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
L'iPad non è solo tecnologia, è innanzitutto 'tabula' e come tale strumento e causa dei molti cambiamenti a livello individuale, sociale e culturale. Solotablet ha già parlato di iPad come lavagna, specchio, pagina, libro, televisione, cinematografo, e MONDO ed ha recensito il libro 'Anima e iPad' di Maurizio Ferraris. In questo articolo Ferdinndo Buscema torna sul tema del libro parlando anche di Magia.

Anche le cose più straordinarie, quando sono sempre a portata di mano, diventano scontate e perdono inevitabilmente la loro carica stupefacente. E’ senz’altro il caso dei libri, oggetti semplici, comuni e a basso costo. Per quanto un libro sia una tecnologia antica funziona ancora perfettamente, permettendo di realizzare uno dei fenomeni più magici e misteriosi di sempre: la trasmissione del pensiero, attraverso lo spazio e il tempo, dalla mente di chi scrive alla mente di chi legge. Un libro è una vera e propria “antenna” che ci permette di ricevere “segnali” direttamente dalla mente di personaggi come Platone, Omero, Lao Tzu, e da tutti coloro, più o meno grandi, che si sono premurati di consegnare i propri pensieri alla scrittura.

Ferdinando Buscema (www.ferdinando.biz) è un Magic Experience Designer, interprete del concetto di ‘Magia’ per un pubblico contemporaneo. Ingegnere meccanico e stimato prestigiatore, è un consulente internazionale sul tema del Design delle Esperienze Magiche.

Fin dall’antichità è stato riconosciuto il profondo legame tra la parola scritta e la magia, a testimonianza dell’arcano potere che un libro ha di trasformare, anche profondamente, chi vi entra in contatto. Com’è noto, nel corso dei secoli, alcuni libri sono stati addirittura considerati pericolosi per le menti e per la società, e prontamente dati alle fiamme o resi illegali (l’indice dei libri proibiti è stato ufficialmente in vigore fino al 1966!). L’intera storia del pensiero umano è riconducibile al successo e alla diffusione di certi libri e non di altri.

Sebbene negli ultimi anni abbia trovato molto consenso il formato e-book, per dirla con le parole di Umberto Eco “Il libro è come il cucchiaio, il martello, la ruota, le forbici: una volta che li hai inventati, non puoi fare di meglio.”

Tra i libri “magici” che ho avuto la fortuna di incontrare ce n’è uno che occupa un posto speciale: Il Laberinto di Andrea Ghisi, nobile veneziano appassionato di magia, pubblicato nel 1607. Il Laberinto è un “libro muto”, che contiene molte immagini e nessuna parola. Il suo scopo non è quello di raccontare una storia, ma si tratta di un libro interattivo che consente di leggere nel pensiero, fu concepito come divertissement per i nobili dell’epoca.

Sotto la sua ‘interfaccia utente’, il Laberinto nasconde un sofisticato ipertesto, realizzato con 400 anni di anticipo sul primo computer. Con le sue icone da “cliccare” con la mente, è il primo iPad della storia, permettendo di tracciare percorsi sempre diversi e imprevedibili, grazie ad un meccanismo segreto sepolto tra le sue mute immagini, segreto che conferisce a chi lo possiede il potere di leggere nel pensiero.

Per secoli il segreto del Laberinto è stato smarrito. E’ stato recentemente riscoperto grazie ad un’accurata analisi di Mariano Tomatis (www.marianotomatis.it), studioso torinese esperto di magia e matematica. Attraverso una certosina opera di restauro delle immagini, Tomatis ha riportato questo straordinario documento al suo antico splendore, restituendogli infine la sua naturale collocazione sul web.

Per chi volesse farsi leggere nel pensiero da un libro interattivo non lineare del 1607.

 

 

Tag
comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Jekolab Srl

JekoLab, un laboratorio creativo Fondata a Torino nel 2011, JEKOLAB è specializzata...

Vai al profilo

SPLTEK

SPLTEK, sviluppo di applicazioni su piattaforma Android

Vai al profilo

ARKEBI

Prof. arch. Emiliana Brambilla

Vai al profilo

Marg8.com

Marg8.com realizza a Bologna applicazioni Web, Mobile e App iOS, con soluzioni dedicate...

Vai al profilo