Soluzioni e applicazioni /

La mia APP non tira, dove ho sbagliato?

La mia APP non tira, dove ho sbagliato?

09 Aprile 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Hai sviluppato una nuova APP ma i download sono scarsi? Serve una riflessione e per farla serve porsi alcune domande. Ne suggeriamo alcune!

Il mercato delle applicazioni è nuovo ma le pratiche di marketing e le strategie per avere successo sono quelle di sempre. Ogni applicazione dovrebbe soddisfare bisogni e necessità e in alcuni casi servire a realizzare dei desideri. Se non lo fa, o lo fa in misura limitata rispetto alle aspettative è probabile che si sia sbagliato qualcosa nella fase di ideazione, disegno e implementazione della applicazione o nelle strategie usate per promuoverla sul mercato.

Il punto di partenza è sempre lo stesso, chiedersi se esiste una qualche ‘compelling reason to buy’ da parte del cliente target o potenziale e se si dispone di tutte le informazioni utili a comprendere i segmenti di mercato di riferimento.


Sullo sviluppo delle APP SoloTablet ha pubblicato numerosi articoli rivolti alla PMI che operano sul mercato italiano:


Le domande non devono solo rivolgersi al mercato ma servire anche ad una ricognizione interna di capacità, strategie, pianificazione,  focalizzazione, risorse ecc.

La prima domanda da porsi nell’entrare nel mercato delle applicazioni è quali siano le aree di eccellenza su cui l’azienda è forte e riconosciuta sul mercato. Una semplice domanda che può aiutare a identificare cosa si aspettano i clienti dall’azienda e cosa li spinge a sceglierla rispetto alla concorrenza. L’opinione interna potrebbe differire dalle opinioni dei clienti. Per conoscerle e per non rimanere sorpresi meglio chidere il loro parere e coinvolgimento.

La seconda domanda da posri è relativa a cosa è possibile fare per migliorare ciò che già si fa.  I miglioramenti devono essere intesi nella prospettiva del cliente. Ad esempio se un azienda è da sempre attiva sul mercato delle applicazioni Web e decide di puntare sulle APP, deve chiedersi se questa scelta possa soddisfare meglio i bisogni della clientela acquisita e contribuire ad acquisire nuove opportunità ( con i clienti esistenti) e soprattutto nuovi clienti (potenziali).

Le domande finalizzate a conoscere meglio i propri clienti e a segmentare quelli potenziali possono servire anche per cambiare rotta, abbandonare investimenti e attività in ambiti consolidati ma determinati da percezioni sbagliate sui bisogni dei clienti. Continuare a fare le stesse cose di sempre perché si è convinti che è ciò che vuole il cliente impedisce di vedere i cambiamenti in atto e di scoprire troppo tardi che i bisogni dei clienti sono mutati ma anche le loro scelte di prodotti e di marchi.

Interrogarsi sulle tendenze in atto significa anche chiedersi se non sia il caso di cominciare ad investire in ambiti sconosciuti. Ad esempio quello delle APP Mobile, oppure di passare ad Android dopo essere stati Apple-oriented da sempre o viceversa. Meglio ricordare sempre che un cliente non è acquisito per sempre e che i clienti sperimentano continuamente relazioni, prodotti, buone pratiche ed esperienze con produttori diversi. Conoscere le opinioni dei propri clienti e le tendenze in atto può facilitare il successo di una iniziativa o nuova strategia.

Infine l’ultima domanda da porsi è quanti siano i clienti che suggeriscono la vostra APP ad altri o che desiderano farlo. Il passaparola e la pratica della referenza (advocacy in inglese) sono fondamentali per il successo di una APP e le uniche pratiche capaci di generare fenomeni virali che trasformano una APP da sconosciuta a ‘must have’ (devo averla anche io).

In sintesi, sviluppare una APP è oggi molto semplice, diciamo poco complicato. Il problema vero viene prima e dopo lo sviluppo. Prima bisogna avere le idee chiare sul mercato di riferimento, dopo bisogna sapere come attivarsi per promuovere adeguatamente l’applicazione, nei modi giusti, attraverso i canali necessari e gli strumenti che servono.

Buona pratica per il prima e il dopo è porsi alcune domande! Le risposte potrebbero suggerirvi di investire di più o di non investire affatto!

Parola di SoloTablet

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


NBF Soluzioni Informatiche s.r.l. - Shopping Plus

NBF Soluzioni Informatiche s.r.l. opera nel mondo dell’Information Tecnology ed...

Vai al profilo

Catalab

CATALAB è il progetto imprenditoriale di una realtà commerciale giovane e dinamica in...

Vai al profilo

Mobile App

Mobile app offre una serie completa di apps per tablet e smartphone B2B e B2C, la sua b.u...

Vai al profilo

FW LAB AC

Sviluppatore Italiano specializzato nello sviluppo di software per dispositivi...

Vai al profilo