Segnalazioni dal mercato /

Ruolo e importanza del backup e Cloud Computing

Ruolo e importanza del backup e Cloud Computing

30 Novembre 2015 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Tutti gli utilizzatori di tecnologie informatiche e dispositivi di personal computing sono consapevoli dell’importanza e del ruolo che il salvataggio (backup) dei loro dati assume nella loro vita corrente. Tutti dispongono di dispositivi di cui fanno uso corrente ma pochi si rendono conto della loro complessità e della loro implicita vulnerabilità che li può trasformare in oggetti inutilizzabili, privando l’utente dall’accesso ai suoi dati, alle informazioni, agli appuntamenti e alle persone con cui è abituato a interagire e comunicare.

La pervasività della tecnologia ha dato forma a comportamenti e abitudini che hanno anestetizzato utenti e consumatori rispetto ai rischi che corrono nel dare tutto per scontato e gestito. Il dispositivo mobile sembra inossidabile, i dispositivi di storage anche, le piattaforme di sistema operativo sembrano essere diventate sempre più affidabili e libere da potenziali blocchi o problemi. La relazione che intercorre con la tecnologia è tale dall’aver portato i più a non informarsi sul funzionamento delle tecnologie che fanno funzionare i loro dispositivi, a interrogarsi su dove siano memorizzati e gestiti i loro dati e a pensare che ogni situazione critica sia gestita in modo sicuro e sempre a favore del cliente/consumatore. La fiducia cieca riposta nella tecnologia porta a fidarsi ciecamente di essa e a dimenticare il ruolo e l’importanza che una vigilanza e partecipazione attiva può avere nel garantire una vita e una relazione con la tecnologia tranquille e generatrici di benessere.

Una delle attività che richiede attenzione e azione è quella legata al salvataggio periodico dei dati e delle informazioni memorizzate sui dispositivi tecnologici in uso. Alcuni utenti sono consapevoli dell’importanza di backup periodici e ben organizzati per una loro pianificazione e implementazione diligente e regolare nel tempo. Coloro che non lo sono dovrebbero acquisire maggiore consapevolezza dell’importanza del backup e affidarsi o utilizzare servizi predisposti a facilitare loro la vita nella protezione dei loro asset e beni digitali.

Questi servizi sono applicazioni in grado di esplorare e navigare le banche dati e le informazioni contenute in un dispositivo, di raccoglierle in forma organizzata, di trasformarle attraverso opportuni algoritmi in dati crittografati e protetti e di prepararle per un loro salvataggio in modalità che le renda facilmente accessibili e utilizzabili in caso di disastro o incidente come può essere la perdita o il furto di un dispositivo o il suo casuale danneggiamento che lo rende inutilizzabile.

CONSIGLIATO PER TE:

Verso ambienti Multicloud

I dati così raccolti vengono poi trasferiti da questi servizi in server potenti e sicuri che garantiscano prestazioni efficienti e rapide nella fase di salvataggio dei dati e la loro sicurezza.  Questi server sono solitamente distribuiti nel Cloud e sono sempre accessibili, spesso attraverso un Browser Web o un client applicativo per soddisfare le esigenze dell’utente come ad esempio per recuperare un file perduto o usare l’intero archivio di salvataggio per ripristinare le funzionalità di un dispositivo o ambiente lavorativo.

L’operazione fin qui descritta sembra semplice. Si sottoscrive un servizio e lo si attiva, si decide quali sono i dati, i file, le cartelle e le informazioni da salvare e li carica sui server in cloud computing dopo avere opportunamente configurato e personalizzato l’applicazione collegata ai servizi sottoscritti.

I servizi disponibili sono numerosi, molti affidabili, alcuni meno, tutti obbligano a informarsi e a raggiungere una adeguata conoscenza di cosa offrono e a maturare una consapevolezza legata ai bisogni da soddisfare. Questi servizi non sono quasi mai gratuiti, soprattutto in termini di tranquillità, sicurezza e garanzia che essi offrono. Molti di questi servizi poi sono proposti da grandi operatori mondiali che non offrono garanzie sulla privacy dei dati, obbligano a interazioni in lingua inglese e a dedicare tempo per qualificare e capire la coerenza del servizio offerto con le esigenze e le necessità individuali.

Scartati sistemi di backup fatti in casa e decisi a attivare servizi erogati in cloud conviene verificare con cura alcune variabili che potrebbero determinare o meno il successo di una scelta e il soddisfacimento di un bisogno:

  • Il prezzo: meglio sapere per tempo e fin dall’inizio quanto il servizio è destinato a costare nel tempo. Conta il valore iniziale ma conta molto di più il costo futuro, determinato da possibili nuove iniziative commerciali e richieste da parte del fornitore e destinate a far crescere i prezzi. Meglio allora verificare con cura i servizi offerti, il tipo di copertura temporale offerta, le tipologie di dati e dispositivi gestibili per il backup, le garanzie offerte, i livelli di sicurezza e di privacy, ecc.
  • Cosa salvare: molti servizi in Cloud per il Backup permettono di sceglier cosa deve essere protetto tramite un salvataggio periodico. Meglio avere una idea chiare di cosa si voglia proteggere e salvare. La scelta può servire a identificare il servizio più adeguato, a razionalizzare i costi, a pianificare le attività di salvataggio e a definire i livelli necessari di sicurezza. Conoscere i bisogni espliciti aiuta ad esempio a scartare da subito le soluzioni non in grado di soddisfarli appieno.
  • Sicurezza: prima di operare una scelta conviene verificare non soltanto i livelli di sicurezza e di privacy garantiti ma anche come sono gestiti, attraverso algoritmi crittografici o parametri di configurazione individuale e utilizzabili per la personalizzazione del servizio ma anche nella gestione delle credenziali di accesso e delle password.
  • Pianificazione dei backup: nella scelta del servizio di backup va sempre considerato il come e il quando è possibile eseguire il salvataggio dei dati. Il backup deve poter essere pianificato temporalmente  ma anche nelle sue modalità. Ad esempio può essere settimanale o giornaliero o continuo in modo da proteggere in modo costante tutti i cambiamenti e gli aggiornamenti effettuati durante una sessione di lavoro.
  • Prestazioni: molto importante, soprattutto per backup continui e frequenti, è la capacità del servizio di compiere un salvataggio dei dati in tempi rapidi, garantendo standard elevati di sicurezza.  La rapidità e le prestazioni dei canali di backup servono a garantire una piena potenza e capacità di elebaorazione del dispositivo in uso.
  • Ripristino dei dati: il backup dovrebbe essere frequente e periodico, il ripristino dei dati solo in caso di necessità. Ma quando ce ne fosse il bisogno il servizio deve garantire la piena affidabilità, disponibilità e sicurezza. Un servizio di backup non è valido se non è in grado di garantire adeguate soluzioni di ripristino dei dati. Nella gestione del ripristino deve poter essere possibile gestire versioni di backup diverse.
  • Interfacce per la gestione del servizio: la diffusione di Internet e la pervasività dei dispositivi mobili suggerisce la scelta di soluzioni di backup e ripristino dei dati attraverso il Web. Nella scelta del fornitore è fondamentale verificare l’offerta Web ma anche la sua articolazione in termini di funzionalità disponibili. L’accesso deve essere possibile anche da dispositivo Mobile e in assenza di interfacce Web in formato APP.

I servizi di backup disponibili sono numerosi. Un elenco è stato predisposto dalla rivista PCMAG ed è consultabile a questo indirizzo.

Il cielo in Mongolia e le sue nuvole (foto di CM)

Prima di accedere o sottoscrivere un servizio di fornitori globali, potrebbe però essere utile valutare le proposte italiane. Più vicine ai bisogni dei clienti italiani perché capaci di conoscerne le motivazioni, le urgenze e le necessità.

Tra i fornitori di soluzioni Cloud per il Backup può essere menzionata Netalia, una realtà genovese con clienti importanti e un offerta capace di soddisfare le esigenze di tipologie diverse di utenti finali, siano essi semplici consumatori, piccole realtà professionali e aziendali o medie e grandi organizzazioni.

Il servizio di backup proposto da Netalia è basato sul software Pro BACKUP di Veeam e sulla soluzione Pro Backup Acronis. Il primo è uno strumento dedicato agli ambienti virtuali che risponde alle esigenze legate alla crescita esponenziale dei dati, alle ridotte finestre per l’esecuzione semplice e automatizzata dei backup e alla crescente intolleranza nei confronti delle interruzioni e della perdita dei dati. La soluzione crea copie virtualizzate dei in Cloud a costi limitati ed elevate standard di sicurezza.

Pro BACKUP ACRONIS, basato sulle tecnologie Acronis Backup Advanced per vCloud e VMware vCloud Director permette di ripristinare in pochi minuti ambienti di backup salvati per proteggere configurazioni e machine virtuali e di farlo rapidamente senza dover installare software, contattare centri di assistenza tecnica o seguire difficoltose procedure manuali.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


gandgapp

Sviluppatore Android

Vai al profilo

Techmobile

Vai al profilo

NERDYDOG

NerdyDog Web Agency è specializzata nello sviluppo applicazioni per mobile in...

Vai al profilo

Tecware

Gestiamo progetti di informatizzazione dallo studio professionale alla...

Vai al profilo