Apple /

iWatch. Il nuovo gadget del futuro?

iWatch. Il nuovo gadget del futuro?

18 Febbraio 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Ad essere molto attiva sul mercato dei gadget tecnologici Apple è in buona compagnia. Se fossero vere le molte indiscrezioni sul probabile rilascio di un nuovo orologio da polso avveniristico Apple style, il 2013 potrebbe essere un anno rivoluzionario. Si aprirebbe la nuova era delle tecnologie da indossare.

Aziende come Apple e Google stanno facendo a gara nell’introduzione di nuovi gadget tecnologici da indossare che sembrano ricordare oggetti visti più volte in film di fantascienza e che ora potrebbero diventare realtà. Dopo aver rivoluzionato il personal computing e il mondo musiale, Apple sarebbe ora in procinto di cambiare anche quello delle tecnlogie indossabili, a partire dall’orologio da polso.

L’idea di oggetti tecnologici da indossare e ‘integrare’ con il corpo umano, non è nuova ma risale a centinaia di anni fa e trova traccia in romanzi, racconti e idee sviluppati da scienziati ante-litteram. Molte di quelle idee sono andate perdute, alcune non possono ancora essere realizzate, ma l’evoluzione digitale attuale con la sua legge di Moore sta portando alla ideazione e produzione di nuove idee e ad aprire infine nuove possibilità di evoluzioni e gadget futuri.

In base alle indiscrezioni, Apple avrebbe impegnato sul nuovo progetto iWach più di 100 tecnici. Il loro obiettivo è di trarre vantaggio delle nuove tecnologie e dei recenti sviluppi sui display flessibili ma anche sui sensori e sul software di riconoscimento vocale.

Le nuove tecnologie integrate in un orologio ( potremo ancora chiamarlo orologio?) permetteranno di monitorare il nostro stato di salute, funzionerà da GPS, potrebbe anche trasformarsi in un iPhone e molto altro, che scopriremo soltanto al momento del rilascio.

L’iWatch potrebbe essere il primo prodotto. della nuova era Tim Cook. capace di fare quello che i prodotti della Apple di Steve Jobs hanno sempre fatto, sorprendere. L’effetto sorpresa è necessario anche per anticipare e sconfiggere prodotti alternativi ma simili come lo Smart-Watch di Google. I concorrenti di Apple, oltre a Google, sono Amazon, Microsoft e Facebook. Tutte queste aziende stanno guardando al mercato dei gadget tecnologici indossabili con grande interesse. Google ha già sperimentato il mercato con il Google Glass ed ora sta lavorando su un suo aggiornamento tecnologico e funzionale ma sta anche lavorando al suo orologio da polso. Nessuna novità per il momento dalle altre aziende ma è probabile che non possano stare fuori da un mercato che tutti analisti come Forrester e Juniper Research stanno misurando in 500-800 milioni di dollari già nel 2012.

Il fronte delle tecnologie indosabili non è batttuto solo dai protagonsti della ricoluzione tecnologica ma anche da aziende come Nike che con Fuel ha rilasciato un personal trainer da polso e da altre società che stanno lavorando nella produzione di gadget tecnologici finalizzati al monitoraggio della salute di chi li indossa.

 

I nuovi prodotti non sono solo esemplificazioni di cosa sia possibile realizzare con le nuove tecnologie ma anche l’indicazione che ci staimo muovendo verso una nuova era tecnologica caratterizzata da una sempre maggiore interazione tra il nostro corpo e oggetti tecnologici. Una interazione che non è più solo tattile e che va oltre le dimensioni di un display. Gli investimenti di aziende come Apple, Microsoft e Google segnalano l’emergere di una nuova tendenza verso tecnologie sempre più portatili e portabili ma soprattutto capaci di interagire con chi le porta appresso e le indossa.

Le domande che il consumatore può legittimamente porsi è se ci sia effettivamente bisogno di nuovi gadget tecnologici e quanto sia messa a rischio la sua privacy da dispositivi che opereranno prevalentemente appoggiandosi alla nuvola.  Le risposte oggi sono tutte incomplete perché l’accelerazione nell’evoluzione tecnologica è tale da impedirci per il moment di valutare il cambiamento che sta avvenendo. Il futuro non è ancora fatto di cyborg ma la tecnologia è ormai indirizzata su uno sviluppo autonomo capace di sorprendere prduttori e consumatori.

Per il momento accontentiamoci delle sorprese che prodotti come l’iWatch, lo Smart Watch, il Google Glass e Fuel possono procurarci.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


MSREI s.r.l

MS REI s.r.l. è un'azienda specializzata nel mondo degli investimenti. Nata come...

Vai al profilo

D'Uva Workshop

E' un'azienda che produce audioguide, videoguide, totem multimediali, applicazioni e...

Vai al profilo

ItacaSoft

ItacaSOFT è uno studio professionale di sviluppo software che progetta e realizza...

Vai al profilo

Startbusiness

SB un’azienda che fa scouting nel mondo ICT (Information Communication Technology...

Vai al profilo