Apple /

iPad per l’azienda diventa mission critical

iPad per l’azienda diventa mission critical

13 Giugno 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
L’iPad è penetrato rapidamente in azienda grazie a CEO, Direttori Marketing e Commerciali, persone disponibili a saltare un pasto piuttosto che abbandonare il proprio adorato gadget tecnologico.

L’iPad sarà anche un gadget consumer, ma l’uso che in azienda, fin dall’inizio, ne è stato fatto lo ha trasformato in un dispositivo sempre più ‘mission critical’ e fondamentale per la operatività e la produttività quotidiana di dirigenti e manager d’azienda.

A rivelarlo è una indagine condotta da Brainshark che ha sondato attraverso un questionario online 1320 possessori di iPad    impiegati in ruoli diversi in aziende di dimensioni variabili e operanti in mercati verticali diversi. La maggioranza degli intervistati considera il proprio dispositivo tablet uno strumento fondamentale per le proprie attività lavorative. L’iPad è un aiuto concreto (47%) per lo svolgimento efficiente delle mansioni associate al ruolo e per migliorare efficacia e produttività. Il 34% degli intervistati ritiene che dopo da quando possiede un iPad potrebbe rinunciare ad un ufficio più spazioso e anche ad un titolo professionale più importante.  Per il 67% degli intervistati meglio avere un iPad che un posto di parcheggio aziendale e c’è anche un 23% che rinuncerebbe ad una settimana di ferie annuale in cambio di un tablet aziendale.

L’indagine conteneva domande finalizzate a rilevare l’uso personale e aziendale che gli interpellati fanno del tablet ma anche come il suo utilizzo ha impattato sulle loro vite personali e professionali e sui loro comportamenti lavorativi e abitudini.

Fonte: www.zdnet.com

Per il 92% degli intervistati l’iPad ha sostituito il notebook e per il 51% lo sarà sostituirà per tutti entro i prossimi due anni. Secondo Andy Zymmerman di Brainshark “ Dall’arivo dell’iPad sulla scena tecnologica, è completamente cambiato il modo e la velocità con cui individui e aziende comunicano tra loro”. L’iPad è diventato rapidamente un dispositivo ‘must have’, prima nella vita personale e poi in quella professionale a aziendale. Oggi, a distanza di soli due anni, separare gli utenti dal loro dispositivo sembra così impossibile da rendere sempre più urgente per le aziende definire strategie di mobilità aziendale che prevedano di dotare i propri dipendenti con iPad o tablet e applicazioni a contorno per facilitare la loro vita lavorativa e per soddisfare bisogni e desideri insopprimibili, legati alle nuove tecnologie emergenti che hanno reso possibili i nuovi dispositivi Mobile.

CONSIGLIATO PER TE:

A cosa mi serve lo smartwatch?

Nell’uso dei loro dispositivi tablet gli utenti aziendali dedicano l’82% del loro tempo alla posta elettronica, il 72% alla ricerca e navigazione sul web, il 46% all’uso di applicazioni aziendali, il 74% per fare presentazioni marketing e/o commerciali. Il 64% dichiara di avere aumentato la propria produttività, il 32% ritiene che l’iPad abbia influito positivamente sul loro successo professionale e il 21% nella chiusura di trattative commerciali. L’89% fa uso dell’iPad mentre è in viaggio e il 79% ritiene che la connettività del dispositivo migliori la loro attività e produzione lavorativa. Il 60% si porta appresso quando viaggia sia l’iPad che il notebook ma il 35% ha abbandonato il notebook e viaggia leggero ma altrettanto attrezzato con il semplice iPad.

Il livello di dipendenza da iPad ha raggiunto in due anni picchi così elevati da rendere praticamente impossibile tornare indietro. L’iPad e il tablet sono dispositivi entrati con prepotenza nella vita quotidiana, anche lavorativa, per la loro utilità, semplicità d’uso, esperienza utente, personal branding e autostima e molto altro. Non si potrebbero spiegare altrimenti alcune risposte date dagli intervistati su cosa sarebbero disponibili a rinunciare in cambio di un iPad. Ebbene il 48% rinuncerebbe ad un pranzo, il 41% rinuncerebbe a bere acqua, il 35% potrebbe amche saltare eventuali pause in bagno. Il 55% infine ha dichiarato di dimenticare più facilmente il proprio deodorante che il proprio iPad e che è più doloroso perdere il tablet di avere un incidente automobilistico (40%) o rompersi un osso (16%), rompersi il naso (16%) o essere licenziato (10%).

L’iPad piace perché è facilmente trasportabile (86%), perché si accende immediatamente (77%), per le sua APP (72%) e per la sua accessibilità (58%). Il 27% poi ama il suo design che considera una produzione artistica. L’ipad ha sostituito i libri per il 67% degli intervistati, la TV per il 31%, la macchina fotografica per il 31%, la video camera per il 24%, il GPS per il 32% e il player MP3 per il 51%.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


MNM dev

Vai al profilo

Fingerlinks

Siamo una startup tecnologica estremamente dinamica. Ci occupiamo di system...

Vai al profilo

Roma4You

Roma4You è un progetto trasversale unico nel suo genere, contraddistinto da...

Vai al profilo

SellSmart

L’applicazione di sales force automation più indicata ai bisogni commerciali delle...

Vai al profilo