Tecnopillole /

Quello che Internet ci nasconde!

Quello che Internet ci nasconde!

12 Gennaio 2017 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
PILLOLE DI TECNOLOGIA - Oggi Google usa decine di indicatori per tracciare le nostre attività e cercare di capire chi siamo, cosa facciamo, dove siamo, che siti visitiamo, in modo da personalizzare le sue ricerche ritornandoci realtà frutto della sua percezione e poco di quelle che vorremmo trovare.

Chi crede che il motore di ricerca sia neutrale, può definirsi un illuso. Lo è nella misura in cui si affida ciecamente alle realtà raccontate dalle piattaforme tecnologiche senza interrogarsi sulla loro credibilità ed effettiva verità ma soprattutto sulle motivazioni e visioni che guidano le loro narrazioni e rapresentazioni.

Dentro la bolla digitale nella quale si siamo comodamente seduti ci affidiamo a motori di ricerca e algoritmi con conseguenze concrete. Ad esempio Internet non è più un luogo in grado di fornire risposte ma si trasforma in un luogo nel quale molte cose rimangono nascoste e difficili da trovare e raggiungere mentre ad essere trattato come contenuto è l'utente stesso.

Lo schermo del computer è diventato per Google, Facebook, Amazon e tutte le altre piattaforme tecnologiche uno specchio nel quale cogliere e soddifsre le immagini degli utenti che vi si riflettono.A determinare cosa visualizzare e cosa mostrare sono potenti algoritmi software che agiscono da veri e propri filtri, mai neutrali ma sempre molto interessati agli obiettivi commerciali, marketing e promozionali delle piattaforme che li ospitano.

"Il Web come lo conosciamo oggi è a rischio. [...] Alcuni dei suoi abitanti di maggior successo hanno cominciato a intaccerne i principi. Certi grandi social network stanno impedendo al resto del Web di accedere alle informazioni postate dai loro utenti [...]. I governi, totalitari o democratici che siano, stanno spiando quello che fanno le persone online, metytendo a repentaglio diritti umani importanti. Se noi utenti permetteremo che queste e altre tendenze si affermino senza contrastarle, il Web potrebbe frammentarsi in tante isole." - Tim Berners-Lee, creatore del World Wide Web

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


di-erre software s.r.l.

di-erre software si occupa principalmente di sviluppo software e consulenza...

Vai al profilo

Paolo Conte

Sviluppo professionalmente applicazioni Android per terzi o di mia iniziativa. Da...

Vai al profilo

Third Millenium

Software house dedicata allo sviluppo di App per il mondo mobile

Vai al profilo

Catalab

CATALAB è il progetto imprenditoriale di una realtà commerciale giovane e dinamica in...

Vai al profilo