Segnalazioni dal mercato /

MicroStrategy promuove la cultura Data Driven

MicroStrategy promuove la cultura Data Driven

26 Marzo 2018 Gian Carlo Lanzetti
SoloTablet
Gian Carlo Lanzetti
share
Con i nuovi strumenti della piattaforma MicroStrategy 10

MicroStrategy ha annunciato il rilascio di MicroStrategy 10.10, la feature release più aggiornata della piattaforma MicroStrategy 10. Questo rilascio consente ai team business di adottare in sicurezza una cultura data-driven estesa all’intera organizzazione grazie a due nuovi prodotti: MicroStrategy Desktop, completamente riprogettato e più potente, e la nuova MicroStrategy Workstation.

Il nuovo e riprogettato MicroStrategy Desktop promuove la cultura Data-Driven

La nuova generazione di MicroStrategy Desktop, lo strumento MicroStrategy gratuito per il data discovery, offre un’interfaccia completamente riprogettata e migliora in maniera significativa la versione precedente. Disponibile per PC e per Mac, il client consente agli utenti di connettersi a oltre 80 sorgenti dati e di creare potenti dossier per raccontare visualmente storie attraverso dati. Per la prima volta, analisti e data scientist sono in grado di lavorare in un ambiente sicuro, offline e online connettendosi al MicroStrategy Server™, ma anche on-premise o tramite cloud.

MicroStrategy Workstation è una novità nella linea di prodotti MicroStrategy. Questo potente strumento offre agli amministratori e agli sviluppatori la capacità di creare e gestire contenuti aziendali scalabili, creare profili utenti e gruppi, assegnare ruoli di sicurezza, pianificare e pubblicare data mashup per team di business e molto altro, in maniera semplice e rapida. MicroStrategy Workstation fornisce queste funzionalità di amministrazione tramite un potente client disponibile sia su PC sia su Mac.

La Workstation semplifica tra l’altro il processo di creazione e gestione di utenti e di gruppi di utenti, attraverso l’assegnazione di ruoli di sicurezza e la gestione dei permessi di accesso. Con la versione 10.10, sottolinea una nota, è semplice e veloce assegnare agli utenti i ruoli preimpostati: amministratore, certificatore, analista e consumatore. Inoltre, gli amministratori possono personalizzare e limitare le logiche di accesso agli oggetti (ACLs) secondo necessità.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Marialuisa Moro, scrittrice

Una restauratrice di quadri, una tela con il ritratto del marito scomparso che la...

Vai al profilo

Ciano

-- Senior Web & IOS Innovator, developer --

Vai al profilo

Fingerlinks

Siamo una startup tecnologica estremamente dinamica. Ci occupiamo di system...

Vai al profilo

Digital E Srl

Digital E da più di 20 anni è una delle maggiori società nel campo dell'education e...

Vai al profilo