Barnes & Noble /

Kindle Fire o Nook? Alcune indicazioni di SoloTablet

Kindle Fire o Nook? Alcune indicazioni di SoloTablet

14 Dicembre 2011 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Un’offerta sempre più ricca di dispositivi mobili, la scelta per il consumatore diventa un percorso complicato. Troppi i prodotti disponibili tra loro simili, molta la convergenza tecnologia tra dispositivi diversi come smartphone, tablet e ereader e soprattutto difficile optare oggi per una piattaforma costosa quando si conosce già la data di un possibile rilascio sul mercato di versioni dello stesso prodotto più aggiornato (iPad 3, Kindle Fire e non solo).

Molti saranno alle prese con il classico ‘meglio l’uovo oggi che la gallina domani’, altri invece opteranno comunque per un acquisto cercando di soddisfare al meglio esigenze e bisogni personali.

Tra questi ultimi molti forse regaleranno o acquisteranno un e-reader, anche per semplici motivi economici e di budget.  Anche loro sperimenteranno nella scelta del dispositivo adeguato una difficoltà simile a quella che vivono già oggi i potenziali acquirenti di un tablet. Gli e-reader diponibili sono una infinità, i produttori con i proodotti più accattivanti sono Amazon con il Kindle, Barners & Noble con il Nook, Sony con il Reader e Kobo.

Per cercare di aiutare i nostri lettori in una scelta più oculata proviamo a fornire alcune indicazioni e comparazioni tra i due e-reader a cui vanno le preferenze attuali di SoloTablet, il Kindle Fire di Amazon e il Nook della Barnes & Noble. La comparazione non è sul prezzo e non è prodotta per indicare una preferenza sull’uno o l’altro dei prodotti. Sta all’utente capire, a partire dal budget a disposizione e dalla conoscenza dei bisogni dell’utilizzatore finale del dispositivo come e dove orientarsi.

Dal punto di vista del design il
Kindle Fire assomiglia molto ad un PlayBook della RIM. La parte posteriore non si presta ad essere tenuto saldamente in mano e alcuni bottoni/pulsanti come quello per mettere a riposo temporaneamente  (sleep)  il sistema è mal posizionato. Il Nook invece ha i bootoni nella posizione giusta per un uso semplice e rapido ed inoltre dispone di una forma e superficie che si presta molto bene ad una presa comoda e sicura.

Il Nook dispone di una capacità di storage maggiore del Kindle e la valutazione sullo spazio realmente disponibile va  fatta dopo la formattazione. Il Fire ha 6GB e il
Nook 13GB. Ma la sorpresa viene dal Nook perché nella realtà dei 13GB del dispositivo solo uno è completamente disponibile all’utente mentre i rimanenti 12 sono appannaggio di Barners & Noble e i suoi contenuti dello store. Sul Nook si può usare uno slot libero per un dispositivo mcroSD ma non aiuta a superare il gap dei 12GB disponibili ma non utilizabili.

Mentre Amazon spende molto in tempi di risorse e attività nella promozione del nuovo browser Silk, Barnes & Noble tace. E forse esiste un perché! Il browser del
Nook è per il momento molto più veloce nel caricamento delle pagine e più efficiente nella gestione dei contenuti e dei dati.

Anche se le dimensioni da 7 pollici degli ereader presi in considerazione non si prestano all’uso di una tastiera per scrivere, gli utenti continueranno ad usare la posta elettronica e ad interagire con il browser inserendo nuovi URL o parole chiave per la ricerca. L’esperienza fin qui fatta da molti evidenzia che mentre la tastiera del Kindle non rispode sempre alla perfezione ed è meno accurata nel gestire eventuali errori, quella del
Nook lo è a dispetto di una forma e disegno della tastiera peggiore di quella del Kindle.

Sia il Kindle che il Nook offrono la funzionalità e-mail e su entrambi è facile configurarla e usarla. Il Nook è però carente dal punto di vista delle funzioni disponibili per la gestione delle email, mentre il Kindle offre una gamma completa di strumenti per la gestione ottimale dell propria mailbox anche se la tastiera è limitata come sopra descritto.

Per lettori incalliti e compulsivo la vita del dispositivo è fondamentale. Il Kindle offre 7.5 ore di batteria in modalità Wi-Fi anche se in realtà la durata è minore del 15%. Il Nook ha una batteria più potente e rocusta che sulla carta dovrebbe durare 9 ore. L’esperienza suggerisce anche per il Nook un ridimensionamento a 7 ore effettive.

Per concludere è importante confrontare il cosiddetto ecosistema che gravita intorno allo store dei rispettivi produttori. Mantre quello di Amazon è notoriamente molto ricco e dispone già di un numero di applicazioni superiore alle 10000,
Barners & Noble è ancora alla ricerca di applicazioni con le quali popolare il suo Store e con queste competere in modo più agguerrito con la concorrente Amazon.

Queste alcune semplici indicazioni e/o valutazioni che pensiamo possano essere utili per una scelta ottimale. Ciò che conta comunque è, nel rispetto dei budget e delle disponibilità individuali, è capire bene i propri bisogni e a questi far corrispondere una scelta oculata in grado di soddisfarli nel breve e nel medio periodo.

Tutti dobbiamo essere coscienti che le novità tecnologiche dietro l’angolo sono ancora molte e nel futuro ci troveremo nell’imbarazzo di dover decidere se e quanto a lungo possedere l’e-reader Kindle o il
Nook acquistato nel 2011 o semplicemente cedere al consumismo e a ciò che è trendy e cool acquistando un modello nuovo.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Andrea Picchi

Cognitive Interface Designer & iOS Developer

Vai al profilo

Protech System

Consulenza e sviluppo App mobile in linguaggio nativo per iOS e Android. Seguiamo il...

Vai al profilo

PowerSoftware

App for lifestyle of people !

Vai al profilo

foolix

Foolix è una società di consulenza e sviluppo software specializzata nello sviluppo...

Vai al profilo