Cisco /

CIUS tablet bye bye!

CIUS tablet bye bye!

29 Maggio 2012 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Come era prevedibile, dopo l’esplosione dell’offerta tablet, a cui abbiamo assistito nel 2011, assistiamo ora ad un ritorno alla realtà. Il mercato rimane dominio incontrastato di pochi attori e molti produttori che avevano investito sui nuovi dispositivi stanno ripensando e ridefinendo strategie e offerta. Cisco è uno di questi.

Ora è ufficiale, Cisco rifocalizza strategie e piani di sviluppo futuri sul core business e cancella il programma  di sviluppo che aveva portato alla creazione del Tablet CIUS, un tablet enterprise pensato per soddisfare esigenze e bisogni specifici come la telepresenza e la collaborazione aziendale. Una decisione che sembra una fuga o più semplicemente il riconoscimento di una evidenza che si chiama iPad, una piattaforma che per il suo magnetismo e glamour continua ad essere oggetto di preferenza e di desiderio dei manager d’azienda e degli sviluppatori a caccia di guadagni facili  e più sicuri.

La decisione di Cisco si può assimilare a quella di HP. Colossi informatici di queste dimensioni sono chiamati a semplificare e focalizzare al meglio risorse, organizzazione e investimenti per rimanere competitivi su un mercato sempre più dinamico e selettivo.

Riconoscere che il CIUS non era nelle scelte preferenziali dei consumatori ma neppure delle aziende non deve essere visto come una fuga ma un semplice addio ad un mercato che viene riconosciuto come non sufficientemente profittevole per investimenti onerosi futuri. Onerosi se si vuole soddisfare le esigenze crescenti del segmento enterprise e business e che richiede la costruzione di un ecosistema applicativo e di comunità di sviluppatori che sposino una determinata piattaforma a scapito di altre.

A Cisco, da sempre attore importante nel mercato business con soluzioni mission critical per l’infratruttura IT, non poteva bastare ritagliarsi una nicchia di mercato. Il tentativo di andare a coprire bisogni specifici legati alla proposizione generale a supporto della comunicazioni era giusta ma il tablet non può essere relegato ad essere semplice strumento per meeting collaborativi vissuti in video-conferenza o telepresenza. L’offerta di Cisco poi ha trovato immediati emulatori che hanno reso pubbliche le loro APP attraverso gli store pubblici di Apple e Google con una proposta altamente competitiva e preferita dagli utenti perché disponibile su iPad o su Galaxy Tab.

Cisco comunque non esce dal mercato del tablet. Si focalizza sulle soluzioni e in particolare continua ad investire e a promuovere le sue applicazioni Jabber e WebEx per la telepresenza che, vendute sull’iPad, potranno generare flussi più interessanti di guadagno di quanto non avrebbero fatto sul tablet proprietario CIUS.

L’uscita di scena del CIUS, un tablet ben recensito dagli analisti di mercato al momento della sua uscita perché considerato di classe enterprise, non va interpretato come una resa all’iPad. Questa analisi fornita da alcuni commentatori in rete è furoviante e non tiene conto di un mercato ancora in fase adolescenziale e che vedrà nell’anno in corso molte nuove novità. A fare la differenza continuerà ad essere la proposta sempre più competitiva di Samsung ma anche l’arrivo di Windows 8 a novembre 2012, l’arrivo del tablet e/o dei dispositivi mobili di Google, forse di quelli di Facebook e molto altro.

Dopo l’abbandono di Cisco, altri produttori potrebbero decidere di uscire dal mercato tablet per come si è andato definendo nel 2011. Probabile che il prossimo tablet a scomparire sia il Playbook di RIM.

Ma la vera novità saranno le molte sorprese che il mercato riserverà non solo in termini di nuovi dispositivi ma soprattutto di nuove tecnologie convergenti ed integrate e di nuovi protagonisti come Acer, Asus, Dell, Intel e altri che su di esse hanno investito.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


No Bla Bla Marketing

Marketing Outsourcing, Consulting & Projects per aziende alimentari, bevande e largo...

Vai al profilo

Spindox

Spindox opera nell’ambito ICT, fornendo servizi di consulenza, system integration...

Vai al profilo

Visureasy

Visureasy fornisce diversi servizi di reperimento visure, alcune tipologie di visure...

Vai al profilo

Hello-Hello LLC

Hello-Hello is an innovative language learning company that provides state-of the art...

Vai al profilo