Apple /

Apple sotto pressione?

Apple sotto pressione?

03 Agosto 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Sempre complicato parlare di crisi o difficoltà quando l'oggetto del racconto è Apple, la seconda azienda al mondo per capitalizzazione e quella con il più elevato livello di investimenti. Eppure molti segnali suggeriscono alvcune riflessioni. Le fanno analisti finanziari interessati al valore delle azioni che posseggono e le fanno analisti del mercato tecnologico curiosi di individuare i prossimi mutamenti e protagonisti.

Tutte le analisi e molti articoli di giornali segnalano la difficoltà attuale di Apple come collegata ad almeno tre cause principali: la perdita della leadership nel mercato degli smartphone, il brusco rallentamento nella venidta di iPad ( -24% nell'ultimo trimestre) e la maggiore aggressività e capacità propositiva dei concorrenti.

Il mercato smartphone per Apple è sceso di tre punti in percentuale ed è ora attestao intorno al 14% nell'ultimo trimestre 2013. Tre punti che sono andati a produttori grandi e piccoli ma tutti impegnati aggressivamente a rubare market share alla Apple. In termini di unità le vendite non sono state negative ma è diminuito il margine di profitabilità attestando il valore complessivo ad un livello inferiore di quello guadagnato da Samsung.

Un segnale negativo è arrivato anche dal mercato tablet che ha segnato un -14% e sembra dare ragione a quanti sostengono che nel 2013 la percentuale di market share di Apple sia destinata a scendere sotto il 50%. A guadagnarci saranno Google con la piattaforma Android e soprattutto quando arriverò sul mercato il nuovo Nexus 7 con il ddisplay a risoluzione più alta del Retina montato sull'Ipad mini. La user experince dell'iPad continua ad essere migliore di quella Andorid ma le cose stanno cambiando. Inoltre la strategia di Google di non puntare a margini elevati sull'hardware e di vendere il Nexus a prezzo di costo sta conquistando nuove fette di mercato.

Il terzo elemento foriero di nuove difficoltà per Apple è l'accresciuta capacità di innovare e produrre prodotti di qualità da parte dei suoi concorrenti principali, Sasmung in primis.  Il ciclo di vita dei prodotti di Apple è di un anno ma ora i concorrenti stanno introducendo nuovi prodotti ogni sei mesi. Lo fanno per richiamare l'attenzione sul marchio ma non per questo i prodotti sono di qualità inferiore o meno competitivi. L'aggressività sui prezzi poi, soprattutto in un periodo di crisi, conquista nuove nicchie di mercato.

Nei primi sei mesi del 2013 Apple non ha presentato nessuna grossa novità. Probabile che in agenda Apple abbia deciso di spostare le sorprese all'autunno e a ridosso delle feste natalizie. Le novità di cui si parla sono nuovi modelli di iPad e iPhone, la Apple TV e l' iWatch ma ad oggi non si conoscono date di rilascio precise.

Non ci resta che attendere....

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Andrea Picchi

Cognitive Interface Designer & iOS Developer

Vai al profilo

Terra dei colori

Storia interattiva, destinata sia ai bambini che ai più grandi La storia di...

Vai al profilo

SellSmart

L’applicazione di sales force automation più indicata ai bisogni commerciali delle...

Vai al profilo

Digitelematica srl

Digitelematica è una software house già attiva in ambienti tradizionali (MF, As...

Vai al profilo