Apple /

iPad Pro: punti di forza ed effetti collaterali

iPad Pro: punti di forza ed effetti collaterali

15 Novembre 2015 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Ora che il fratello più grande dell’iPad è disponibile nei punti vendita, fioriscono le recensioni e le analisi degli effetti che potrà avere sulla proposizione commerciale di Apple. Sicuramente farà ripartire le vendite di iPad, in costante declino da mesi. Permetterà a Apple di recuperare i mancati guadagni dal calo nelle vendite di iPhone, dopo il boom che lo ha caratterizzato. Quanti iPad Pro verranno venduti è per il momento semplice oggetto di previsione. Certa è la sua potenzialità in termini di capacità di calcolo e capacità di sostituire, anche in azienda, un personal computer, sia esso Windows o Mac.

Gli analisti e gli osservatori del mercato Apple si chiedono se e quanto l’iPad Pro possa fermare il declino dell’iPad che da mesi segnano un collasso nelle vendite (-20% nell’ultimo trimestre). Le previsioni indicano in 2-2,5 milioni gli iPad pro che potrebbero essere acquistati prima della fine anno. Altri aumentano il numero perché intravedono nel nuovo tablet di Apple un dispositivo capace di sostituire il PC, compreso quello Mac di Apple.

Per Apple si apre un periodo di maggiori (relative) difficoltà, in particolare per i suoi titoli azionari. Gli analisti finanziari stanno osservando con sorpresa il collasso nelle vendite di iPad e gli effetti che esso ha sui guadagni complessi di Apple. Gli stessi analisti scommettono sulle caratteristiche dell’iPad Pro e sulla sua alternatività potenziale ai PC tradizionali e a quelli 2-in-1 dell’ecosistema Windows.

Più della capacità multi-tasking del nuovo tablet a fare la differenza sono soprattutto il processore A9X (due volte più veloce del processore dell’iPad Air 2 e più potente del processore di cui è dotato il Surface Pro 4), la presenza del pennino e la dimensione del display, tre caratteristiche che parlano un linguaggio comprensibile a tutti gli utilizzatori di PC e sono in grado di soddisfare i loro bisogni.

A determinare il successo dell’iPad Pro, anche come sostituto del PC, saranno gli sviluppatori di software e le loro APP. La maggiore potenza dell’iPad Pro attirerà nuovi sviluppatori ma anche aziende da sempre impegnate nello sviluppo di applicazioni aziendali. Ci vorrà tempo perché le nuove applicazioni sono sicuramente più complesse ma la destinazione è già scritta. In tempi non lunghi i consumatori adotteranno l’iPad pro come una piattaforma con cui sostituire il personal computer, anche nella sua versione Mac.

Se le previsioni degli analisti si avvereranno, le vendite di iPad pro saranno tre volte maggiori di quelle previste per il Surface Pro 4 di Microsoft. I risultati dell’iPad Pro non saranno mai tali da superare per importanza qelli dell’iPhone e del Mac ma l’attenzione con cui gli investitori guardano al titolo della Apple indicano che qualcosa sta cambiando, anche perché nel portafoglio prodotti di Apple sembra essersi insinuata qualche forma di cannibalismo tra piattaforme.

Fonte: www.digitaltrends.com

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Surplex GmbH

Surplex è una società leader nella fornitura di macchinari usati, attiva in tutto il...

Vai al profilo

ArsETmedia Srl

MOBILE MEDIA APPLICATIONS ET SOLUTIONS Sviluppo applicazioni, giochi, eBooks su iOS...

Vai al profilo

EiS Srl

Operiamo in ambito ICT come System Integrator presentando un’offerta costruita ad...

Vai al profilo

Mavigex s.r.l.

Mavigex è una azienda nata come spin-off accademico e come tale incorpora i valori della...

Vai al profilo