Apple /

Apple: nuovi annunci ma è sparita la magia di un tempo

Apple: nuovi annunci ma è sparita la magia di un tempo

23 Marzo 2016 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
L’evento del 21 marzo è servito a Apple per annunciare le novità sui suoi prodotti e per ricordare a tutti il suo prossimo quarantesimo anniversario che verrà celebrato il primo di aprile. Le novità presentate sono servite a ridare smalto a una proposizione di prodotto già ricca e di successo ma non hanno sorpreso nessuno. Tutte erano state infatti anticipate molto prima, rivelando una precisione sospetta da parte di blogger, analisti di mercato e giornalisti. All’evento è mancata la sorpresa ma soprattutto la magia. Quest’ultima difficile da praticare in assenza di chi la rendeva possibile.

Apple sembra avere perso il suo tocco magico e la capacità di sorprendere. I risultati economici e finanziari e le vendite continuano a testimoniare il successo di un’azienda che in quaranta anni è diventata leader mondiale e la prima azienda al mondo ma anche la normalità che sembra ormai caratterizzarla.

Normale è stato anche l’evento del 21 di marzo. Le novità di prodotto presentate sono sembrate a molti una normale routine di aggiornamento e rinnovamento prodotti. In parte per posizionarsi in segmenti di mercato competitivi, in parte per aggredirne altri con soluzioni come il nuovo iPad Pr da 9,7 pollici più adeguate. Ad esempio con l’aggiunta di interfacce e funzionalità pensate per un utilizzo lavorativo e produttivo del tablet.

Molti osservatori hanno sottolineato come gli annunci fatti mostrino la cura e l’attenzione con cui Apple continua a consolidare e rafforzare la sua linea prodotti ma nessuno di essi possa essere preso per una grande innovazione e novità. Sembrano al contrario frutto di grande pianificazione e attenzione ad un mercato diventato maturo e sempre più competitivo, soprattutto dopo il ritorno di Microsoft e il successo crescente dei tablet ibridi e dei dispositivi 2-in-1. Molti apprezzeranno le qualità del nuovo iPad o il posizionamento del nuovo iPhone da quattro pollici ma nessuno farà l’errore di scambiarli per prodotti rivoluzionari o innovazioni.

CONSIGLIATO PER TE:

PC Microsoft & Apple pari sono

L’assenza di novità può essere casuale perchè non è facile continuare a essere innovativi. Può però essere un segnale del venire meno di una capacità e tensione verso l’innovazione che aveva sempre caratterizzato la Apple di Steve Jobs. Una Apple che è stata capace di stare sempre davanti alle aziende concorrenti e che avrebbe saputo reagire con nuova innovazione alle ultime idee e strategie di Microsoft che, con il suo Surface e con la piattaforma universale di Windows 10, ha in pratica mostrato come l’innovazione non sia patrimonio esclusivo di Apple.

L’offerta di prodotto di Apple continua a essere di qualità così come non sembra diminuire la sua base installata, ma sembra essere sparito lo smalto che sempre rende luccicanti le novità. Uno smalto che sembra al contrario avere recuperato Microsoft con prodotti per la Realtà Virtuale come HoloLens, un ambito di mercato per il quale Apple non sembra avere al momento alcuna proposta competitiva ma neppure una strategia definita. Nessuno può dubitare che Apple non voglia o non possa giocare un ruolo attivo nel mercato della Realtà Virtuale e Aumentata ma al momento l’attenzione è tutta centrata sui prodotti di Samsung, Sony, HTC e soprattutto Microsoft.

A testimoniare il momento diverso di Apple ci sono anche i suoi eventi, sempre più riti stanchi e ripetitivi e sempre meno momenti magici per celebrazioni coinvolgenti emozionalmente. I celebranti e officianti hanno perso il carisma dei fondatori del rito e sono sempre più simili a quelli di altre chiese officianti e momenti di culto di fedi concorrenti. I fedeli sono sempre numerosi ma incapaci di entusiasmarsi e anche loro vittime della ripetitività dei gesti e delle celebrazioni. La ritualità è stata resa meno interessante dal fatto che tutto ciò che doveva essere annunciato era già stato reso noto. Non più attraverso semplici anticipazioni attentamente gestite in termini di marketing e di comunicazione ma con comunicati stampa quasi ufficiali.

Così come l’evento non ha visto grandi code, i nuovi prodotti non sono destinati a ripetere le esperienze passate caratterizzate da lunghe code davanti ai punti vendita. Con meno ritualità e clamori Samsung ha rilasciato un dispositivo Galaxy che, al confronto con le ultime novità di Apple, dovrebbe dare luogo a festeggiamenti!

Ogni storia ha un suo inizio e una sua fine e anche Apple non sfugge alla regola del tempo. Continuare a essere davanti a tutti, per qualità, innovazione e potenza della Marca, non è facile e sul lungo periodo quasi impossibile. L’offerta di Apple continuerà a essere di qualità perché costruita su fondamenta solidissime fatte di componenti tecnologiche di avanguardia, di design e visione. Più difficile sarà invece continuare a competere in innovazione con aziende tradizionali e nuove sempre più decise a investire e a sperimentare  a loro volta l’ebbrezza della novità e di nuove rivoluzioni tecnologiche da esse determinate. Apple ha comunque le risorse e le capacità per stupire ancora il mercato anche nel futuro prossimo venturo.

 

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


AnguriaLab

Mobile Apps & WebApps for agencies and companies. Reusable and flexible components...

Vai al profilo

Digitelematica srl

Digitelematica è una software house già attiva in ambienti tradizionali (MF, As...

Vai al profilo

Marialuisa Moro, scrittrice

Una restauratrice di quadri, una tela con il ritratto del marito scomparso che la...

Vai al profilo

foolix

Foolix è una società di consulenza e sviluppo software specializzata nello sviluppo...

Vai al profilo