Cisco /

L'internet delle cose di Cisco

L'internet delle cose di Cisco

11 Giugno 2012 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Nella prospettiva di una cresciita del traffico di Internet che è previsto aumentare sedici volte da qui al 2016, Cisco ha annunciato il rilascio prossimo di una nuova generazione di soluzioni di rete per internet mobile. La piattaforma è denominata ASR 5500.

Cisco vuole capitalizzare al massimo dalla rivoluzione in corso che sta definendo la nuova internet delle cose.

L'aumento costante dell'uso di internet da apparecchiature mobili sta portando gli utenti all'acquisto di dispositivi sempre più sofisticati per accedere alla rete da casa e dal lavoro. Aumenta anche l'uso di applicazioni di nuova generazione che dipende dalla diffusione delle APP mobile e dall'aumentata esigenza di essere sempre collegati.

CONSIGLIATO PER TE:

L’IoT verso la piena maturità

Secondo i dati pubblicati da CISCO nel Cisco Visual Networking Inde (VNI - 2011-2016),nel 2016 i dispositivi collegati saranno 18900 milioni con 3 miliadi e mezzo di utenti internet, il 45% dell'intera popolazione mondiale.

Il traffico mobile mondiale salirà a 10.8 exabytes per secondo, un aumento di 18 volte quello attuale. I tablet guideranno il 10% di questo traffico e l'intero traffico mobile salirà al 20% del totale.

Le nuove soluzioni di Cisco sono pensate per anticipare il boom della Internet delle cose in arrivo.

La piattaforma ASR 5500 è la prima soluzione capace di integrare dati, segnale, servizi in-line e controllo e disegnata per trarre vantaggio dalle architetture software esistenti in modo da ottimizzare al meglio i vantaggi delle nuove apparecchiature hardware.

La nuova piattaforma è scalabile e flessibile per permettere ai fornitori di servizi di gestire in tranquillità tutte le necessità, comprese quelle legate al fenomeno BYOD. Il diegno delle nuova apparecchiature è nuovo e ottimizza il software, riduce i costi, fornisce prestazioni elevate e si adatta a bisogni di utilizzo della rete diversi.

 

I provider globali coinvolti per ora sono Bharti Airtel, Verizon Wireless e Telekom Austria Group.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Giorgio Peressin

Dedico il mio tempo alla mia passione: sviluppare app.

Vai al profilo

Disruptive Innovation

Management Consulting

Vai al profilo

di-erre software s.r.l.

di-erre software si occupa principalmente di sviluppo software e consulenza...

Vai al profilo

Sudformazione srl

Scuola di formazione tecnica specialistica. Ci occupiamo di formazione in materia di...

Vai al profilo