Segnalazioni dal mercato /

Software italiano per le banche americane

Software italiano per le banche americane

11 Aprile 2017 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Piteco, società quotata su AIM Italia e specializzata nella progettazione e implementazione di soluzioni gestionali in area Tesoreria e Finanzia, ha annunciato l’acquisizione del principale ramo di business di LendingTools (LT), leader nel mercato USA nei servizi di digital payment, aprendosi più spazi oltreoceano per i propri applicativi.

LendingTools, attraverso la propria piattaforma on-line, fornisce software per servizi di digital payments e clearing house a circa 3.500  banche americane, gestendo lo scambio di flussi finanziari (bonifici e incasso assegni) per oltre 3 miliardi di dollari al giorno. Si tratta di una delle reti interbancarie più estese in America.

Operativa dal 2000, LT eroga servizi ad alto valore aggiunto in modalità cloud Saas,  attraverso piattaforme software proprietarie, installate in data center di proprietà ad altissima affidabilità ed integrate con i sistemi informativi delle principali banche americane.

L’operazione si è concretizzata attraverso la società Piteco North America Corp.  detenuta al 100% da Piteco Spa, che controlla il 55% della società Juniper Payments, appositamente creata, che ha acquisto il ramo d’azienda operativo della società LendingTools.

L’operazione ha comportato per Piteco Spa un esborso complessivo di 13 milioni di dollari, di cui 3 milioni per l’acquisizione della quota di controllo della Juniper Payments e 10 milioni come finanziamento intercompany rimborsabile in 10 anni.  L’operazione prevede l’acquisizione, oltre a tutti gli asset strategici di business, anche di un capitale circolante netto di 2,25 milioni  (prevalentemente liquidità di cassa).

Il ramo d’azienda acquisito ha generato nel 2016 un fatturato di 5 milioni di dollari e un utile prima delle imposte di circa 1,75 milioni. Tanto o poco? Difficile esprimere una valutazione. Il tempo dirà. La Borsa per ora non ha mostrato particolare reazioni all’operazione. 

Le prospettive di crescita per Piteco

La transazione, fa sapere un comunicato, assume ancor più valore in considerazione delle future integrazioni con i prodotti di Piteco e dell’offerta congiunta che si andrà quindi a creare. L’offering di Piteco - nello specifico la soluzione di Tesoreria Piteco Evo, il prodotto di analisi e matching di dati Matchit, la suite Corporate Banking Communication per il trattamento in totale sicurezza dei flussi dispositivi tra azienda e banca,  integrato con le soluzioni di Juniper, si propone di aumentare la value proposition agli attuali clienti americani, consentendo una crescita sinergica per entrambe le realtà.

Attraverso la sinergia sviluppata con Juniper, Piteco potrà raggiungere il mercato delle Corporate statunitensi alle quali proporre le proprie soluzioni di Tesoreria, continuando così il percorso di internazionalizzazione intrapreso.

“Questa operazione, in linea con il piano industriale, segna un importante passo avanti nella nostra strategia di internazionalizzazione e ci proietta con decisone verso nuovi mercati - afferma Paolo Virenti, Amministratore Delegato di Piteco S.p.A. - L’integrazione dei nostri prodotti con i software e i servizi offerti da LT alle banche americane ci consentirà di incrementare l’offerta complessiva per il mercato bancario americano. Crediamo inoltre che insieme alle banche, clienti della nostra controllata, si possano proporre servizi di tesoreria innovativi, con alla base le esperienze Piteco Evolution, piattaforma già oggi utilizzata negli Stati Uniti da alcune importanti società, da veicolare attraverso le reti bancarie alla clientela Corporate delle banche stesse”.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Sudformazione srl

Scuola di formazione tecnica specialistica. Ci occupiamo di formazione in materia di...

Vai al profilo

AnguriaLab

Mobile Apps & WebApps for agencies and companies. Reusable and flexible components...

Vai al profilo

Andrea Picchi

Cognitive Interface Designer & iOS Developer

Vai al profilo