Tecnopillole /

Quello che Internet ci nasconde!

Quello che Internet ci nasconde!

12 Gennaio 2017 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
PILLOLE DI TECNOLOGIA - Oggi Google usa decine di indicatori per tracciare le nostre attività e cercare di capire chi siamo, cosa facciamo, dove siamo, che siti visitiamo, in modo da personalizzare le sue ricerche ritornandoci realtà frutto della sua percezione e poco di quelle che vorremmo trovare.

Chi crede che il motore di ricerca sia neutrale, può definirsi un illuso. Lo è nella misura in cui si affida ciecamente alle realtà raccontate dalle piattaforme tecnologiche senza interrogarsi sulla loro credibilità ed effettiva verità ma soprattutto sulle motivazioni e visioni che guidano le loro narrazioni e rapresentazioni.

Dentro la bolla digitale nella quale si siamo comodamente seduti ci affidiamo a motori di ricerca e algoritmi con conseguenze concrete. Ad esempio Internet non è più un luogo in grado di fornire risposte ma si trasforma in un luogo nel quale molte cose rimangono nascoste e difficili da trovare e raggiungere mentre ad essere trattato come contenuto è l'utente stesso.

Lo schermo del computer è diventato per Google, Facebook, Amazon e tutte le altre piattaforme tecnologiche uno specchio nel quale cogliere e soddifsre le immagini degli utenti che vi si riflettono.A determinare cosa visualizzare e cosa mostrare sono potenti algoritmi software che agiscono da veri e propri filtri, mai neutrali ma sempre molto interessati agli obiettivi commerciali, marketing e promozionali delle piattaforme che li ospitano.

"Il Web come lo conosciamo oggi è a rischio. [...] Alcuni dei suoi abitanti di maggior successo hanno cominciato a intaccerne i principi. Certi grandi social network stanno impedendo al resto del Web di accedere alle informazioni postate dai loro utenti [...]. I governi, totalitari o democratici che siano, stanno spiando quello che fanno le persone online, metytendo a repentaglio diritti umani importanti. Se noi utenti permetteremo che queste e altre tendenze si affermino senza contrastarle, il Web potrebbe frammentarsi in tante isole." - Tim Berners-Lee, creatore del World Wide Web

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


MSG applicationconsulting

Vai al profilo

Nexus srl

Vai al profilo

100 Things App e giochi per Bambini Genitori e Nonni

La vita di per sé è la favola più fantastica! (Andersen) Anche noi da bravi danesi...

Vai al profilo

Michael Rovesti

Mi chiamo Michael Rovesti sono un developer alle prime armi di Reggio Emilia questa è la...

Vai al profilo